Giorgia Meloni: dare protezione a Stacchio e Zancan
24/02/2015 13:23

 "L'Italia dei giusti è in pericolo. Stacchio e Zancan rappresentano la parte migliore di questa Nazione: quella che produce e difende la propria comunità. Noi siamo con loro e pretendiamo che vengano difesi dallo Stato. Chiediamo al Ministro dell'Interno di fornire immediatamente adeguata protezione a Stacchio e Zancan. Il 7 marzo saremo a Venezia in piazza San Geremia, con un pre appuntamento alla Stazione di Santa Lucia alle 14.30, per ribadire che siamo disposti a tutto pur di difenderci e garantire sicurezza ai nostri cittadini". È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni dopo quanto avvenuto a Ponte di Nanto nel basso vicentino dove Una busta contenente dei proiettili  è stata lasciata  davanti all'abitazione di Roberto Zancan, il gioielliere di Ponte di Nanto che il 3 febbraio aveva subito un tentativo di rapina, durante la quale uno dei rapinatori era rimasto ucciso da un colpo di fucile sparato da Graziano Stacchio, il benzinaio intervenuto a difesa della commessa che era all’interno della gioielleria e che ha risposto al fuoco dei banditi ferendone uno a morte, Albano Cassol. Nella busta, oltre al nome dello stesso gioielliere, c’era anche quello del benzinaio, Graziano Stacchio.

 

Giorgia Meloni: dare protezione a Stacchio e Zancan

 "L'Italia dei giusti è in pericolo. Stacchio e Zancan rappresentano la parte migliore di questa Nazione: quella che produce e difende la propria comunità. Noi siamo con loro e pretendiamo che vengano difesi dallo Stato. Chiediamo al Ministro dell'Interno di fornire immediatamente adeguata protezione a Stacchio e Zancan. Il 7 marzo saremo a Venezia in piazza San Geremia, con un pre appuntamento alla Stazione di Santa Lucia alle 14.30, per ribadire che siamo disposti a tutto pur di difenderci e garantire sicurezza ai nostri cittadini". È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni dopo quanto avvenuto a Ponte di Nanto nel basso vicentino dove Una busta contenente dei proiettili  è stata lasciata  davanti all'abitazione di Roberto Zancan, il gioielliere di Ponte di Nanto che il 3 febbraio aveva subito un tentativo di rapina, durante la quale uno dei rapinatori era rimasto ucciso da un colpo di fucile sparato da Graziano Stacchio, il benzinaio intervenuto a difesa della commessa che era all’interno della gioielleria e che ha risposto al fuoco dei banditi ferendone uno a morte, Albano Cassol. Nella busta, oltre al nome dello stesso gioielliere, c’era anche quello del benzinaio, Graziano Stacchio.

 

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
TREVISO  - Arrestato dai carabinieri di Conegliano con altri 7 giovani giostrai di cui era il capo, il figlio del no...

Siamo tornati a trovare Graziano Stacchio il noto benzinaio conteso dalla stampa e dai programmi televisivi. Lo incontriamo proprio prima dell'arrivo , in suo o...

Partito da Milano alle 09.45 dopo aver incontrato una delegazione di allevatori lombardi, il segret...

OSPITI:  - Mauro Biolcati, Imprenditore (Apindustria Venezia) - Gennaro Marotta, Italia dei Valori - Roger De Menech, Segr. PD Veneto - Roberto Marcato, Lega Nord - Gianfranco Vo...

Ascoltiamo il Sindaco di Nanto,  Ulisse Borotto, riportatre ai nostri microfoni gli umori e la solidarietà della citt...

Ormai è in tutti i notiziari e giornali, la vicenda del benzinaio di Nanto nel vicentino,Graziano Stacchio. Per difende...