CENTRALINA ARPAV, MONSELICE NON TROVA L'ACCORDO
05/03/2015 16:30

Fumata nera a Monselice dopo l'incontro serale tenutosi mercoledì 3 marzo, tra Amministrazione, Comitati e Arpav. Dopo tre anni e due mesi di lotte per ottenere l'attivazione di una centralina per il rilevamento della qualità dell'aria, non si è trovato l'accordo. Individuati da Arpav due siti. Uno vicino al campo sportivo di via Garibaldi, l'altro in zona parcheggio in via Madre Teresa di Calcutta. I Comitati presenti all'incontro, tra cui “Lasciateci Respirare” si domandano quale siano le motivazioni che vedono Arpav consigliare lo spostamento rispetto all'attuale posizione della centralina da tempo inattiva. Si perchè la centralina già pronta ci sarebbe, è in via Argine Destro, basterebbe solo riattivarla firmando la convenzione con l'Ente Pubblico. Attivazione e riposizionamento costerebbero circa 42 mila euro, va precisato che la Regione ne ha già stanziati 35 mila, resterebbe al Comune di Monselice trovare i 10 mila mancanti. Un punto oscuro in questa vicenda c'è. La vecchia centralina sembra soffra durante i periodi di Fiera e mercato di dati sfalsati per le molte presenze attratte dalle manifestazioni e di cali di corrente, utilizzata dagli stand,che causano buchi nelle rilevazioni. Si attende quindi di capire se siano solo queste le motivazioni che spingono Arpav al riposizionamento della centralina o altro. L'Ente si dice disponibile sia a fornire al più presto dati che le motivazioni così da accelerare la conclusione della vicenda.

CENTRALINA ARPAV, MONSELICE NON TROVA L'ACCORDO

Fumata nera a Monselice dopo l'incontro serale tenutosi mercoledì 3 marzo, tra Amministrazione, Comitati e Arpav. Dopo tre anni e due mesi di lotte per ottenere l'attivazione di una centralina per il rilevamento della qualità dell'aria, non si è trovato l'accordo. Individuati da Arpav due siti. Uno vicino al campo sportivo di via Garibaldi, l'altro in zona parcheggio in via Madre Teresa di Calcutta. I Comitati presenti all'incontro, tra cui “Lasciateci Respirare” si domandano quale siano le motivazioni che vedono Arpav consigliare lo spostamento rispetto all'attuale posizione della centralina da tempo inattiva. Si perchè la centralina già pronta ci sarebbe, è in via Argine Destro, basterebbe solo riattivarla firmando la convenzione con l'Ente Pubblico. Attivazione e riposizionamento costerebbero circa 42 mila euro, va precisato che la Regione ne ha già stanziati 35 mila, resterebbe al Comune di Monselice trovare i 10 mila mancanti. Un punto oscuro in questa vicenda c'è. La vecchia centralina sembra soffra durante i periodi di Fiera e mercato di dati sfalsati per le molte presenze attratte dalle manifestazioni e di cali di corrente, utilizzata dagli stand,che causano buchi nelle rilevazioni. Si attende quindi di capire se siano solo queste le motivazioni che spingono Arpav al riposizionamento della centralina o altro. L'Ente si dice disponibile sia a fornire al più presto dati che le motivazioni così da accelerare la conclusione della vicenda.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
CLIMATIZZATORI: CROLLANO ACQUISTI STAGIONE PERSA----Tra i settori economici colpiti pesantemente dal...

GIORNATA MONDIALE DELL'AMBIENTE PER LA BIODIVERSITÀ. Il 5 giugno si celebra la #giornatamondialedellambiente 2020; un evento per sensibilizzare sulla tutela ambientale, i cambiamenti climatici e l'us...

437 sono i positivi della città di Padova. Monselice è invece il comune della provincia con più casi:160. Gli altri comuni della provinci...

INQUINAMENTO LUMINOSO,ARRIVANO 2.500 LED A PIAZZOLA --- Si fa sul serio a Piazzola sul Brenta in #Altapadovana. Il Comune è ormai da tempo impegnato nel contrastare l’inquinamento in ogni forma. Ul...

ILLUMINAZIONE PUBBLICA, GRANTORTO ABBATE I COSTI  ---- Grantorto, Comune tra i primi in #Altapadovana a capire le potenzialità offerte delle nuove tecnologie,...

UNA DOMENICA INSIEME PER L'AMBIENTE A SAN GIORGIO  ---- Prosegue l’impegno dell’Amministrazione di San Giorgio in B...

INQUINAMENTO, A PADOVA 19 ANNI DI SFORAMENTI - L'ultimo report di Legambiente sulla qualità dell'aria mostra un quadro allarmante per quanto riguarda l'inquinamento da ozono e pol...

REALIZZATE GIÀ 447 PIANTUMAZIONI A TREBASELEGHE --- Tra le promesse in campagna elettorale, la piantumazione di una pianta ogni giorno di m...

COLDIRETTI: URGE DIFESA CONTRO LA CIMICE ASIATICA - Ancora grande insicurezza tra i frutticoltori veneti per i possibili danni causati dalla cimice asiatica, c...

SMOG, POLVERI SOTTILI IN CALO NEL 2019 - I dati ARPAV mostrano un'inflessione dei livelli di inquin...