APPE BACCHETTA LA GIUNTA COMUNALE
01/04/2015 13:23

Padova-Nuova battaglia per Appe,  Associazione Provinciale Pubblici Esercizi, che si stupisce per una modifica al regolamento comunale. Il Segretario Generale della categoria Filippo Segato, spiega ai nostri microfoni che Padova è suddivisa in due aree con regole ben chiare in materia di aperture nuovi esercizi. Zona 1 Centro Storico con divieto apertura e concessione nuovi esercizi, Zona 2 tutte le restanti parti di territorio in cui si possono concedere nuove aperture sempre con i limiti dettati dal regolamento in ambito, inquinamento acustico, urbanistico ecc ecc. La modifica sembra dia all Giunta Comunale,in barba al regolamento, la possibilità di concedere nuove aperture in Zona 1 dove in realtà il regolamento lo vieta.  Appe, preoccupata, ha scritto una lettera indirizzata ai Consiglieri comunali previa approvazione del regolamento che avverrà domani 02.04.15 con la richiesta alla Giunta di fare un passo indietro in materia.

APPE BACCHETTA LA GIUNTA COMUNALE

Padova-Nuova battaglia per Appe,  Associazione Provinciale Pubblici Esercizi, che si stupisce per una modifica al regolamento comunale. Il Segretario Generale della categoria Filippo Segato, spiega ai nostri microfoni che Padova è suddivisa in due aree con regole ben chiare in materia di aperture nuovi esercizi. Zona 1 Centro Storico con divieto apertura e concessione nuovi esercizi, Zona 2 tutte le restanti parti di territorio in cui si possono concedere nuove aperture sempre con i limiti dettati dal regolamento in ambito, inquinamento acustico, urbanistico ecc ecc. La modifica sembra dia all Giunta Comunale,in barba al regolamento, la possibilità di concedere nuove aperture in Zona 1 dove in realtà il regolamento lo vieta.  Appe, preoccupata, ha scritto una lettera indirizzata ai Consiglieri comunali previa approvazione del regolamento che avverrà domani 02.04.15 con la richiesta alla Giunta di fare un passo indietro in materia.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
CADONEGHE, FIAMME NELLA NOTTE NEL CAMPER OCCUPATO --- Le fiamme durante la notte e la corsa dei Vigili del Fuoco per domare l'incendio presso una palazzina situata a ridosso del ponte sul Muson dei Sa...

TAGGI' PIANGE LA PERDITA DEL SUO GIGANTE BUONO ---- Non si parla d'altro a Taggi...

SVINCOLO VIA ANCONETTA, ALLO STUDIO UNA ROTATORIA  --- Troppi incidenti lungo la vecchia via del Santo all'altezza dello svincolo per via Anconetta a Torre di Burri frazione di San Giorgio delle Pert...

IL COMUNE DI VILLANOVA CERCA UNO STRADINO --- Il Comune di Villanova di Camposampiero in #Altapadovana cerca da circa un anno uno stradino. ...

BORGORICCO: CRESCE L'ESTENSIONE DELLA RETE FOGNARIA ---  Circa 156m in via Sant'Antonio e circa 446 tra via Fratta e via Croce Ruzza nella frazione di San Mich...

WEST NILE A PIAZZOLA, EVITARE CONTAGI COLLABORANDO  --- L'Ulss6 Euganea ha comunicato che dallo scorso 24 agosto un anziano è stato ricoverato presso l'Ospeda...

CITTADELLA, COMMERCIO E TURISMO IN CRESCITA --- Estate partita tardi a causa del maltempo, che ha fortemente penalizzato gli esercenti. Fortunatamente nel terri...

PERSEGUITA EX MARITO, 55ENNE DENUNCIATA BEN 3 VOLTE ---  Una donna di 55 anni d...

SAN GIORGIO, MILIONI PER MIGLIORARE LE SCUOLE --- Proseguono i lavori di efficientamento presso la primaria Ugo Foscolo e la media Statale Marco Polo di San Gio...

CURTAROLO, IL DEGRADO CRESCE TRA GLI EX MOBILIFICI --- Curtarolo in #Altapadovana merità di più del degrado che le rovine degli ex mobilifici hanno lasciato in eredità alla città. Un brutto biglie...