COSTI DELLA POLITICA E TRASPARENZA IL PIANO MORETTI

07 Aprile 2015 14:04

"Taglieremo le indennità, ricalcoliamo i vitalizi e rivolteremo come un calzino il sistema degli appalti: mai più un altro caso Mose" Quasi sessanta milioni di euro di tagli al funzionamento di Giunta e consiglio regionale: basta assegni di fine mandato e ricalcolo di tutti i vitalizi, che da soli costano ai cittadini del Veneto 11 milioni di euro.
E' la manovra che Alessandra Moretti si è impegnata a portare avanti sin dal giorno dopo la sua elezione a presidente della Giunta regionale del Veneto. I particolari del piano di lotta agli sprechi della politica e trasparenza illustrato oggi nella sede del comitato elettorale a Limena (Padova).
Taglieremo dell'80% indennità di funzione del presidente della Giunta regionale, quindi il mio – ha spiegato Alessandra Moretti – e del 10% dell'indennità di carica. Il che comporterà ogni anno minori uscite per la macchina della Regione di 5 milioni e 800mila euro, per quanto riguarda Giunta e Consiglio regionale in carica.
Passeremo dall'attuale sistema forfettario, per cui a prescindere da quanto effettivamente speso, ogni consigliere riceve 4500 euro forfettari, a un sistema che prevede un tetto massimo di spesa di 1500 euro mensili, che dovranno essere rendicontanti in maniera analitica e ogni spesa sarà pubblicata su internet. Questo ci chiedono i cittadini".
Due i cardini del capitolo "Trasparenza e lotta alla corruzione"
"Ridurremo le aziende partecipate e i loro consigli di amministrazione dai 98 attuali, con in molti casi bilanci in rosso, alle sole partecipate strategiche.
Non voglio che le controllate si trasformino in poltronifici. Costruiremo due macro holding: una per le infrastrutture, l'altra per la gestione e gli interventi finanziari.
 

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply