29 ANNI DI "ARTIGIANATO E SCUOLA"
14/05/2015 16:14

In un’area dove la grande impresa di Porto Marghera ha dominato per quasi 70 anni l’economia e la cultura industriale della Terraferma veneziana, parlare di artigianato e soprattutto farlo con i giovani da quasi 30 anni è una singolarità più unica che rara.  Da sabato prossimo (16 maggio) ad animare la città di Mestre ritorna per la 29° edizione di “Artigianato & Scuola”: al Centro culturale Santa Maria delle Grazie in via Poerio, apre la mostra-concorso realizzata da oltre tremila studenti delle scuole elementari, medie e superiori della terraferma veneziana, dal titolo: “NUOVE IDEE PER FARE IMPRESA: SCUOLA E START UP”.
“Il tema proposto quest’anno vuole invitare gli studenti a riflettere su una cosa: ci si può affacciare nel mondo del lavoro anche come lavoratori autonomi, grazie all’apertura di un’attività in proprio. In un periodo di forte crisi occupazionale è necessario riscoprire i valori del fare impresa e della forte inventiva che spesso caratterizza i piccoli imprenditori. D’altronde è proprio la piccola e micro impresa che crea la maggior parte dei posti di lavoro in Italia e ancor di più nel nostro territorio”.  Paolo Zabeo, responsabile dell’Ufficio sindacale della CGIA.

29 ANNI DI "ARTIGIANATO E SCUOLA"

In un’area dove la grande impresa di Porto Marghera ha dominato per quasi 70 anni l’economia e la cultura industriale della Terraferma veneziana, parlare di artigianato e soprattutto farlo con i giovani da quasi 30 anni è una singolarità più unica che rara.  Da sabato prossimo (16 maggio) ad animare la città di Mestre ritorna per la 29° edizione di “Artigianato & Scuola”: al Centro culturale Santa Maria delle Grazie in via Poerio, apre la mostra-concorso realizzata da oltre tremila studenti delle scuole elementari, medie e superiori della terraferma veneziana, dal titolo: “NUOVE IDEE PER FARE IMPRESA: SCUOLA E START UP”.
“Il tema proposto quest’anno vuole invitare gli studenti a riflettere su una cosa: ci si può affacciare nel mondo del lavoro anche come lavoratori autonomi, grazie all’apertura di un’attività in proprio. In un periodo di forte crisi occupazionale è necessario riscoprire i valori del fare impresa e della forte inventiva che spesso caratterizza i piccoli imprenditori. D’altronde è proprio la piccola e micro impresa che crea la maggior parte dei posti di lavoro in Italia e ancor di più nel nostro territorio”.  Paolo Zabeo, responsabile dell’Ufficio sindacale della CGIA.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
TASSE ALTE E POCA SPESA SOCIALE: SEMPRE PIÙ POVERI. Il rischio di povertà ed e...

LA CGIA METTE IN GUARDIA: RIPRESA LENTA NEL 2018. Nonostante i recenti dati occupazionali prodotti dall'Istat, con un va...

IMPRESE: EVASIONE FISCALE DA 93 MILIARDI DI EURO. Secondo i calcoli della Cgia di Mestre sulla base dei dati Istat, l'evasione fiscale delle imprese è scesa nell'ultimo anno di 6 ...

QUALITA' DELLA PA IN EUROPA: ITALIA IN ZONA RETROCESSIONE La Pubblica amministrazione italiana arranca nei bassi fondi della classifica sulla base di un indice di qualità collocandosi al 17mo posto ...

Entro domani le imprese sono chiamate a versare all'erario 27 miliardi di euro per onorare l'Iva (contribuenti con scade...

Tra il 2010 e il 2014 l'Italia ha autorizzato esportazioni nell'Africa settentrionale e nel Medio Oriente per 4,8 miliar...

Tv7 con Voi sera del 10/11/2015 - Governo e Regioni: quali interventi per supportare la ripresa a Nordest? OSPITI: -LUIGI SPOSATO,Presidente Eurointerim spa -PAOLO ZABEO,Coord. dell'Ufficio studi del...

I segnali e anche i numeri sono positivi ma per cantare vittoria bisognerà attendere ancora. Lo dicono gli analisti del...

La CGIA di Mestre segnala una forte crescita di contratti a tempo indeterminato. Una stabilità sognata per molti lavoratori che vedono il contratto trasformato in tempo indetermin...

In Italia ci sono 15 milioni di unbanked. Nel 2014 la massa monetaria circolante ha sfiorato i 165 miliardi (+30% rispetto al 2008).  Nonostante l’Italia ab...