VALDASTICO NORD, TRENTO DETTA LE SUE REGOLE

07 Luglio 2015 14:33

Padova- La partita Veneto-Trentino per l'inizio lavori Valdastico Nord sembra ancora ferma. In queste settimana sono susseguiti vari annunci di accordi raggiunti ma così non è. Il punto positivo è l'apertura del Trentino, (obbligato per legge al tavolo di concertazione), che si dice possibilista in cambio però dell'abbandono da parte di Regione Veneto alla nuova Valsugana. Progetto per la quale la giunta Zaia nel 2011 ha approvato il project financing da 731 milioni di euro. Trento, inoltre, chiede il ricongiungimento fra A31 e A22 più a nord di Besenello, per alleggerire il traffico in alta Valsugana e nell’area dei laghi di Levico e Caldonazzo. Trattiamo le novità con Ilario Simonaggio Segretario Generale Filt CGIL Veneto.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply