TROVATI CON LA REFURTIVA: TRE DENUNCIATI A JESOLO
15/07/2015 17:14

Nel corso di un servizio contro l’immigrazione clandestina, gli agenti dell'Anticrimine del Commissariato di Jesolo, con colleghi del Reparto Prevenzione Crimine di Padova, sono intervenuti in un’abitazione di via Volta nella zona del Lido.     
All’interno dell’abitazione, che si presentava in stato di abbandono e dalle cui stanze proveniva un forte odore nauseabondo, gli agenti hanno trovavato  al piano terra tre cittadini stranieri  che dormivano in giacigli di fortuna. Nella stessa stanza erano presenti numerosi oggetti  che i tre sostenevano di aver  acquistato. Dopo un accurato controllo però la merce risultava corrispondere a degli oggetti descritti in sede di denuncia di furto da parte di una libera professionista di Treviso, subito avvisata telefonicamente. La donna, che si trovava a Jesolo, ha raggiunto il posto riconoscendo tutti gli oggetti  di sua proprietà che le erano stati rubati.
I tre malviventi sprovvisti di documenti di riconoscimento, dichiaravano le proprie generalità per:

A.I., nato nel 1968 in Tunisia, di fatto in Italia senza fissa dimora;
K.E., nato nel 1998, in Algeria, di fatto in Italia senza fissa dimora;
M.A., nato nel 2000, in Iraq, di fatto in Italia senza fissa dimora.

Nonostante che K.E. e M.A. asserissero di essere minorenni, i poliziotti li denunciavano comunque alla Procura della Repubblica c/o il Tribunale Ordinario di Venezia alla stregua del maggiorenne per i reati di occupazione di terreni ed edifici e ricettazione, poichè veniva accertato che in data 29/06/2015, fermati a Mestre a seguito di intervento effettuato da parte del personale del Commissariato di P.S. di Mestre: nell’occorso, venivano sottoposti ad accertamenti radiologici, il cui esito certificava per entrambi che “l’età ossea valutata secondo i parametri di legge riferiti alla radiografia del polso sinistro” corrispondevano a quella di un soggetto maschio di età superiore ai 19 anni.   Veniva inoltre contattato il proprietario dell’immobile occupato abusivamente (residente a  Conegliano Veneto), che si riservava a sporgere denuncia/querela nei confronti dei tre extracomunitari  per invasione di edifici.

TROVATI CON LA REFURTIVA: TRE DENUNCIATI A JESOLO

Nel corso di un servizio contro l’immigrazione clandestina, gli agenti dell'Anticrimine del Commissariato di Jesolo, con colleghi del Reparto Prevenzione Crimine di Padova, sono intervenuti in un’abitazione di via Volta nella zona del Lido.     
All’interno dell’abitazione, che si presentava in stato di abbandono e dalle cui stanze proveniva un forte odore nauseabondo, gli agenti hanno trovavato  al piano terra tre cittadini stranieri  che dormivano in giacigli di fortuna. Nella stessa stanza erano presenti numerosi oggetti  che i tre sostenevano di aver  acquistato. Dopo un accurato controllo però la merce risultava corrispondere a degli oggetti descritti in sede di denuncia di furto da parte di una libera professionista di Treviso, subito avvisata telefonicamente. La donna, che si trovava a Jesolo, ha raggiunto il posto riconoscendo tutti gli oggetti  di sua proprietà che le erano stati rubati.
I tre malviventi sprovvisti di documenti di riconoscimento, dichiaravano le proprie generalità per:

A.I., nato nel 1968 in Tunisia, di fatto in Italia senza fissa dimora;
K.E., nato nel 1998, in Algeria, di fatto in Italia senza fissa dimora;
M.A., nato nel 2000, in Iraq, di fatto in Italia senza fissa dimora.

Nonostante che K.E. e M.A. asserissero di essere minorenni, i poliziotti li denunciavano comunque alla Procura della Repubblica c/o il Tribunale Ordinario di Venezia alla stregua del maggiorenne per i reati di occupazione di terreni ed edifici e ricettazione, poichè veniva accertato che in data 29/06/2015, fermati a Mestre a seguito di intervento effettuato da parte del personale del Commissariato di P.S. di Mestre: nell’occorso, venivano sottoposti ad accertamenti radiologici, il cui esito certificava per entrambi che “l’età ossea valutata secondo i parametri di legge riferiti alla radiografia del polso sinistro” corrispondevano a quella di un soggetto maschio di età superiore ai 19 anni.   Veniva inoltre contattato il proprietario dell’immobile occupato abusivamente (residente a  Conegliano Veneto), che si riservava a sporgere denuncia/querela nei confronti dei tre extracomunitari  per invasione di edifici.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
Tv7 con Voi del 24/12/2018 - Un nuovo turismo enogastronomico a Jesolo Ospiti: - Edi Sommariva, Project Manager "jesolo Chef" - Andrea Manfrè, Ristoratore - Angelo Falloppa, Pres. Confcommercio Jeso...

Tv7 con Voi sera del 13/11/2018 - Decreto Sicurezza Ospiti: - Prof. Enrico Mario Ambrosetti, Ordinario Dir. Penale UNI PD - Vittorio Ivis, Segret. PD Padova - Marcello Bano, Cons....

Verona | Argento, tablet, pc e alcuni strumenti di lavoro come motoseghe e chiavi inglesi. Spiccano nel bottino trafugato anche quattro auto rubate e utilizzate nei vari furti. I sei uomini, tutti di...

Servizi straordinari di controllo a Venezia volti al contrasto dell'immigrazione clandestina. Arrestata una persona destinataria di un prov...

Alberghi tutti pieni in Veneto per questo weekend lungo di ferragosto. Per chi r...

Sono stati sequestrati ieri mattina a Padova tre appartamenti, due situati in vi...

Maurizio Saia, Assessore alla Sicurezza del Comune di Padova, commenta così l'operazione della Poli...

L'estate non decolla, e a risentirne sono soprattutto albergatori e commercianti del litorale. Per i...

Doveva essere una giornata di piacere per i 167 studenti del Liceo Classico di Maglie in Provincia di Lecce arrivati domenica in Veneto per ...

Sono state 34 le sanzioni amministrative per un importo totale di circa 135.000 euro, 6,5 tonnellate di prodotto sequestrato e tre denunce i...