OPERAZIONE "LUXURY BAGS" DELLA GDF DI VENEZIA
17/07/2015 15:33

Il ciclo di produzione delle merci contraffatte è governato da logiche produttive simili al mercato lecito, per cui chi produce e confeziona beni falsi ha necessità di approvvigionarsi di stampi, accessori e materie prime.  Le Fiamme Gialle di Venezia, quindi, hanno sviluppato un’attività investigativa, che ha permesso di ricostruire una filiera di produzione, relativa ad articoli di pelletteria contraffatti, partendo proprio da un primo sequestro di borse Hermes modello “Birkin” eseguito in un negozio del centro storico lagunare, fino a risalire all’individuazione di diversi magazzini di stoccaggio, gestiti da cittadini cinesi, situati a Padova e Treviso, e scoprire i laboratori di illecita produzione ubicati nelle provincie di Firenze e Macerata.  Le operazioni di perquisizione, eseguite su delega della Procura della Repubblica di Venezia, hanno consentito di scoprire vere e proprie linee di produzione di articoli di pelletteria di alta moda, principalmente del marchio Hermes, ma anche di Celine, Balenciaga, Stella McCartney e Gucci.

All’interno dei locali aziendali, i Finanzieri hanno rinvenuto cartamodelli, foto, fustelle metalliche, minuteria, macchinari e tutto l’occorrente per la produzione di borse così simili alle originali da creare non poche difficoltà di riconoscimento persino ai periti delle relative Maison.  In circa cinque mesi di attività, sono state eseguite oltre 30 perquisizioni, d’iniziativa e su delega dell’Autorità Giudiziaria, in Veneto, Toscana e nelle Marche, nel corso delle quali sono stati sottoposti a sequestro 100.000 articoli recanti marchi contraffatti, per un valore commerciale di oltre 3 milioni di euro. Nove i depositi di stoccaggio e cinque i laboratori di produzione scoperti, tre dei quali ubicati nell’hinterland fiorentino e due in provincia di Macerata.
24 le persone denunciate per produzione e commercio di merce contraffatta, di cui 17 cittadini cinesi e 7 italiani, che rischiano la reclusione fino a 4 anni ed una multa fino a trentacinquemila euro.

OPERAZIONE "LUXURY BAGS" DELLA GDF DI VENEZIA

Il ciclo di produzione delle merci contraffatte è governato da logiche produttive simili al mercato lecito, per cui chi produce e confeziona beni falsi ha necessità di approvvigionarsi di stampi, accessori e materie prime.  Le Fiamme Gialle di Venezia, quindi, hanno sviluppato un’attività investigativa, che ha permesso di ricostruire una filiera di produzione, relativa ad articoli di pelletteria contraffatti, partendo proprio da un primo sequestro di borse Hermes modello “Birkin” eseguito in un negozio del centro storico lagunare, fino a risalire all’individuazione di diversi magazzini di stoccaggio, gestiti da cittadini cinesi, situati a Padova e Treviso, e scoprire i laboratori di illecita produzione ubicati nelle provincie di Firenze e Macerata.  Le operazioni di perquisizione, eseguite su delega della Procura della Repubblica di Venezia, hanno consentito di scoprire vere e proprie linee di produzione di articoli di pelletteria di alta moda, principalmente del marchio Hermes, ma anche di Celine, Balenciaga, Stella McCartney e Gucci.

All’interno dei locali aziendali, i Finanzieri hanno rinvenuto cartamodelli, foto, fustelle metalliche, minuteria, macchinari e tutto l’occorrente per la produzione di borse così simili alle originali da creare non poche difficoltà di riconoscimento persino ai periti delle relative Maison.  In circa cinque mesi di attività, sono state eseguite oltre 30 perquisizioni, d’iniziativa e su delega dell’Autorità Giudiziaria, in Veneto, Toscana e nelle Marche, nel corso delle quali sono stati sottoposti a sequestro 100.000 articoli recanti marchi contraffatti, per un valore commerciale di oltre 3 milioni di euro. Nove i depositi di stoccaggio e cinque i laboratori di produzione scoperti, tre dei quali ubicati nell’hinterland fiorentino e due in provincia di Macerata.
24 le persone denunciate per produzione e commercio di merce contraffatta, di cui 17 cittadini cinesi e 7 italiani, che rischiano la reclusione fino a 4 anni ed una multa fino a trentacinquemila euro.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
FALSO MADE IN ITALY, UN GIRO DA 100 MILIARDI - Le agromafie gestiscono un mercat...

Dall'inizio dell'anno sono oltre 4 milioni i prodotti illeciti sequestrati a venditori abusivi dalla Guardia di Finanza di Venezia. Un bilancio completato sino ...

I militari del Nucleo di polizia tributaria di Venezia, in collaborazione con la Squadriglia Navale di Chioggia, questa mattina hanno sequestrato una imbarcazione fluviale adibita a ristorante gallegg...

Dalle prime ore di oggi oltre 100 finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di...

Prosegue l'operazione "Venice Journey" della Guardia di Finanza di Venezia. Oltre a locazioni di lusso ed affitti turistici “fai da te”, in un caso le fiamm...

In questi giorni di piena estate, il I Gruppo della Guardia di Finanza di Venezia sta intensificando la presenza discreta dei propri uomini nel centro storico della città, al fine di contrastare le v...

Conclusa una vasta operazione da parte delle Fiamme gialle di Jesolo: si tratta ...

Venezia- Si è svolta nel week end una maxi operazione anti contraffazione. I baschi verdi,150 milit...

Non solo controlli e sequestri sulla spiaggia ma anche caccia ai depositi di materiale nel weekend di intenso lavoro degli agenti della Poli...

Nel corso dell'attività della Guardia di Finanza presso l'Aeroporto "Marco Polo" di Venezia a tutela della spesa pubblica, nel settore degli assegni sociali erogati dall'Inps, sono state monitorate o...