TIGRI: IN 3 MILA SULL'ORLO DELL'ESTINZIONE
24/07/2015 11:33

Alla viglia del 29 luglio, "Giornata mondiale della tigre" si alza il grido di allarme degli esperti sul rischio estinzione di questo magnifico felino.  La tigre non ha avversari nella caccia alle prede, eccetto l’uomo, unico responsabile del declino della specie. Nell’arco di 100 anni l’uomo ha causato l’estinzione di tre delle nove sottospecie di Tigre e ne ha ridotto il numero dalle 100.000 di allora alle 3.000 del 2014. La continua domanda di pelli, ossa e altre parti del corpo, insieme alla distruttiva sottrazione dell’habitat forestale, hanno confinato il leggendario felino in zone isolate del Sud e del Sudest asiatico, della Cina e dell’estremo Est della Russia. “Avanti con questo trend – ricorda Cesare Avesani Zaborra, Direttore Scientifico del Parco Natura Viva di Bussolengo e Presidente dell’Unione Italiana Zoo e Acquari (UIZA) - le ultime sette sottospecie di Tigre ancora in natura si estingueranno nei prossimi cinque anni e il loro patrimonio genetico sarà perduto” (dato tigerday.org ndr) .

Il Parco Natura Viva rivendica il ruolo fondamentale che svolgono i parchi zoologici d’Europa e del Mondo per la tutela della tigre. “In Europa contiamo più di 500 tigri ospitate negli zoo, che vengono monitorate costantemente dai programmi di conservazione ex situ (fuori dall’habitat naturale) per controllarne la riproduzione e mantenerne la diversità genetica. I nostri Amka e Luva, giovani tigri dell’Amur di 9 e 3 anni, sono inseriti in un database internazionale che profila ogni esemplare e lo assegna alla struttura che risponde alle condizioni migliori non solo in funzione del maggior successo riproduttivo, ma anche delle garanzie di benessere psico-fisico che offre.”

E mentre per alcune specie questo processo costituisce l’anticamera della reintroduzione in natura, per molte altre come la tigre, non esiste ancora un programma di reintroduzione scientifico: “Purtroppo siamo ancora lontani dall’eliminare le cause che stanno provocando l’estinzione della tigre, e sarebbe un delitto allevare esemplari per poi destinarli alla vita selvaggia dove non hanno ancora le condizioni per sopravvivere”, conclude Avesani Zaborra.

I BIMBI, CUSTODI DEL DOMANI: GLI EVENTI AL PARCO

Sabato 25 luglio, ore 15:00 Keeper per un giorno- Al Parco Natura Viva è prevista la preparazione con i bimbi degli arricchimenti per la tigre;

Domenica 26 luglio, ore 15:00 Laboratori per bimbi e ragazzi - Dalla postazione in prossimità del reparto tigre verranno preparati tanti piccoli arricchimenti a sacchetto che i bimbi potranno decorare con un disegno e una frase dedicata alla tigre. I bimbi potranno mettere alla prova le proprie capacità creative costruendo la loro mascherina a forma di tigre, realizzando una tigre con materiale di riciclo o trasformandosi con l’attività di face-painting nell’affascinante felino asiatico! 

TIGRI: IN 3 MILA SULL'ORLO DELL'ESTINZIONE

Alla viglia del 29 luglio, "Giornata mondiale della tigre" si alza il grido di allarme degli esperti sul rischio estinzione di questo magnifico felino.  La tigre non ha avversari nella caccia alle prede, eccetto l’uomo, unico responsabile del declino della specie. Nell’arco di 100 anni l’uomo ha causato l’estinzione di tre delle nove sottospecie di Tigre e ne ha ridotto il numero dalle 100.000 di allora alle 3.000 del 2014. La continua domanda di pelli, ossa e altre parti del corpo, insieme alla distruttiva sottrazione dell’habitat forestale, hanno confinato il leggendario felino in zone isolate del Sud e del Sudest asiatico, della Cina e dell’estremo Est della Russia. “Avanti con questo trend – ricorda Cesare Avesani Zaborra, Direttore Scientifico del Parco Natura Viva di Bussolengo e Presidente dell’Unione Italiana Zoo e Acquari (UIZA) - le ultime sette sottospecie di Tigre ancora in natura si estingueranno nei prossimi cinque anni e il loro patrimonio genetico sarà perduto” (dato tigerday.org ndr) .

Il Parco Natura Viva rivendica il ruolo fondamentale che svolgono i parchi zoologici d’Europa e del Mondo per la tutela della tigre. “In Europa contiamo più di 500 tigri ospitate negli zoo, che vengono monitorate costantemente dai programmi di conservazione ex situ (fuori dall’habitat naturale) per controllarne la riproduzione e mantenerne la diversità genetica. I nostri Amka e Luva, giovani tigri dell’Amur di 9 e 3 anni, sono inseriti in un database internazionale che profila ogni esemplare e lo assegna alla struttura che risponde alle condizioni migliori non solo in funzione del maggior successo riproduttivo, ma anche delle garanzie di benessere psico-fisico che offre.”

E mentre per alcune specie questo processo costituisce l’anticamera della reintroduzione in natura, per molte altre come la tigre, non esiste ancora un programma di reintroduzione scientifico: “Purtroppo siamo ancora lontani dall’eliminare le cause che stanno provocando l’estinzione della tigre, e sarebbe un delitto allevare esemplari per poi destinarli alla vita selvaggia dove non hanno ancora le condizioni per sopravvivere”, conclude Avesani Zaborra.

I BIMBI, CUSTODI DEL DOMANI: GLI EVENTI AL PARCO

Sabato 25 luglio, ore 15:00 Keeper per un giorno- Al Parco Natura Viva è prevista la preparazione con i bimbi degli arricchimenti per la tigre;

Domenica 26 luglio, ore 15:00 Laboratori per bimbi e ragazzi - Dalla postazione in prossimità del reparto tigre verranno preparati tanti piccoli arricchimenti a sacchetto che i bimbi potranno decorare con un disegno e una frase dedicata alla tigre. I bimbi potranno mettere alla prova le proprie capacità creative costruendo la loro mascherina a forma di tigre, realizzando una tigre con materiale di riciclo o trasformandosi con l’attività di face-painting nell’affascinante felino asiatico! 

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
Un grosso felino, presumibilmente una tigre adulta, è stata avvistata nella notte a Ponso, nelle vicinanze di Este (P...