ALPINISTA MUORE SUL PELMO
31/08/2015 11:38

Vodo di Cadore (BL) - È stato trovato senza vita, precipitato dalla cengia di Ball, l'uomo per il cui mancato rientro, segnalato dai famigliari verso le 18.30, era scattato l'allarme al 118. Ieri sera attorno alle 23 un escursionista aveva già chiamato preoccupato per la stessa persona, poichè la mattina verso le 6 era partito da Passo Staulanza assieme a lui, conosciuto sul sentiero; avevano proseguito per un'oretta assieme diretti entrambi in cima al Pelmo, poi si erano separati. Dopo aver raggiunto la vetta, nella discesa l'escursionista lo aveva incontrato alle 15.30 circa ancora prima della cengia di Ball. In apprensione, arrivato al passo, gli aveva lasciato un biglietto sulla macchina con scritto di fargli un colpo di telefono. Ma non lo aveva più sentito. Questa mattina, la centrale operativa, non avendo il numero del telefono, aveva controllato l'eventuale presenza nei diversi rifugi, fino a rintracciare grazie all'intervento dei carabinieri un parente. Dal cellulare, rispondeva però la segreteria. In attesa della richiesta ufficiale dei famigliari per avviare la ricerca, sono stati ricontattati tutti i rifugi attorno al Pelmo, finché quando il mancato rientro è sembrato qualcosa di più grave rispetto a un ritardo, è scattato l'allarme, con l'allertamento delle Stazioni di San Vito di Cadore, Val Fiorentina e Valle di Zoldo. Purtroppo la prima ricognizione dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha subito fatto ritrovare il corpo senza vita di M.O., 59 anni, di Casale sul Sile (TV), precipitato dalla cengia di Ball e finito sul ghiaione sottostante, a 300-400 metri dal Rifugio Venezia. Recuperata con un verricello di 30 metri, la salma è stata trasportata al Venezia e lì presa in carico dai soccorritori di San Vito, che la hanno poi portata a valle alla cella mortuaria.

ALPINISTA MUORE SUL PELMO

Vodo di Cadore (BL) - È stato trovato senza vita, precipitato dalla cengia di Ball, l'uomo per il cui mancato rientro, segnalato dai famigliari verso le 18.30, era scattato l'allarme al 118. Ieri sera attorno alle 23 un escursionista aveva già chiamato preoccupato per la stessa persona, poichè la mattina verso le 6 era partito da Passo Staulanza assieme a lui, conosciuto sul sentiero; avevano proseguito per un'oretta assieme diretti entrambi in cima al Pelmo, poi si erano separati. Dopo aver raggiunto la vetta, nella discesa l'escursionista lo aveva incontrato alle 15.30 circa ancora prima della cengia di Ball. In apprensione, arrivato al passo, gli aveva lasciato un biglietto sulla macchina con scritto di fargli un colpo di telefono. Ma non lo aveva più sentito. Questa mattina, la centrale operativa, non avendo il numero del telefono, aveva controllato l'eventuale presenza nei diversi rifugi, fino a rintracciare grazie all'intervento dei carabinieri un parente. Dal cellulare, rispondeva però la segreteria. In attesa della richiesta ufficiale dei famigliari per avviare la ricerca, sono stati ricontattati tutti i rifugi attorno al Pelmo, finché quando il mancato rientro è sembrato qualcosa di più grave rispetto a un ritardo, è scattato l'allarme, con l'allertamento delle Stazioni di San Vito di Cadore, Val Fiorentina e Valle di Zoldo. Purtroppo la prima ricognizione dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha subito fatto ritrovare il corpo senza vita di M.O., 59 anni, di Casale sul Sile (TV), precipitato dalla cengia di Ball e finito sul ghiaione sottostante, a 300-400 metri dal Rifugio Venezia. Recuperata con un verricello di 30 metri, la salma è stata trasportata al Venezia e lì presa in carico dai soccorritori di San Vito, che la hanno poi portata a valle alla cella mortuaria.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
70ENNE MUORE NEL ROGO DELL'ABITAZIONE  ---- Una storia di fragilità quella legata alla tragedia accaduta questa notte intorno alle 04:00 in via delle Lunghe nel comune di Trebaseleghe, in #Altapadov...

TAGGI' PIANGE LA PERDITA DEL SUO GIGANTE BUONO ---- Non si parla d'altro a Taggi di Sopra frazione di Villafranca in #Altapadovana. Sono giorni di lutto, dopo che la triste notizia della tragedia in ...

Tv7 con Voi del 5/7/2019 - Affrontare la montagna con rispetto e prudenza Ospiti: - Giovanni Ferrarese, Delegato VI zona Speleologica Veneto Trentino Alto Adig...

SOCCORSO ALPINO VENETO, MILLE OPERAZIONI IN UN ANNO - Con 991 persone raggiunte, il Corpo Nazionale ...

CAMPOFONTANA, SI CERCA SENZA SOSTA IL 61ENNE--VERONA | Di lui non si hanno più notizie da giorni, d...

Nevicate abbontanti su Cortina, il Cadore e l'altopiano di Asiago, oltre che nel veronese. Iniziata con i buoni auspici di metà novembre, la stagione invernale...

Nella tarda mattinata di oggi il 118 è stato allertato per un escursionista colto da malore mentre ...

Verona | Si chiama Luca Speranza il giovane che questa notte è uscito di strada con la sua BMW 1000...

Verona | Non ce l'ha fatta Franco Benedetti, l'agricoltore settantenne che ieri ha perso la vita in seguito al ribaltame...

Portogruaro (VE) - E' di un morto e due feriti il bilancio dell'incidente stradale avvenuto stamani lungo l'autostrada A4 tra i caselli di Latisana e Portogruar...