L'AZZURRINO CORTELAZZO AL MEETING DI PADOVA
01/09/2015 12:17

Largo ai giovani. E non è un semplice modo di dire. All’interno del Meeting Città di Padova, che domenica 6 settembre vedrà i campioni dell’atletica internazionale calcare pista e pedane dello Stadio Euganeo (dalle ore 16.30, a ingresso gratuito) uno spazio importante sarà dedicato agli atleti più giovani, con l’inserimento dei 60 piani della categoria ragazzi, dei 60 a ostacoli ragazze, dei 100 under 23 femminili e dei 200 under 23 maschili. Talenti che, grazie all’impegno di Assindustria Sport, avranno l’opportunità di mettersi alla prova in un evento che richiama migliaia di spettatori.

«Sono già emozionato all’idea di partecipare» afferma il ventenne Lodovico Cortelazzo, campione italiano promesse dei 200 metri, specialità in cui sarà sui blocchi anche domenica dopo aver partecipato in questo 2015 ai campionati europei under 23 di Tallinn con la maglia della nazionale azzurra. «Per gli atleti come me questa possibilità è allo stesso tempo uno stimolo a migliorarsi e un premio. Fra l’altro nei 200 della mia categoria a Padova è prevista una gara persino più qualificata della finale dei Tricolori, tale è il livello dei velocisti al via. Per fortuna riesco a non perdere la testa e a mantenermi concentrato fino a quando mi sistemo sui blocchi». Fra gli sprinter selezionati per l’occasione ci saranno anche l’azzurrino Eseosa Desalu, un personale di 20”55 sul mezzo giro di pista, Pietro Pivotto e Federico Cattaneo, ma anche i francesi Stuart Dutamby (20”78), che proprio a Tallin si è laureato campione europeo con la 4x100 transalpina, e Guy-Elphège Anouman, suo collega di staffetta nonché medaglia di bronzo nella stessa rassegna nei 100.
«Per me in fondo questo è il coronamento di una grande stagione, senza dubbio la migliore della mia carriera, perché ho vinto il mio primo titolo italiano e debuttato nella nazionale under 23» conclude Cortelazzo, ragazzo di Este che frequenta Ingegneria meccanica all’università ed è seguito in pista dal tecnico Gianfranco Temporin. Portacolori di Assindustria Sport, non sarà l’unico rappresentante della società gialloblù al via: sui blocchi, nei 100 under 23, anche l’azzurrina Carol Zangobbo, in una prova che vedrà al via tra le altre pure le promettenti Emma Girardello e Zaynab Dosso, allieve forti di un personale sotto i 12” netti. E chissà che un domani non possano pure loro fare il grande salto e partecipare al Meeting come atlete del settore assoluto. In attesa della presentazione del cast della XXIX edizione, che sarà svelato nella conferenza stampa in programma giovedì mattina alle 11.45 a Palazzo Moroni, quel che si può anticipare è che proprio nelle gare sui 100 questa edizione del Città di Padova riserverà grandi sorprese.

L'AZZURRINO CORTELAZZO AL MEETING DI PADOVA

Largo ai giovani. E non è un semplice modo di dire. All’interno del Meeting Città di Padova, che domenica 6 settembre vedrà i campioni dell’atletica internazionale calcare pista e pedane dello Stadio Euganeo (dalle ore 16.30, a ingresso gratuito) uno spazio importante sarà dedicato agli atleti più giovani, con l’inserimento dei 60 piani della categoria ragazzi, dei 60 a ostacoli ragazze, dei 100 under 23 femminili e dei 200 under 23 maschili. Talenti che, grazie all’impegno di Assindustria Sport, avranno l’opportunità di mettersi alla prova in un evento che richiama migliaia di spettatori.

«Sono già emozionato all’idea di partecipare» afferma il ventenne Lodovico Cortelazzo, campione italiano promesse dei 200 metri, specialità in cui sarà sui blocchi anche domenica dopo aver partecipato in questo 2015 ai campionati europei under 23 di Tallinn con la maglia della nazionale azzurra. «Per gli atleti come me questa possibilità è allo stesso tempo uno stimolo a migliorarsi e un premio. Fra l’altro nei 200 della mia categoria a Padova è prevista una gara persino più qualificata della finale dei Tricolori, tale è il livello dei velocisti al via. Per fortuna riesco a non perdere la testa e a mantenermi concentrato fino a quando mi sistemo sui blocchi». Fra gli sprinter selezionati per l’occasione ci saranno anche l’azzurrino Eseosa Desalu, un personale di 20”55 sul mezzo giro di pista, Pietro Pivotto e Federico Cattaneo, ma anche i francesi Stuart Dutamby (20”78), che proprio a Tallin si è laureato campione europeo con la 4x100 transalpina, e Guy-Elphège Anouman, suo collega di staffetta nonché medaglia di bronzo nella stessa rassegna nei 100.
«Per me in fondo questo è il coronamento di una grande stagione, senza dubbio la migliore della mia carriera, perché ho vinto il mio primo titolo italiano e debuttato nella nazionale under 23» conclude Cortelazzo, ragazzo di Este che frequenta Ingegneria meccanica all’università ed è seguito in pista dal tecnico Gianfranco Temporin. Portacolori di Assindustria Sport, non sarà l’unico rappresentante della società gialloblù al via: sui blocchi, nei 100 under 23, anche l’azzurrina Carol Zangobbo, in una prova che vedrà al via tra le altre pure le promettenti Emma Girardello e Zaynab Dosso, allieve forti di un personale sotto i 12” netti. E chissà che un domani non possano pure loro fare il grande salto e partecipare al Meeting come atlete del settore assoluto. In attesa della presentazione del cast della XXIX edizione, che sarà svelato nella conferenza stampa in programma giovedì mattina alle 11.45 a Palazzo Moroni, quel che si può anticipare è che proprio nelle gare sui 100 questa edizione del Città di Padova riserverà grandi sorprese.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy