NATURA, ZOO SAFARI PER PRESERVARE DALL'ESTINZIONE
14/09/2015 16:21

Bussolengo (Vr)- Non sempre è facile digerire la cattività di animali costretti dietro gabbie o in spazi ristretti. E' un tema che divide chi ama la natura, ma alcuni zoo safari utilizzano gli incassi delle visite proprio per preservare la natura. Sembra strano, imprigionare per ridare libertà? Ci viene spiegato da Caterina Spiezio Resp. Settore Ricerca e Conservazione Parco Natura Viva, che molte specie sono ormai scomparse dai territori d'origine e altre sono fortemente a rischio. Il denaro speso da chi visita questi parchi a più valenze. Si parte dal desiderio di ripopolare aree e specie, spendendo per il benessere degli animali in cattività , finanziando le ricerche, le strutture ricettive pre-ripopolamento , i viggi per riportare gli animali nei luoghi d'origine e sopratutto per sensibilizzare gli abitanti di quei territori che per povertà e fame hanno svenduto i doni che madre natura aveva loro regalato. Cambiare mentalità ad un bracconiere insegnandogli che frutta più un animale vivo in libertà che uno impagliato non è cosa facile. Tutto è calcolato e nulla è lascito al caso, il benessere psicologico dell'animale è fondamentale per i 100 operatori del parco. Esiste anche un network di parchi con un rigido protocollo che fa scudo contro chi commissiona catture per vendere più biglietti mostrando animali rari. Certo vedere creature costrette non fa mai piacere ma pensare che sia un sacrificio per non vederle estinguersi tutte una dopo l'altra rende meno amaro il boccone.

NATURA, ZOO SAFARI PER PRESERVARE DALL'ESTINZIONE

Bussolengo (Vr)- Non sempre è facile digerire la cattività di animali costretti dietro gabbie o in spazi ristretti. E' un tema che divide chi ama la natura, ma alcuni zoo safari utilizzano gli incassi delle visite proprio per preservare la natura. Sembra strano, imprigionare per ridare libertà? Ci viene spiegato da Caterina Spiezio Resp. Settore Ricerca e Conservazione Parco Natura Viva, che molte specie sono ormai scomparse dai territori d'origine e altre sono fortemente a rischio. Il denaro speso da chi visita questi parchi a più valenze. Si parte dal desiderio di ripopolare aree e specie, spendendo per il benessere degli animali in cattività , finanziando le ricerche, le strutture ricettive pre-ripopolamento , i viggi per riportare gli animali nei luoghi d'origine e sopratutto per sensibilizzare gli abitanti di quei territori che per povertà e fame hanno svenduto i doni che madre natura aveva loro regalato. Cambiare mentalità ad un bracconiere insegnandogli che frutta più un animale vivo in libertà che uno impagliato non è cosa facile. Tutto è calcolato e nulla è lascito al caso, il benessere psicologico dell'animale è fondamentale per i 100 operatori del parco. Esiste anche un network di parchi con un rigido protocollo che fa scudo contro chi commissiona catture per vendere più biglietti mostrando animali rari. Certo vedere creature costrette non fa mai piacere ma pensare che sia un sacrificio per non vederle estinguersi tutte una dopo l'altra rende meno amaro il boccone.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
CAMPOSAMPIERO RENDE OMAGGIO ALLA MADONNA   Quattro giornate speciali attendono il Comune di Campos...

TRAGEDIA NELLA FAMIGLIA MOLINO BENETELLO La tranquilla frazione di Santa Croce Bigolina a circa 7 km da Cittadella, è stata sconvolta dalla notizia dell'insano gesto compiuto nel tardo pomeriggio di ...

VILLA DEL CONTE REGGE LA CRISI ECONOMICA Bilancio positivo a Villa del Conte nell'Alta padovana, sia per i conti del Com...

CAMPOSAMPIERO DAL 1866, SOLO DUE DONNE SINDACO  Un lungo elenco che parte dal 1866, data di ammissione al Regno d'Italia per il Comune di Camposampiero. A ricoprire la carica di primo cittadino è il...

CAMPOSAMPIERO: L'OSPEDALE MUOVE L'ECONOMIA LOCALE  Pare brutto parlare di Economia del territorio e...

LA PICCIONAIA TORNA AL FERRARI DI CAMPOSAMPIERO  Presentata oggi presso il Teatro Ferrari di Camposampiero, la nuova stagione teatrale a cura de “ La Piccionaia”. L'eccellenza...

CHE FINE HA FATTO L'IPPODROMO DI PADOVA - Vanta un passato glorioso ma il suo presente non è certo invidiabile, l'ippodromo patavino oscilla tra ombre e luci. ...

E' la legge Regionale n°50 a dettare le regole in caso di ritrovamento di animali selvatici in difficoltà. La Provincia è obbligata a prendersi cura dell'animale, basta allertare il call center del...

Operazione lunga e complessa quella dei Carabinieri del Radiomobile di Cittadella che ha disarticolato un sodalizio italo- albanese dedito a...

CONSELVE (PD) - Li hanno trovati uno accanto all'altro; Angelo, 42enne affetto d...