LUIGI BRUGNARO; I PRIMI 100 GIORNI
23/09/2015 15:38

E' il 14 Giugno 2015, sono passati 100 giorni da quella data, giorno in cui la città più bella e chiaccherata al mondo ha finalmente un Sindaco. Venezia, dopo un lungo periodo di commissariamento sceglie Luigi Brugnaro, patron dell'Umana e della Reyer di basket. Rovesciando al ballottaggio l'esito del primo turno che era stato favorevole all'ex magistrato e senatore Felice Casson, avversario diretto per il centro sinistra, Brugnaro viene eletto con un secco 53% di preferenze. Da quel giorno ne seguono uno dopo l'altro sempre più infuocati. Si parte da un debito da sanare 62 mln ereditato dalle precedenti gestioni stataliste come ama definirle. Si passa, vuoi perchè è estate e la cronaca scarseggia, al caso fiabe Gender che diventa un caso internazionale con scontro via Twitter tra Sir Elton John e il neoSindaco che si conclude con un particolare invito mediatico da parte di Brugnaro; “Elton John caccia i schèi”. Tre libricini che spiegano le nuove tipologie di genitorialità, dividono il mondo che si scatena contro la decisione del primo cittadino di vietarle all'asilo e nelle primarie veneziane. Arriva il momento dei “sapientoni vip”, da Celentano a Oliviero Toscani, alla sottosegretario ai Beni culturali Ilaria Borletti Buitoni è un susseguirsi di botta e risposta senza troppi complimeti, la questione? Come salvare Venezia. Ma Brugnaro risponde solo ai cittadini che considera gli unici titolati per salvare la città. Scatta così l'Operazione Verità, vengono scoperchiati i conti passati per capire l'entità dei debiti, scoprendo che sia lo Stato che la Regione sono debitori del Comune lagunare. Brugnaro eredita non solo debiti ma anche un'opera per cui può perderci la faccia portandola a compimento; il tram che collega la terra ferma con Venezia. Brugnaro è schietto , forse a volte anche troppo ma ci crede e nonostante il compito sia arduo ha cercato la sfida perchè un giorno possa dire; “ io c'ero”.

LUIGI BRUGNARO; I PRIMI 100 GIORNI

E' il 14 Giugno 2015, sono passati 100 giorni da quella data, giorno in cui la città più bella e chiaccherata al mondo ha finalmente un Sindaco. Venezia, dopo un lungo periodo di commissariamento sceglie Luigi Brugnaro, patron dell'Umana e della Reyer di basket. Rovesciando al ballottaggio l'esito del primo turno che era stato favorevole all'ex magistrato e senatore Felice Casson, avversario diretto per il centro sinistra, Brugnaro viene eletto con un secco 53% di preferenze. Da quel giorno ne seguono uno dopo l'altro sempre più infuocati. Si parte da un debito da sanare 62 mln ereditato dalle precedenti gestioni stataliste come ama definirle. Si passa, vuoi perchè è estate e la cronaca scarseggia, al caso fiabe Gender che diventa un caso internazionale con scontro via Twitter tra Sir Elton John e il neoSindaco che si conclude con un particolare invito mediatico da parte di Brugnaro; “Elton John caccia i schèi”. Tre libricini che spiegano le nuove tipologie di genitorialità, dividono il mondo che si scatena contro la decisione del primo cittadino di vietarle all'asilo e nelle primarie veneziane. Arriva il momento dei “sapientoni vip”, da Celentano a Oliviero Toscani, alla sottosegretario ai Beni culturali Ilaria Borletti Buitoni è un susseguirsi di botta e risposta senza troppi complimeti, la questione? Come salvare Venezia. Ma Brugnaro risponde solo ai cittadini che considera gli unici titolati per salvare la città. Scatta così l'Operazione Verità, vengono scoperchiati i conti passati per capire l'entità dei debiti, scoprendo che sia lo Stato che la Regione sono debitori del Comune lagunare. Brugnaro eredita non solo debiti ma anche un'opera per cui può perderci la faccia portandola a compimento; il tram che collega la terra ferma con Venezia. Brugnaro è schietto , forse a volte anche troppo ma ci crede e nonostante il compito sia arduo ha cercato la sfida perchè un giorno possa dire; “ io c'ero”.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy