VACCINI IN CALO OBBLIGO DA RIPRISTINARE IN VENETO
07/10/2015 17:56

“Zaia riveda la delibera che ha scelto di rendere non obbligatoria la vaccinazione per difterite, tetano, poliomielite ed epatite B dal 1 gennaio 2008. I dati sul calo delle vaccinazioni rilevati dall'Istituto Superiore di Sanità, e pubblicati dal Ministero della Salute, sono molto preoccupanti e richiedono interventi immediati di ripristino delle vaccinazioni obbligatorie”. E' quanto afferma Nino Pipitone, membro della segreteria nazionale dell'Italia dei Valori ed ex consigliere regionale veneto.  “Il Veneto, infatti – ha osservato - è tra le Regioni Italiane che ha eliminato la vaccinazione obbligatoria. Un grave errore che più volte abbiamo denunciato con interrogazioni e interventi pubblici. Alcune malattie debellate da anni, dalla poliomelite alla difterite, potrebbero ripresentarsi infettando migliaia di bambini (e adulti) che non si sono vaccinati”. Secondo Pipitone, “il dato è seriamente preoccupante: siamo a meno 95% per le vaccinazioni per poliomielite, tetano, difterite ed epatite B. Ovviamente ancora più basso è il risultato per le vaccinazioni non obbligatorie. Inoltre, emergono significative differenze di comportamento delle autorità sanitarie locali tra i vari territori veneti. Cosa si aspetta a intervenire per assicurare una disciplina uniforme e che garantisca il diritto alla salute?”. ai microfoni Antonino Pipitone della segreteria nazionale dell'Italia dei Valori

VACCINI IN CALO OBBLIGO DA RIPRISTINARE IN VENETO

“Zaia riveda la delibera che ha scelto di rendere non obbligatoria la vaccinazione per difterite, tetano, poliomielite ed epatite B dal 1 gennaio 2008. I dati sul calo delle vaccinazioni rilevati dall'Istituto Superiore di Sanità, e pubblicati dal Ministero della Salute, sono molto preoccupanti e richiedono interventi immediati di ripristino delle vaccinazioni obbligatorie”. E' quanto afferma Nino Pipitone, membro della segreteria nazionale dell'Italia dei Valori ed ex consigliere regionale veneto.  “Il Veneto, infatti – ha osservato - è tra le Regioni Italiane che ha eliminato la vaccinazione obbligatoria. Un grave errore che più volte abbiamo denunciato con interrogazioni e interventi pubblici. Alcune malattie debellate da anni, dalla poliomelite alla difterite, potrebbero ripresentarsi infettando migliaia di bambini (e adulti) che non si sono vaccinati”. Secondo Pipitone, “il dato è seriamente preoccupante: siamo a meno 95% per le vaccinazioni per poliomielite, tetano, difterite ed epatite B. Ovviamente ancora più basso è il risultato per le vaccinazioni non obbligatorie. Inoltre, emergono significative differenze di comportamento delle autorità sanitarie locali tra i vari territori veneti. Cosa si aspetta a intervenire per assicurare una disciplina uniforme e che garantisca il diritto alla salute?”. ai microfoni Antonino Pipitone della segreteria nazionale dell'Italia dei Valori

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
COSÌ L'AUTONOMIA POTREBBE AIUTARE LA SANITÀ VENETA Tra i tanti punti che il Veneto intende chiedere a Roma nel pacchetto dell'autonomia, c'è ovviamente anche l'aspetto legato a...

PROPOSTA DI LEGGE PER ABBATTERE LE LISTE D'ATTESA. In regione Veneto arriva una proposta di legge re...

Niente più preoccupazioni per il futuro dell'Ospedale di Malcesine, per il quale è pronto il nuovo Tavolo Tecnico Permanente di Confronto ...

RELAX ALL'ARIA APERTA, LA BELLA STAGIONE NEI PARCHI. Con la bella stagione e la voglia di stare all'aria aperta, tornano ad affollarsi i parchi pubblici padovani, quasi 600 mila me...

Arriva il nuovo servizio porta a porta per la gestione dei rifiuti, che andrà a chiudere l'anello progressivamente costruito intorno alla città di Padova arrivando a servire oltr...

ALL'UNIVERSITÀ IL CONVEGNO SUI TRAPIANTI DI FEGATO. Le università di Padova e ...

GRAN FESTA AICB, IN 400 PER CELEBRARE IL PADOVA. Mercoledì sera oltre 400 persone hanno festeggiato il Padova, promosso in Serie B, alla tradizionale cena di f...

QUATTRO IDEE PER IL FINE SETTIMANA - Diamo un'occhiata ad alcune proposte per attività sia a Padova che in provincia per passare al meglio questo fine settimana.

Mentre si indaga per scoprire la verità, il quadro clinico dei tre operai dell'incidente alle Acciaierie Venete di Padova, resta preoccupan...

Sono trascorse ormai più di 48 ore dal tragico incidente alle Acciaierie Venete di Padova. Resta altissima l'apprension...