MESTRE: RAPINANO PROSTITUTA PER ACQUISTARE DROGA
12/10/2015 11:19

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mestre hanno arrestato VIANELLO Stefano, 49enne e MASCIOPINTO Michele, 37enne resisi responsabili di una rapina avvenuta in piena notte ai danni di prostituta rumena. I fatti sono avvenuti intorno alle ore 02.30 circa di domenica, quando la coppia di amici, di origini mestrine, aveva deciso di abbordare una donna ”del mestiere” sul Terraglio. In realtà i due più che sesso a pagamento cercavano soldi facili per acquistare cocaina, tant’è che hanno organizzato una vera propria imboscata alla ragazza: giunti su via Terraglio e individuata la vittima, VIANELLO si nascondeva sul sedile posteriore, mentre MASCIOPINTO, dopo aver contrattato una prestazione sessuale, faceva salire a bordo della macchina la giovane e avvenente straniera che gli indicava il luogo dove appartarsi. Ma proprio durante il tragitto per raggiungere l’alcova di fortuna, VIANELLO spuntava dal sedile posteriore con in mano una pistola (poi rivelatasi finta), mentre l’altro estraeva un coltello e dopo averla presa per i capelli e minacciata violentemente, la costringevano a consegnare  “l’incasso” della serata, poco più di 100 euro. I due a quel punto facevano scendere la 29nne dalla vettura, fuggendo a tutto gas in direzione Mestre. La malcapitata però, non si perdeva d’animo e dopo aver annotato un parziale della targa dell’auto con la quale i due malviventi si erano allontanati, chiamava subito il 112 dei Carabinieri.

La pattuglia dell’Arma giungeva sul posto in pochi minuti e, raccolta la testimonianza della donna, si metteva subito in caccia dei due.  Gli accertamenti svolti ed i riscontri raccolti portavano in poco tempo i militari sino a Spinea, dove in prossimità di un appartamento di viale Viareggio rinvenivano l’auto della rapina con ancora il cofano caldo.  I militari raggiungevano subito l’appartamento ove i due nel frattempo erano rientrati, perquisendolo da cima a fondo fino a rinvenire sia la pistola che il coltello. I soldi invece erano già spariti perché utilizzati per stessa ammissione dei due per l’acquisto di dosi di cocaina. Portati in caserma, i due sono stati tratti in arresto e condotti, al termine degli accertamenti, presso il carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

MESTRE: RAPINANO PROSTITUTA PER ACQUISTARE DROGA

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mestre hanno arrestato VIANELLO Stefano, 49enne e MASCIOPINTO Michele, 37enne resisi responsabili di una rapina avvenuta in piena notte ai danni di prostituta rumena. I fatti sono avvenuti intorno alle ore 02.30 circa di domenica, quando la coppia di amici, di origini mestrine, aveva deciso di abbordare una donna ”del mestiere” sul Terraglio. In realtà i due più che sesso a pagamento cercavano soldi facili per acquistare cocaina, tant’è che hanno organizzato una vera propria imboscata alla ragazza: giunti su via Terraglio e individuata la vittima, VIANELLO si nascondeva sul sedile posteriore, mentre MASCIOPINTO, dopo aver contrattato una prestazione sessuale, faceva salire a bordo della macchina la giovane e avvenente straniera che gli indicava il luogo dove appartarsi. Ma proprio durante il tragitto per raggiungere l’alcova di fortuna, VIANELLO spuntava dal sedile posteriore con in mano una pistola (poi rivelatasi finta), mentre l’altro estraeva un coltello e dopo averla presa per i capelli e minacciata violentemente, la costringevano a consegnare  “l’incasso” della serata, poco più di 100 euro. I due a quel punto facevano scendere la 29nne dalla vettura, fuggendo a tutto gas in direzione Mestre. La malcapitata però, non si perdeva d’animo e dopo aver annotato un parziale della targa dell’auto con la quale i due malviventi si erano allontanati, chiamava subito il 112 dei Carabinieri.

La pattuglia dell’Arma giungeva sul posto in pochi minuti e, raccolta la testimonianza della donna, si metteva subito in caccia dei due.  Gli accertamenti svolti ed i riscontri raccolti portavano in poco tempo i militari sino a Spinea, dove in prossimità di un appartamento di viale Viareggio rinvenivano l’auto della rapina con ancora il cofano caldo.  I militari raggiungevano subito l’appartamento ove i due nel frattempo erano rientrati, perquisendolo da cima a fondo fino a rinvenire sia la pistola che il coltello. I soldi invece erano già spariti perché utilizzati per stessa ammissione dei due per l’acquisto di dosi di cocaina. Portati in caserma, i due sono stati tratti in arresto e condotti, al termine degli accertamenti, presso il carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
SCACCIAVA CIMICI, GIOVANE PRECIPITA DAL TERZO PIANO Tragedia sabato pomeriggio a Campodarsego: un trentenne è precipitato dal terzo piano ed è morto sul colpo. Stava scacciando le cimici insediates...

Il Centro Operativo della Dia di Padova e la Sezione Operativa della Dia di Lecce hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro, emesso dal Tribunale di Brindisi - Sezione Misure...

Un albanese di 51 anni, dipendente di un'azienda di autotrasporti padovana, è morto in un incidente avvenuto oggi sull'autostrada del Brennero, sulla carreggiata Nord, tra il casello di Nogarole Rocc...

Sarebbe stato acquistato in un'azienda del Padovano il tallio che Mattia Del Zotto, il giovane di Nova Milanese arrestato dai carabinieri, avrebbe usato per avv...

Sono riusciti nell'intento di rapinare 18 mila euro alla banca Antonveneta di Torreglia e a seminare il panico tra dipendenti e clienti dell...

Sarà il tribunale di sorveglianza di Padova a decidere sulla richiesta della procura di una restrizione della libertà ...

E' un ivoriano di 35 anni, richiedente asilo in Italia, il migrante travolto e ucciso da un'auto mentre era in bicicletta. Faceva parte di u...

Cinque arresti per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, favoreggiamento della prostituzione e riduzione in schiavitù da parte del...

La Polizia di Padova ha sequestrato 59 chili di eroina in un appartamento nel cuore della città e ha arrestato due cittadini albanesi. Un duro colpo alle orga...

Una studentessa di un istituto superiore veneziano si è presentata in classe stamane con un ferita d'arma da taglio ad una mano mano, raccontando di essere stata ferita da uno sco...