SCOPERTA VIA PER BLOCCARE TUMORE AL CERVELLO BIMBI
13/10/2015 13:04

Scoperta una nuova potenziale strategia per bloccare il più diffuso tumore al cervello dei bambini: è stata infatti individuata la via molecolare attraverso cui si propaga il medulloblastoma. Il passo avanti è frutto del lavoro di un team di ricercatori dell'Università La Sapienza e dell'Istituto Pasteur. Contro il medulloblastoma, la più frequente forma di tumore al cervello nell'infanzia, al momento, non esistono approcci efficaci. La terapia attuale associa l'asportazione chirurgica alla chemioterapia e alla radioterapia ma la sopravvivenza senza recidiva non è priva di effetti collaterali; spesso, inoltre, i pazienti sviluppano resistenza ai farmaci. Per contrastare la crescita del medulloblastoma da oggi si dispone però di una nuova potenziale strategia: interrompere un meccanismo molecolare finora sconosciuto e responsabile della formazione e propagazione del tumore. Pubblicata sulla rivista Developmental Cell, la scoperta pone le basi per rendere inagibile questa 'corsia preferenziale' della patologia, come spiega Gianluca Canettieri del dipartimento di Medicina Molecolare della Sapienza che ha coordinato il team di ricercatori dell'Istituto Pasteur di Roma, dell'Italian Institute of Technology e di Sapienza. I ricercatori, in pratica, sono riusciti a 'disinnescare' le molecole coinvolte nella proliferazione del tumore (poliamine) con farmaci specifici: così facendo, sono riusciti a contrastare efficacemente la crescita tumorale in modelli preclinici. "In attesa di verificare l'efficacia di questi farmaci nell'uomo - conclude Canettieri - questo studio aggiunge un importante tassello nella comprensione del medulloblastoma e apre importanti prospettive in ambito terapeutico". Tali osservazioni potrebbero infatti portare allo sviluppo di una terapia personalizzata del medulloblastoma e di altri tumori, come il cancro della prostata, del pancreas, del polmone, della mammella e del colon, frequentemente associati alla iper-attivazione delle stesse molecole responsabili.

SCOPERTA VIA PER BLOCCARE TUMORE AL CERVELLO BIMBI

Scoperta una nuova potenziale strategia per bloccare il più diffuso tumore al cervello dei bambini: è stata infatti individuata la via molecolare attraverso cui si propaga il medulloblastoma. Il passo avanti è frutto del lavoro di un team di ricercatori dell'Università La Sapienza e dell'Istituto Pasteur. Contro il medulloblastoma, la più frequente forma di tumore al cervello nell'infanzia, al momento, non esistono approcci efficaci. La terapia attuale associa l'asportazione chirurgica alla chemioterapia e alla radioterapia ma la sopravvivenza senza recidiva non è priva di effetti collaterali; spesso, inoltre, i pazienti sviluppano resistenza ai farmaci. Per contrastare la crescita del medulloblastoma da oggi si dispone però di una nuova potenziale strategia: interrompere un meccanismo molecolare finora sconosciuto e responsabile della formazione e propagazione del tumore. Pubblicata sulla rivista Developmental Cell, la scoperta pone le basi per rendere inagibile questa 'corsia preferenziale' della patologia, come spiega Gianluca Canettieri del dipartimento di Medicina Molecolare della Sapienza che ha coordinato il team di ricercatori dell'Istituto Pasteur di Roma, dell'Italian Institute of Technology e di Sapienza. I ricercatori, in pratica, sono riusciti a 'disinnescare' le molecole coinvolte nella proliferazione del tumore (poliamine) con farmaci specifici: così facendo, sono riusciti a contrastare efficacemente la crescita tumorale in modelli preclinici. "In attesa di verificare l'efficacia di questi farmaci nell'uomo - conclude Canettieri - questo studio aggiunge un importante tassello nella comprensione del medulloblastoma e apre importanti prospettive in ambito terapeutico". Tali osservazioni potrebbero infatti portare allo sviluppo di una terapia personalizzata del medulloblastoma e di altri tumori, come il cancro della prostata, del pancreas, del polmone, della mammella e del colon, frequentemente associati alla iper-attivazione delle stesse molecole responsabili.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
SIMIONATO: "AZIENDA ZERO E' OPERATIVA" Il motore della sanità veneta è operativo e ha il suo nuovo direttore generale: Patrizia Simionato. Azienda Zero, che unifica le 23 Ulss d...

INFLUENZA: VIRUS ANCORA POCO DIFFUSO L'attività dei virus influenzali è ancora al momento ai livelli di base, l'incid...

Si chiude definitivamente la diatriba sul nuovo polo della salute di Padova: la città del Santo avrà due grandi poli ospedalieri. Il nuovo polo sorgerà a P...

Sono stabili le condizioni di salute della bimba di 5 anni, colpita da meningite da meningococco di tipo B e ricoverata in gravi condizioni presso la Terapia in...

Sofia, la bambina trentina di quattro anni morta a Brescia per malaria, non sarebbe mai stata, secondo quanto si è appreso, in Paesi malar...

OSPEDALE DI PADOVA, ZAIA: "NO AL NUOVO SUL VECCHIO" Il nuovo ospedale sul vecchio non s'ha da fare. Di fronte alle intenzioni manifestate dal nuovo sindaco di Padova, Sergio Giordani, relativamente a...

CORTEO NO VAX CONTRO L'OBBLIGATORIETA' VACCINI Sabato pomeriggio circa seimila persone in corteo per le vie del centro...

"Confermiamo la non obbligatorietà vaccinale in Veneto". Lo ha annunciato ieri il presidente della Regione Luca Zaia. L...

Secondo la dottoressa Ivana Simoncello, responsabile del dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 6 Euganea, l'estensione dell'obbligo vaccin...

Vaccinarsi si o vaccinarsi no... a fugare ogni dubbio il ministro della Salute Beatrice Lorenzin che ha fatto approvare in Consiglio dei Ministri un decreto legge che ripristina le...