ALLARME IMMIGRAZIONE, ZAIA: I VENETI PAGANO. UN INSULTO
14/10/2015 12:51

"Gli italiani e i veneti stanno pagando a caro prezzo l'incapacità del Governo di gestire un fenomeno che, lungi dall'essere un'emergenza, era segnalato e atteso almeno da 4 anni": A dirlo è il presidente del Veneto Luca Zaia che lancia un nuovo 'allarme immigrazione' legato ai costi e ai tempi delle procedure che, "in teoria - sottolinea - dovrebbero concludersi con il rimpatrio dei non aventi diritto". "Lo tsunami finanziario e procedurale causato dalla gestione caotica dell'immigrazione firmata dalla premiata coppia Renzi-Alfano - rileva Zaia - sta per arrivare: decine di milioni l'anno solo in Veneto per procrastinare praticamente sine die il contributo di 35 euro al giorno pro capite a migranti in attesa di essere valutati dalle commissioni per lo status e di quelli che ricorrono contro il diniego; centinaia, probabilmente migliaia di ricorsi sulle spalle dei giudici che dovranno lavorare circa un anno per ogni caso; prospettive di rimpatrio dei non aventi diritto in quanto migranti economici, che sono i due terzi, meno di zero". "Il Veneto - precisa - non si tirerà mai indietro se c'è da aiutare i veri sofferenti e, con i suoi 517 mila stranieri residenti, è un modello di accoglienza e integrazione seria, ma qui siamo di fronte a un insulto. Un insulto ai tanti italiani e veneti ridotti in povertà dalla crisi che 35 euro al giorno per almeno due anni se li sognano - dice il Governatore - agli anziani con pensioni da fame che stringono il cuore quando, sempre più di frequente, vengono fotografati a ispezionare i cassonetti o fermati nei supermercati per aver rubato della pasta per dentiera; ai disoccupati che si vedono tagliare luce e gas e non riescono a mandare a scuola i figli; ai malati che si vedono tagliare le cure dalla legge di stabilità perché se no l'Europa ci bacchetta".

E continua Zaia: "Apprendiamo che in una sola provincia Veneta, Vicenza, il costo di questa ingiustizia potrebbe arrivare a 26 milioni di euro in due anni. Non si può e non si deve fare. Chiedo a nome di tutti i residenti italiani e veneti in condizioni di bisogno, immigrati regolari compresi - conclude - che il Governo investa tutto il necessario in personale e sedi per ridurre alla logica, che dice due, tre mesi massimo, i tempi delle pratiche, ricorsi compresi. In caso contrario non ci si stupisca dell'allarme sociale che sta crescendo su questo tema e non ci si permetta di chiamare razzista un pensionato che cerca una telecamera o un taccuino per gridare tutta la sua indignazione, che è anche la mia".

ALLARME IMMIGRAZIONE, ZAIA: I VENETI PAGANO. UN INSULTO

"Gli italiani e i veneti stanno pagando a caro prezzo l'incapacità del Governo di gestire un fenomeno che, lungi dall'essere un'emergenza, era segnalato e atteso almeno da 4 anni": A dirlo è il presidente del Veneto Luca Zaia che lancia un nuovo 'allarme immigrazione' legato ai costi e ai tempi delle procedure che, "in teoria - sottolinea - dovrebbero concludersi con il rimpatrio dei non aventi diritto". "Lo tsunami finanziario e procedurale causato dalla gestione caotica dell'immigrazione firmata dalla premiata coppia Renzi-Alfano - rileva Zaia - sta per arrivare: decine di milioni l'anno solo in Veneto per procrastinare praticamente sine die il contributo di 35 euro al giorno pro capite a migranti in attesa di essere valutati dalle commissioni per lo status e di quelli che ricorrono contro il diniego; centinaia, probabilmente migliaia di ricorsi sulle spalle dei giudici che dovranno lavorare circa un anno per ogni caso; prospettive di rimpatrio dei non aventi diritto in quanto migranti economici, che sono i due terzi, meno di zero". "Il Veneto - precisa - non si tirerà mai indietro se c'è da aiutare i veri sofferenti e, con i suoi 517 mila stranieri residenti, è un modello di accoglienza e integrazione seria, ma qui siamo di fronte a un insulto. Un insulto ai tanti italiani e veneti ridotti in povertà dalla crisi che 35 euro al giorno per almeno due anni se li sognano - dice il Governatore - agli anziani con pensioni da fame che stringono il cuore quando, sempre più di frequente, vengono fotografati a ispezionare i cassonetti o fermati nei supermercati per aver rubato della pasta per dentiera; ai disoccupati che si vedono tagliare luce e gas e non riescono a mandare a scuola i figli; ai malati che si vedono tagliare le cure dalla legge di stabilità perché se no l'Europa ci bacchetta".

E continua Zaia: "Apprendiamo che in una sola provincia Veneta, Vicenza, il costo di questa ingiustizia potrebbe arrivare a 26 milioni di euro in due anni. Non si può e non si deve fare. Chiedo a nome di tutti i residenti italiani e veneti in condizioni di bisogno, immigrati regolari compresi - conclude - che il Governo investa tutto il necessario in personale e sedi per ridurre alla logica, che dice due, tre mesi massimo, i tempi delle pratiche, ricorsi compresi. In caso contrario non ci si stupisca dell'allarme sociale che sta crescendo su questo tema e non ci si permetta di chiamare razzista un pensionato che cerca una telecamera o un taccuino per gridare tutta la sua indignazione, che è anche la mia".

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
GRAFICA VENETA DONA 2 MILIONI DI MASCHERINE ---- Presentate questa mattina in Sede Protezione Civile a Marghera dal Presidente del Veneto, Luca Zaia le mascherine di protezione realizzate da “Grafic...

VENETO STRADE, NUOVI SISTEMI DI MONITORAGGIO PONTI - Progettato in collaborazione con l'Università di Padova, il nuovo ...

Primus Inter Pares del 11/12/2019 - Giuseppe Pan Ospite: - Giuseppe Pan, Assess...

Primus Inter Pares del 4/12/2019 - Luca Zaia Ospite: - Luca Zaia, Pres. Regione Veneto - Iscriviti al canale YouTube del Gruppo Tv7, e non perderti nemmeno un nostro video. http://www.youtube.com/su...

La Regione Veneto si impegna nella sicurezza idraulica dei bacini orientali stanziando 500.000 euro che andranno a copri...

BATTERIO KILLER, FOCUS SU CINQUEMILA PAZIENTI Oggi a Padova, all'Ulss Euganea, un team di esperti si è confrontato sulla possibilità di sottoporre ad uno sp...

Primus Inter Pares del 18/7/2018 - Roberto Marcato Ospite: - Roberto Marcato, Assessore Regione Veneto - Iscriviti al canale YouTube del Gruppo Tv7, e non perderti nemmeno un nos...

VOLTI NOTI, SORPRESE ED ESCLUSI: I 74 VENETI ELETTI. L'Osservatorio Elettorale della regione questa mattina ha sciolto g...

DALLA REGIONE QUASI 2 MILIONI PER SPORT E STRUTTURE. La Giunta Regionale destina allo sport del Veneto oltre un milione e 700 mila euro, quasi il triplo dei fondi che erano stati ...

LA REGIONE IN AIUTO DELLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA. In Veneto sono partiti i corsi di formazione rivolti agli operatori chiamati ad assistere donne vittime di violenza. Un problem...