VANDALI A MESTRE, DUE DENUNCE E UN ARRESTO
03/11/2015 11:34

Nella notte appena trascorsa i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mestre hanno tratto in arresto su ordine di carcerazione un cittadino di origine romena, denunciandolo insieme ad un complice connazionale per danneggiamento aggravato. I militari, impegnati nel servizio notturno di pattuglia nel centro abitato mestrino, erano appena usciti dalla caserma di via Miranese, impegnando la circonvallazione, in direzione dell’ex ospedale. All’altezza del parco di villa Querini notavano una coppia che “lavorava” vicino alla recinzione del parco ma non per la manutenzione bensì per sradicare uno dei paletti, danneggiando così buona parte della rete. Subito dopo, i due si portavano sull’adiacente via Olimpia e qui rivolgevano le loro attenzioni ad un palo della segnaletica che indica la pista ciclabile, abbattendo anche questo. I due stavano distruggendo gli arredi e la segnaletica, senza apparente motivo, sono stati quindi immediatamente bloccati e condotti in caserma. 

I soggetti, di origine rumena – M.I. di anni 27, e P.C., 41enne, già gravati da  pregiudizi penali sono stati quindi condotti presso la Compagnia via Miranese per gli accertamenti del caso. Da ulteriori verifiche è emerso che uno dei due, P.C. risultava catturando con provvedimento di carcerazione a carico per una condanna di 6 mesi per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali e furto. Per l’uomo si sono quindi aperte le porte del carcere, ma dovrà rispondere insieme all’amico anche di danneggiamento aggravato.

VANDALI A MESTRE, DUE DENUNCE E UN ARRESTO

Nella notte appena trascorsa i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mestre hanno tratto in arresto su ordine di carcerazione un cittadino di origine romena, denunciandolo insieme ad un complice connazionale per danneggiamento aggravato. I militari, impegnati nel servizio notturno di pattuglia nel centro abitato mestrino, erano appena usciti dalla caserma di via Miranese, impegnando la circonvallazione, in direzione dell’ex ospedale. All’altezza del parco di villa Querini notavano una coppia che “lavorava” vicino alla recinzione del parco ma non per la manutenzione bensì per sradicare uno dei paletti, danneggiando così buona parte della rete. Subito dopo, i due si portavano sull’adiacente via Olimpia e qui rivolgevano le loro attenzioni ad un palo della segnaletica che indica la pista ciclabile, abbattendo anche questo. I due stavano distruggendo gli arredi e la segnaletica, senza apparente motivo, sono stati quindi immediatamente bloccati e condotti in caserma. 

I soggetti, di origine rumena – M.I. di anni 27, e P.C., 41enne, già gravati da  pregiudizi penali sono stati quindi condotti presso la Compagnia via Miranese per gli accertamenti del caso. Da ulteriori verifiche è emerso che uno dei due, P.C. risultava catturando con provvedimento di carcerazione a carico per una condanna di 6 mesi per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali e furto. Per l’uomo si sono quindi aperte le porte del carcere, ma dovrà rispondere insieme all’amico anche di danneggiamento aggravato.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
SCACCIAVA CIMICI, GIOVANE PRECIPITA DAL TERZO PIANO Tragedia sabato pomeriggio a Campodarsego: un trentenne è precipitato dal terzo piano ...

Il Centro Operativo della Dia di Padova e la Sezione Operativa della Dia di Lecce hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro, emesso dal Tribunale di Brindisi - Sezione Misure...

Un albanese di 51 anni, dipendente di un'azienda di autotrasporti padovana, è morto in un incidente avvenuto oggi sull'...

Sarebbe stato acquistato in un'azienda del Padovano il tallio che Mattia Del Zotto, il giovane di Nova Milanese arrestato dai carabinieri, a...

Sono riusciti nell'intento di rapinare 18 mila euro alla banca Antonveneta di Torreglia e a seminare il panico tra dipendenti e clienti dell'istituto di credito...

Sarà il tribunale di sorveglianza di Padova a decidere sulla richiesta della procura di una restrizione della libertà vigilata o il trasferimento in una 'casa di lavoro' per Giuseppe Salvatore Riina...

E' un ivoriano di 35 anni, richiedente asilo in Italia, il migrante travolto e ucciso da un'auto mentre era in biciclett...

Cinque arresti per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, favoreggiamento della prostituzione e riduzione in sch...

La Polizia di Padova ha sequestrato 59 chili di eroina in un appartamento nel cuore della città e ha arrestato due cit...

Una studentessa di un istituto superiore veneziano si è presentata in classe stamane con un ferita ...