LOCALITA' BALNEARI, BADANTI E COLF EVASIONE MILIONARIA
10/11/2015 15:38

La Guardia di Finanza di Jesolo ha concluso oltre duecento controlli fiscali nei confronti di altrettanti collaboratori domestici, principalmente colf e badanti, residenti nei principali Comuni del litorale veneto (Jesolo, Cavallino-Treporti e Caorle). L’attività ha consentito di individuare una diffusa e consistente evasione delle imposte sui redditi da parte di questa specifica categoria di lavoratori, prevalentemente stranieri, realizzata mediante la mancata presentazione delle dichiarazioni fiscali ed il conseguente omesso versamento del debito d’imposta. I controlli, svolti con riferimento ai redditi percepiti nel corso delle annualità comprese tra il 2009 ed il 2013, hanno consentito di accertare la mancata dichiarazione di redditi di lavoro dipendente e assimilati, per un importo complessivo di circa 5.500.000,00 Euro. La corrispondente imposta evasa, è stimata in oltre 1.200.000,00 euro. A fronte dei verbali redatti, vi è stato un consistente ricorso da parte dei contribuenti alla procedura di adesione prevista dalla vigente normativa tributaria, che consentirà ai contribuenti sanzionati intenzionati a saldare il loro debito con l’Erario di beneficiare della riduzione ad un sesto delle sanzioni previste. Ad oggi, la percentuale di adesioni accertate è pari a circa il 40% dei processi verbali notificati.

LOCALITA' BALNEARI, BADANTI E COLF EVASIONE MILIONARIA

La Guardia di Finanza di Jesolo ha concluso oltre duecento controlli fiscali nei confronti di altrettanti collaboratori domestici, principalmente colf e badanti, residenti nei principali Comuni del litorale veneto (Jesolo, Cavallino-Treporti e Caorle). L’attività ha consentito di individuare una diffusa e consistente evasione delle imposte sui redditi da parte di questa specifica categoria di lavoratori, prevalentemente stranieri, realizzata mediante la mancata presentazione delle dichiarazioni fiscali ed il conseguente omesso versamento del debito d’imposta. I controlli, svolti con riferimento ai redditi percepiti nel corso delle annualità comprese tra il 2009 ed il 2013, hanno consentito di accertare la mancata dichiarazione di redditi di lavoro dipendente e assimilati, per un importo complessivo di circa 5.500.000,00 Euro. La corrispondente imposta evasa, è stimata in oltre 1.200.000,00 euro. A fronte dei verbali redatti, vi è stato un consistente ricorso da parte dei contribuenti alla procedura di adesione prevista dalla vigente normativa tributaria, che consentirà ai contribuenti sanzionati intenzionati a saldare il loro debito con l’Erario di beneficiare della riduzione ad un sesto delle sanzioni previste. Ad oggi, la percentuale di adesioni accertate è pari a circa il 40% dei processi verbali notificati.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy