DA IMPRENDITRICE A COSTRETTA A PROSTITUIRSI

26 Novembre 2015 13:03

Venezia – Gli agenti della Squadra Mobile sotto la direzione della Dr.ssa Angela Lauretta hanno messo i sigilli ad un centro massaggi cinesi a Mestre. Nove le ragazze che si prostituivano, indagine nata a luglio su segnalazione di una delle ragazze sfruttate a cui era stata promessa inizialmente la società dell'attività. Sogno imprenditoriale presto infranto, con la giovane che si è ritrovata obbligata a prostituirsi. Un giro d'affari di circa 7.500€ mensili guadagnati da ciascuna ragazza che si intratteneva con 4 / 5 uomini al giorno. Del cospicuo gruzzolo solo 1.500 restavano alle ragazze, tutte cinesi regolari sui 20 anni. Gli agenti della mobile grazie a pedinamenti, osservazione e testimonianze sono riusciti a interrompere lo sfruttamento.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply