PERQUISITI MILITANTI ASS.VENETO FRONTE SKINHEADS
16/12/2015 09:34

La Polizia di Stato di Reggio Emilia sta eseguendo sei perquisizioni nei confronti di simpatizzanti e militanti dell'associazione Veneto Fronte Skinheads residenti nelle province di Reggio, Mantova e Verona.  Le indagini condotte dalla Digos, in collaborazione con le Questure di Mantova e Verona, riguardano l'iniziativa rivendicata da Veneto Fronte Skinheads, che aveva affisso a Reggio Emilia, nelle prime ore del 25 novembre, sagome di cartone con la forma di un uomo dipinto con i colori della bandiera nazionale e volantini-necrologio con le scritte 'Falsa carità sociale: business criminale Vfs' e 'Ius soli e immigrazione: avete ucciso la nazione Vfs'. Nel mirino la sede della Caritas e le sedi Pd di Reggio Emilia e di Correggio. Il blitz, che aveva interessato anche altre città del Nord,era stato deciso "di fronte ai tiepidi, rari e scarni festeggiamenti per l'anniversario della vittoria della Prima Guerra Mondiale". La Caritas, aggiungeva la rivendicazione, "in nome di un ipocrita umanitarismo di facciata ed un falso filantropismo, trova motivo di speculazione ed interesse, proponendo un pericolosissimo modello di integrazione volto solo ed esclusivamente a ridurre i popoli in una poltiglia indifferenziata, sradicandoli dalle loro radici e dalle lorotradizioni, in nome e per conto di un multiculturalismo dominante". Già il 28 ottobre un'azione simile era stata compiuta a Mantova e Suzzara davanti alle sedi Caritas e Pd.

PERQUISITI MILITANTI ASS.VENETO FRONTE SKINHEADS

La Polizia di Stato di Reggio Emilia sta eseguendo sei perquisizioni nei confronti di simpatizzanti e militanti dell'associazione Veneto Fronte Skinheads residenti nelle province di Reggio, Mantova e Verona.  Le indagini condotte dalla Digos, in collaborazione con le Questure di Mantova e Verona, riguardano l'iniziativa rivendicata da Veneto Fronte Skinheads, che aveva affisso a Reggio Emilia, nelle prime ore del 25 novembre, sagome di cartone con la forma di un uomo dipinto con i colori della bandiera nazionale e volantini-necrologio con le scritte 'Falsa carità sociale: business criminale Vfs' e 'Ius soli e immigrazione: avete ucciso la nazione Vfs'. Nel mirino la sede della Caritas e le sedi Pd di Reggio Emilia e di Correggio. Il blitz, che aveva interessato anche altre città del Nord,era stato deciso "di fronte ai tiepidi, rari e scarni festeggiamenti per l'anniversario della vittoria della Prima Guerra Mondiale". La Caritas, aggiungeva la rivendicazione, "in nome di un ipocrita umanitarismo di facciata ed un falso filantropismo, trova motivo di speculazione ed interesse, proponendo un pericolosissimo modello di integrazione volto solo ed esclusivamente a ridurre i popoli in una poltiglia indifferenziata, sradicandoli dalle loro radici e dalle lorotradizioni, in nome e per conto di un multiculturalismo dominante". Già il 28 ottobre un'azione simile era stata compiuta a Mantova e Suzzara davanti alle sedi Caritas e Pd.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy