VENETO BANCA DIVENTA SPA: IL 97% DEI SOCI DICE SI'
19/12/2015 17:37

L'assemblea dei soci di Veneto Banca ha dato il via libera con  il 97% dei consensi pari a 11.102 voti il passaggio della banca in Società per azioni.  Un voto plebiscitario, 244 sono stati i contrari, 85 gli astenuti. Un passaggio obbligato che chiedeva l'Europa tanto che il 9 dicembre all'Istituto era arrivata la sollecitazione dalla BCE in questo senso, trasformazione in Spa, quotazione in Borsa e aumento di capitale. Una sollecitazione scritta in una lettera che è stata letta in apertura dei lavori questa mattina da Pierluigi Bolla presidente di Veneto Banca. Nella missiva, firmata dal responsabile della vigilanza europea della Bce, Daniele Nouy,si sottolineava come la strada segnata dai tre passaggi richiesti rappresentasse una scelta indispensabile per scongiurare la necessità di un commissariamento. "Aspettiamo da questa assemblea una decisione consapevole e responsabile. Prendiamo il toro per le corna. La storia di Veneto Banca non si ferma qui" ha detto il presidente Bolla all'assemblea. Alla fine, malgrado gli interventi e i volantinaggi dei gruppi contrari alla trasformazione, la stragrande maggioranza dei soci  ha scelto quello che probabilmente ha ritenuto il male minore, passaggio in Spa, posizionamento sul mercato in Borsa e aumento di capitale. Tre votazioni dallo stesso risultato per i tre quesiti approvati tutti con il 97% dei consensi. Scongiurato così il commissariamento gli azionisti sperano ora di recuperare terreno per delle azioni scese da 39 a 7 euro. L'amministratore delegato Cristiano Carrus parlando all'assemblea ha detto che c'è un piano industriale che non prevede licenziamenti.  Speriamo - ha detto ancora riferendosi a un jet acquistato dalla gestione precedente - che entro 20 giorni l'aereo trovi un proprietario, aspettiamo che ci diano i soldi, vedere moneta e dare cammello" . Nel prossimo futuro si capirà se il passaggio porterà con sè i benefici sperati. I problemi restano ma la linea virtuosa di risanamento indicata dall'ad Carrus evidentemente ha convinto.  All'assemblea erano presenti il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ed il sottosegretario all'economia, Enrico Zanetti.

VENETO BANCA DIVENTA SPA: IL 97% DEI SOCI DICE SI'

L'assemblea dei soci di Veneto Banca ha dato il via libera con  il 97% dei consensi pari a 11.102 voti il passaggio della banca in Società per azioni.  Un voto plebiscitario, 244 sono stati i contrari, 85 gli astenuti. Un passaggio obbligato che chiedeva l'Europa tanto che il 9 dicembre all'Istituto era arrivata la sollecitazione dalla BCE in questo senso, trasformazione in Spa, quotazione in Borsa e aumento di capitale. Una sollecitazione scritta in una lettera che è stata letta in apertura dei lavori questa mattina da Pierluigi Bolla presidente di Veneto Banca. Nella missiva, firmata dal responsabile della vigilanza europea della Bce, Daniele Nouy,si sottolineava come la strada segnata dai tre passaggi richiesti rappresentasse una scelta indispensabile per scongiurare la necessità di un commissariamento. "Aspettiamo da questa assemblea una decisione consapevole e responsabile. Prendiamo il toro per le corna. La storia di Veneto Banca non si ferma qui" ha detto il presidente Bolla all'assemblea. Alla fine, malgrado gli interventi e i volantinaggi dei gruppi contrari alla trasformazione, la stragrande maggioranza dei soci  ha scelto quello che probabilmente ha ritenuto il male minore, passaggio in Spa, posizionamento sul mercato in Borsa e aumento di capitale. Tre votazioni dallo stesso risultato per i tre quesiti approvati tutti con il 97% dei consensi. Scongiurato così il commissariamento gli azionisti sperano ora di recuperare terreno per delle azioni scese da 39 a 7 euro. L'amministratore delegato Cristiano Carrus parlando all'assemblea ha detto che c'è un piano industriale che non prevede licenziamenti.  Speriamo - ha detto ancora riferendosi a un jet acquistato dalla gestione precedente - che entro 20 giorni l'aereo trovi un proprietario, aspettiamo che ci diano i soldi, vedere moneta e dare cammello" . Nel prossimo futuro si capirà se il passaggio porterà con sè i benefici sperati. I problemi restano ma la linea virtuosa di risanamento indicata dall'ad Carrus evidentemente ha convinto.  All'assemblea erano presenti il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ed il sottosegretario all'economia, Enrico Zanetti.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy