GDF GORIZIA: CONTRABBANDO GASOLIO; 64 DENUNCIATI
22/12/2015 15:59

Gorizia- Sequestrati 21 autoarticolati e 764.000 litri di gasolio, per un valore commerciale di oltre un milione di euro, oltre a beni per un valore di 3.615.000 euro, tra cui 13 immobili e sette distributori clandestini di carburante. L'operazione ha preso avvio nel maggio del 2014, dopo un controllo a un autoarticolato fermato nei pressi del confine italo-sloveno a Gorizia: trasportava 26 contenitori all'interno dei quali era stoccato un prodotto petrolifero che, dichiarato come olio lubrificante, è risultato invece essere composto all'80% da gasolio per autotrazione e al 20% da olio vegetale, idoneo a garantire il funzionamento dei motori diesel. Una tattica che è poi stata reiterata in decine di altri viaggi, con milioni di litri di carburante sottratti al pagamento delle accise. I carichi venivano trasportati ricorrendo ad autoarticolati anonimi, scortati da staffette in grado di avvisare i conducenti della presenza di posti di controllo: provenivano da raffinerie di Slovenia, Ungheria, Slovacchia e Bulgaria ed erano destinati alle province di Bari, Foggia, Napoli, Salerno, Caserta, Brescia, Pistoia, Milano, Verona, Bergamo, Latina e Frosinone e ai depositi, poi sequestrati, di Poggiomarino (Napoli), Cerignola (Foggia), Altamura (Bari), Tivoli (Roma), Montichiari (Brescia).

GDF GORIZIA: CONTRABBANDO GASOLIO; 64 DENUNCIATI

Gorizia- Sequestrati 21 autoarticolati e 764.000 litri di gasolio, per un valore commerciale di oltre un milione di euro, oltre a beni per un valore di 3.615.000 euro, tra cui 13 immobili e sette distributori clandestini di carburante. L'operazione ha preso avvio nel maggio del 2014, dopo un controllo a un autoarticolato fermato nei pressi del confine italo-sloveno a Gorizia: trasportava 26 contenitori all'interno dei quali era stoccato un prodotto petrolifero che, dichiarato come olio lubrificante, è risultato invece essere composto all'80% da gasolio per autotrazione e al 20% da olio vegetale, idoneo a garantire il funzionamento dei motori diesel. Una tattica che è poi stata reiterata in decine di altri viaggi, con milioni di litri di carburante sottratti al pagamento delle accise. I carichi venivano trasportati ricorrendo ad autoarticolati anonimi, scortati da staffette in grado di avvisare i conducenti della presenza di posti di controllo: provenivano da raffinerie di Slovenia, Ungheria, Slovacchia e Bulgaria ed erano destinati alle province di Bari, Foggia, Napoli, Salerno, Caserta, Brescia, Pistoia, Milano, Verona, Bergamo, Latina e Frosinone e ai depositi, poi sequestrati, di Poggiomarino (Napoli), Cerignola (Foggia), Altamura (Bari), Tivoli (Roma), Montichiari (Brescia).

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy