ABANO TERME, NUOVI ARRESTI
05/07/2016 09:28

Padova- A poca distanza dall’operazione del 23 giugno scorso, che ha portato in carcere il Sindaco di Abano Terme, Luca CLAUDIO, per i reati di concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità e corruzione, la Guardia di Finanza è ritornata nella cittadina termale per dare esecuzione ad una nuova ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP patavino a seguito di richiesta della Procura della Repubblica di Padova (Procuratore Capo, dott. Matteo STUCCILLI, e Sost. Proc. dott.ssa Federica BACCAGLINI), nei confronti di due pubblici ufficiali, un imprenditore ed un professionista, indagati a vario titolo per corruzione e turbativa di gara. Eseguite anche 11 perquisizioni domiciliari e locali.
Questa volta le indagini del Gruppo di Padova delle Fiamme Gialle hanno acceso il faro sulla gara d’appalto del valore di circa 2,8 milioni di euro (importo finanziato dalla Regione Veneto), per lavori di riqualificazione ambientale di un’area di proprietà del Comune di Abano Terme (località Giarre), già adibita a discarica rifiuti. Appalto assegnato il 30 maggio 2016 alla PISTORELLO S.p.a., il cui titolare Luciano PISTORELLO (classe ’63), già coinvolto nell’operazione del 23 giugno, è stato raggiunto da una nuova misura di custodia cautelare, questa volta in carcere, per turbativa di gara e corruzione.
In carcere, con le medesime accuse, è finito anche l’Arch. Maurizio SPADOT (classe ’53), “braccio destro” del Sindaco CLAUDIO, Presidente della commissione di gara nonché dirigente, fino al 22.06.2016, dell’Ufficio Tecnico del Comune di Abano Terme che, al fine di affidare la gara alla PISTORELLO S.p.a., in violazione delle regole di trasparenza ed imparzialità, ha accettato da Luciano PISTORELLO la promessa dell’acquisto dell’abitazione dello stesso SPADOT, già oggetto di pignoramento immobiliare a causa del mancato pagamento delle rate del mutuo e, comunque, la promessa di un altro appartamento nel caso in cui il primo acquisto non fosse andato a buon fine.
Coinvolti nell’operazione illecita anche Guido GRANUZZO (classe ’55), dipendente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Abano Terme e responsabile unico del procedimento di gara (agli arresti domiciliari) e l’Ing. Luciano DI CARO (classe ’61), dipendente della PISTORELLO S.p.a., destinatario della misura dell’obbligo di dimora in Padova. Per i due l’accusa è solo di turbativa delle gara.

ABANO TERME, NUOVI ARRESTI

Padova- A poca distanza dall’operazione del 23 giugno scorso, che ha portato in carcere il Sindaco di Abano Terme, Luca CLAUDIO, per i reati di concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità e corruzione, la Guardia di Finanza è ritornata nella cittadina termale per dare esecuzione ad una nuova ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP patavino a seguito di richiesta della Procura della Repubblica di Padova (Procuratore Capo, dott. Matteo STUCCILLI, e Sost. Proc. dott.ssa Federica BACCAGLINI), nei confronti di due pubblici ufficiali, un imprenditore ed un professionista, indagati a vario titolo per corruzione e turbativa di gara. Eseguite anche 11 perquisizioni domiciliari e locali.
Questa volta le indagini del Gruppo di Padova delle Fiamme Gialle hanno acceso il faro sulla gara d’appalto del valore di circa 2,8 milioni di euro (importo finanziato dalla Regione Veneto), per lavori di riqualificazione ambientale di un’area di proprietà del Comune di Abano Terme (località Giarre), già adibita a discarica rifiuti. Appalto assegnato il 30 maggio 2016 alla PISTORELLO S.p.a., il cui titolare Luciano PISTORELLO (classe ’63), già coinvolto nell’operazione del 23 giugno, è stato raggiunto da una nuova misura di custodia cautelare, questa volta in carcere, per turbativa di gara e corruzione.
In carcere, con le medesime accuse, è finito anche l’Arch. Maurizio SPADOT (classe ’53), “braccio destro” del Sindaco CLAUDIO, Presidente della commissione di gara nonché dirigente, fino al 22.06.2016, dell’Ufficio Tecnico del Comune di Abano Terme che, al fine di affidare la gara alla PISTORELLO S.p.a., in violazione delle regole di trasparenza ed imparzialità, ha accettato da Luciano PISTORELLO la promessa dell’acquisto dell’abitazione dello stesso SPADOT, già oggetto di pignoramento immobiliare a causa del mancato pagamento delle rate del mutuo e, comunque, la promessa di un altro appartamento nel caso in cui il primo acquisto non fosse andato a buon fine.
Coinvolti nell’operazione illecita anche Guido GRANUZZO (classe ’55), dipendente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Abano Terme e responsabile unico del procedimento di gara (agli arresti domiciliari) e l’Ing. Luciano DI CARO (classe ’61), dipendente della PISTORELLO S.p.a., destinatario della misura dell’obbligo di dimora in Padova. Per i due l’accusa è solo di turbativa delle gara.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
SPARA ALLA FIGLIA E TENTA IL SUICIDIO, ARRESTATO - Dramma nella tarda serata di martedì a Monteorto...

Un grande passo avanti per il Dipartimento di Medicina Molecolare (DMM), che ha appena reclutato il microbiologo Andrea Crisanti, precedente...

Il settore risorse umane di Padova apporta delle modifiche al numero di istruttori amministrativi di categoria C al Comune, posti che passano da 61 a 80. Il per...

L'Ateneo svolge una ricerca per ricostruire il volto di San Teobaldo e per accertarne la provenienza geografica e la causa di morte tramite il DNA. L'urna si trova nella chiesa di ...

120 dipendenti dell'Ulss 6 Euganea hanno dato una grande lezione di umanità e coesione lavorativa con un gesto di grande solidarietà nei confronti di una loro collega. Collega che, dato l'aiuto rice...

Venerdì 28 giugno sarà bloccata l’attivita di Tribunali e Procure per lo sci...

Ha un lieto fine la trattativa riguardante il passaggio dei 31 lavoratori da Geo...

Dopo 40 anni di successo Angelo Branduardi è pronto a riportare la sua musica al pubblico di mezza Europa esponendo sul palco tutti i suoi diversi stili music...

Evento da non perdere mercoledì 26 giugno: a Padova dalle ore 18:30 alle 23:00 diversi locali daranno vita a veri e pro...

Ascom Confcommercio non parteciperà alla riunione finale di Agenda 21. Il presidente Bertin giustifica la decisone dei commercianti dichiarando: "non vogliamo ...