SISMA IN ITALIA CENTRALE, PARTONO GLI AIUTI DAL VENETO
24/08/2016 11:51

Nella notte a seguito del terremoto nell'Italia centrale su disposizione del centro operativo nazionale dei vigili del fuoco è stato predisposto l'invio di personale da parte dei comandi del Veneto per il soccorso alla popolazione colpita dal sisma. Da Verona è partita una squadra di nove operatori facente parte della colonna mobile nazionale con gli automezzi in versione calamità. Da Venezia e Treviso sono partiti 23 pompieri e 11 operatori Usdar medium (urban search and rescue) specializzati nella ricerca di persone sotto le macerie, supportati dal nucleo cinofili con 3 unità. Da Treviso inoltre sono partiti altri 11 operatori con Mls (modulo di supporto logistico) che verrà montato in appoggio ai soccorritori per la prima fase dell'emergenza. In fase di partenza anche un elicottero del reparto volo di Venezia con il pilota specializzato nella mappatura del territorio tramite drone. Il personale degli altri comandi non interessati nella prima fase assicureranno l'avvicendamento del personale impiegato inizialmente.

Non appena informato del sisma che ha colpito buona parte dell'Italia centrale appenninica, il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha disposto l'invio di una colonna attrezzata della Protezione Civile del Veneto per collaborare con la Protezione Civile Nazionale e le Regioni interessate nel portare soccorso alle popolazioni colpite. "La colonna mobile - informa l'Assessore alla Protezione Civile Veneta Gianpaolo Bottacin - è pronta a partire non appena il coordinamento della Protezione Civile Nazionale ci indicherà la destinazione più utile. Circa alle 7 di stamattina - informa ancora l'Assessore - su richiesta del Dipartimento Nazionale è decollato verso le zone colpite un nostro elicottero con due unità cinofile del Soccorso Alpino". Anche la Sanità regionale, tramite il sistema di emergenza-urgenza si è mobilitata, ed ha contattato la Protezione Civile Nazionale dando ampia disponibilità qualora ci fosse la necessità di accogliere pazienti critici negli ospedali veneti. "Il Veneto - sottolinea Zaia esprimendo il suo dolore per l'accaduto - è terra che ha purtroppo vissuto molte calamità naturali. Possiamo capire fino in fondo i momenti drammatici che si stanno vivendo e siamo vicini alle popolazione colpite e ai Presidenti delle loro Regioni. La Protezione Civile Nazionale può contare su tutto l'aiuto necessario dalla Regione Veneto, in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo".

Nella notte a seguito del terremoto nell'Italia centrale su disposizione del centro operativo nazionale dei vigili del fuoco è stato predisposto l'invio di personale da parte dei comandi del Veneto per il soccorso alla popolazione colpita dal sisma. Da Verona è partita una squadra di nove operatori facente parte della colonna mobile nazionale con gli automezzi in versione calamità. Da Venezia e Treviso sono partiti 23 pompieri e 11 operatori Usdar medium (urban search and rescue) specializzati nella ricerca di persone sotto le macerie, supportati dal nucleo cinofili con 3 unità. Da Treviso inoltre sono partiti altri 11 operatori con Mls (modulo di supporto logistico) che verrà montato in appoggio ai soccorritori per la prima fase dell'emergenza. In fase di partenza anche un elicottero del reparto volo di Venezia con il pilota specializzato nella mappatura del territorio tramite drone. Il personale degli altri comandi non interessati nella prima fase assicureranno l'avvicendamento del personale impiegato inizialmente.

SISMA IN ITALIA CENTRALE, PARTONO GLI AIUTI DAL VENETO

Nella notte a seguito del terremoto nell'Italia centrale su disposizione del centro operativo nazionale dei vigili del fuoco è stato predisposto l'invio di personale da parte dei comandi del Veneto per il soccorso alla popolazione colpita dal sisma. Da Verona è partita una squadra di nove operatori facente parte della colonna mobile nazionale con gli automezzi in versione calamità. Da Venezia e Treviso sono partiti 23 pompieri e 11 operatori Usdar medium (urban search and rescue) specializzati nella ricerca di persone sotto le macerie, supportati dal nucleo cinofili con 3 unità. Da Treviso inoltre sono partiti altri 11 operatori con Mls (modulo di supporto logistico) che verrà montato in appoggio ai soccorritori per la prima fase dell'emergenza. In fase di partenza anche un elicottero del reparto volo di Venezia con il pilota specializzato nella mappatura del territorio tramite drone. Il personale degli altri comandi non interessati nella prima fase assicureranno l'avvicendamento del personale impiegato inizialmente.

Non appena informato del sisma che ha colpito buona parte dell'Italia centrale appenninica, il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha disposto l'invio di una colonna attrezzata della Protezione Civile del Veneto per collaborare con la Protezione Civile Nazionale e le Regioni interessate nel portare soccorso alle popolazioni colpite. "La colonna mobile - informa l'Assessore alla Protezione Civile Veneta Gianpaolo Bottacin - è pronta a partire non appena il coordinamento della Protezione Civile Nazionale ci indicherà la destinazione più utile. Circa alle 7 di stamattina - informa ancora l'Assessore - su richiesta del Dipartimento Nazionale è decollato verso le zone colpite un nostro elicottero con due unità cinofile del Soccorso Alpino". Anche la Sanità regionale, tramite il sistema di emergenza-urgenza si è mobilitata, ed ha contattato la Protezione Civile Nazionale dando ampia disponibilità qualora ci fosse la necessità di accogliere pazienti critici negli ospedali veneti. "Il Veneto - sottolinea Zaia esprimendo il suo dolore per l'accaduto - è terra che ha purtroppo vissuto molte calamità naturali. Possiamo capire fino in fondo i momenti drammatici che si stanno vivendo e siamo vicini alle popolazione colpite e ai Presidenti delle loro Regioni. La Protezione Civile Nazionale può contare su tutto l'aiuto necessario dalla Regione Veneto, in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo".

Nella notte a seguito del terremoto nell'Italia centrale su disposizione del centro operativo nazionale dei vigili del fuoco è stato predisposto l'invio di personale da parte dei comandi del Veneto per il soccorso alla popolazione colpita dal sisma. Da Verona è partita una squadra di nove operatori facente parte della colonna mobile nazionale con gli automezzi in versione calamità. Da Venezia e Treviso sono partiti 23 pompieri e 11 operatori Usdar medium (urban search and rescue) specializzati nella ricerca di persone sotto le macerie, supportati dal nucleo cinofili con 3 unità. Da Treviso inoltre sono partiti altri 11 operatori con Mls (modulo di supporto logistico) che verrà montato in appoggio ai soccorritori per la prima fase dell'emergenza. In fase di partenza anche un elicottero del reparto volo di Venezia con il pilota specializzato nella mappatura del territorio tramite drone. Il personale degli altri comandi non interessati nella prima fase assicureranno l'avvicendamento del personale impiegato inizialmente.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
VENETO SÌ TAV, SABATO A VERONA LA MANIFESTAZIONE  Il Veneto produttivo scende in piazza per dire un chiaro sì contro la cultura del no. Si terrà sabato in piazza Bra alle 10.30 la manifestazione r...

PIANO TRIENNALE SICUREZZA SCUOLE, RICHIESTI FONDI La Giunta regionale del Veneto ha approvato oggi - su proposta delle assessore Elena Dona...

TARI: IN VENETO SI SPENDONO 236 EURO A FAMIGLIA  Ammonta a 236 euro in media nel 2018 la tassa dei rifiuti in Veneto ...

Tv7 con Voi del 22/11/2018 - Protezione civile e il rapporto con i comuni Ospit...

SCONTRO TRA DUE AUTO, MUORE CONDUCENTE A CAMISANO Domenica sera alle 22.45, i vigili del fuoco sono intervenuti in via ...

MALTEMPO, VENETO IN GINOCCHIO. URGONO INTERVENTI Ieri il Vice Premier Salvini, oggi il ministro Toninelli in visita all...

La Protezione civile del Veneto sta valutando di attivare uno svaso dell'acqua dell'Adige nel lago di Garda, attraverso la galleria Mori Torbole. La manovra, che da quasi vent'anni...

TURISMO A GONFIE VELE, È INIZIATA LA RIPRESA - Federalberghi, considerando i ponti primaverili da sold out, indica la stagione turistica da poco iniziata come molto buona, al mar...

Tv7 con Voi del 3/4/2018 - Per una protezione civile più efficiente Ospiti: Elisa Venturini, Vice Pres. Anci Veneto - Iscriviti al canale YouTube del Gruppo Tv7, e non perderti ...

USO E ABUSO DI DROGA, VENETO TRA LE PRIME IN ITALIA. Quanto è marcato il fenomento dell'uso di droghe, leggere e non, tra gli italiani? E quanto, questo, incide nella popolazione ...