LUCA CLAUDIO RESTA IN CARCERE
09/11/2016 18:08

Padova- Il 3 ottobre scorso, l'Avv. Bonon e Caruso legali dell'ex sindaco di Abano Luca Claudio in carcere accusato di aver gestito e intascato tangenti per la concessione di appalti pubblici, avevano depositato per il loro assistito la domanda per gli arresti domiciliari davanti al Tribunale del Riesame di Venezia. I presupposti secondo la difesa c'erano eccome. Claudio non essendo più Sindaco non può certamente accedere alle carte comunali per inquinare le prove, specialmente ora che il Municipio aponense è sotto gestione del Commissario Prefettizio Dr. Pasquale Aversa. Inoltre se ai domiciliari Claudio non potrebbe nemmeno ricandidarsi ne certamente effettuare la campagna elettorale che ora come ora è certamente compromessa. La famosa fuga in Brasile ora sembra solo una chiacchiera di paese. Ma l'attesa dei 20 giorni per la risposta è stata vanificata venerdì 4 novembre, dalla recente notifica di custodia cautelare che lo ha raggiunto direttamente in carcere , consegnatagli dai militari della Guardia di Finanza di Padova del Comandante Luca Lettere. La notifica è legata ad una maxi tangente di 280.000 € contestata secondo le accuse a Claudio per la concessione dell'appalto per la riqualificazione ambientale dell'ex discarica di Giarre richiesta al titolare della Pistorello Spa che però non fu mai pagata. I cancelli quindi del Carcere Due Palazzi di Padova restano al momento chiusi in attesa di nuovi sviluppi.

LUCA CLAUDIO RESTA IN CARCERE

Padova- Il 3 ottobre scorso, l'Avv. Bonon e Caruso legali dell'ex sindaco di Abano Luca Claudio in carcere accusato di aver gestito e intascato tangenti per la concessione di appalti pubblici, avevano depositato per il loro assistito la domanda per gli arresti domiciliari davanti al Tribunale del Riesame di Venezia. I presupposti secondo la difesa c'erano eccome. Claudio non essendo più Sindaco non può certamente accedere alle carte comunali per inquinare le prove, specialmente ora che il Municipio aponense è sotto gestione del Commissario Prefettizio Dr. Pasquale Aversa. Inoltre se ai domiciliari Claudio non potrebbe nemmeno ricandidarsi ne certamente effettuare la campagna elettorale che ora come ora è certamente compromessa. La famosa fuga in Brasile ora sembra solo una chiacchiera di paese. Ma l'attesa dei 20 giorni per la risposta è stata vanificata venerdì 4 novembre, dalla recente notifica di custodia cautelare che lo ha raggiunto direttamente in carcere , consegnatagli dai militari della Guardia di Finanza di Padova del Comandante Luca Lettere. La notifica è legata ad una maxi tangente di 280.000 € contestata secondo le accuse a Claudio per la concessione dell'appalto per la riqualificazione ambientale dell'ex discarica di Giarre richiesta al titolare della Pistorello Spa che però non fu mai pagata. I cancelli quindi del Carcere Due Palazzi di Padova restano al momento chiusi in attesa di nuovi sviluppi.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy