RICATTI A SFONDO SESSUALE, TRANS FILIPPINO IN ARRESTO
16/11/2016 16:09

Padova- I Carabinieri di Padova hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione per estorsione nei confronti di un 34enne filippino fermato a Roma. L'uomo, un transessuale che si prostituiva in tutta Italia,  adescava on line clienti grazie a foto a sfondo erotico postate nel sito "bakekaincontri" e in altri simili. Una volta contattato, l'uomo carpiva i dati sensibili delle sue vittime che minacciava per avere in cambio denaro. Se la vittima non cedeva al ricatto , i suoi dati con foto rubata dal profilo Fb  (l'uomo era molto scaltro con i computer) finivano in bacheca nei vari siti d'incontri con finte offerte di prestazioni sessuali che avevano per protagonista la vittima stessa , cosa che spaventava notevolmente tutti i ricattati . Molte le vittime in tutto il territorio nazionale, sopratutto al nord, dalle indagini risulta al momento che il filippino sarebbe riuscito a portare a compimento 7 estorsioni e ne avrebbe tentate altre 16, oltre a varie minaccie. I militari dell'Arma che avevano già arrestato a Padova il 34enne sempre per estorsione avevano scoperto il giro di ricatti grazie proprio alla denuncia , unica tra i tanti sotto raggiro, di un padovano. All'uomo sono stati sequestrati un tablet e due cellulari, ma risulterebbe intestatario di ben 7 utenze telefoniche. Arrestato e tradotto al carcere di Regina Coeli. L'intervista al magg. Antonello Sini comandante Carabinieri di Padova.

RICATTI A SFONDO SESSUALE, TRANS FILIPPINO IN ARRESTO

Padova- I Carabinieri di Padova hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione per estorsione nei confronti di un 34enne filippino fermato a Roma. L'uomo, un transessuale che si prostituiva in tutta Italia,  adescava on line clienti grazie a foto a sfondo erotico postate nel sito "bakekaincontri" e in altri simili. Una volta contattato, l'uomo carpiva i dati sensibili delle sue vittime che minacciava per avere in cambio denaro. Se la vittima non cedeva al ricatto , i suoi dati con foto rubata dal profilo Fb  (l'uomo era molto scaltro con i computer) finivano in bacheca nei vari siti d'incontri con finte offerte di prestazioni sessuali che avevano per protagonista la vittima stessa , cosa che spaventava notevolmente tutti i ricattati . Molte le vittime in tutto il territorio nazionale, sopratutto al nord, dalle indagini risulta al momento che il filippino sarebbe riuscito a portare a compimento 7 estorsioni e ne avrebbe tentate altre 16, oltre a varie minaccie. I militari dell'Arma che avevano già arrestato a Padova il 34enne sempre per estorsione avevano scoperto il giro di ricatti grazie proprio alla denuncia , unica tra i tanti sotto raggiro, di un padovano. All'uomo sono stati sequestrati un tablet e due cellulari, ma risulterebbe intestatario di ben 7 utenze telefoniche. Arrestato e tradotto al carcere di Regina Coeli. L'intervista al magg. Antonello Sini comandante Carabinieri di Padova.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy