JESOLO: PRESEPIO DI SABBIA DEDICATO AI RIFUGIATI
07/12/2016 13:07

Sarà ispirato al tema dei rifugiati e alla tragedia umana che si sta consumando nel Mediterraneo il Presepe di sabbia che sarà inaugurata come da tradizione domani a Jesolo, nella giornata dell'Immacolata. La sacra famiglia di Nazareth assumerà quest'anno le sembianze di una famiglia di migranti, e come tale verrà rappresentata all'interno di una barca che si appresta a raggiungere la riva: all'interno Maria, Gesù Bambino e Giuseppe.     A fare da corollario, le altre sculture racconteranno gli esodi nella Bibbia, dalla storia di Abramo, uscito con il suo popolo dalla città di Ur, a quella di Giuseppe venduto schiavo e riscattatosi fino a divenire consigliere del faraone, dall'avventura di Mosè con il passaggio del Mar Rosso, ultima grande barriera verso la libertà come l'odierno Mediterraneo, al grande esilio del popolo ebreo a Babilonia e la distruzione del tempio di Salomone .    La mostra è arricchita ogni anno da una scultura dedicata ai "portatori di pace", personalità che si sono distinte universalmente per aver diffuso la pace e la conciliazione tra i popoli. Sarà l'omaggio ad una intera comunità: l'isola di Lampedusa, porta d' Europa per migliaia di disperati.
 

JESOLO: PRESEPIO DI SABBIA DEDICATO AI RIFUGIATI

Sarà ispirato al tema dei rifugiati e alla tragedia umana che si sta consumando nel Mediterraneo il Presepe di sabbia che sarà inaugurata come da tradizione domani a Jesolo, nella giornata dell'Immacolata. La sacra famiglia di Nazareth assumerà quest'anno le sembianze di una famiglia di migranti, e come tale verrà rappresentata all'interno di una barca che si appresta a raggiungere la riva: all'interno Maria, Gesù Bambino e Giuseppe.     A fare da corollario, le altre sculture racconteranno gli esodi nella Bibbia, dalla storia di Abramo, uscito con il suo popolo dalla città di Ur, a quella di Giuseppe venduto schiavo e riscattatosi fino a divenire consigliere del faraone, dall'avventura di Mosè con il passaggio del Mar Rosso, ultima grande barriera verso la libertà come l'odierno Mediterraneo, al grande esilio del popolo ebreo a Babilonia e la distruzione del tempio di Salomone .    La mostra è arricchita ogni anno da una scultura dedicata ai "portatori di pace", personalità che si sono distinte universalmente per aver diffuso la pace e la conciliazione tra i popoli. Sarà l'omaggio ad una intera comunità: l'isola di Lampedusa, porta d' Europa per migliaia di disperati.
 

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy