DEPREDA DUE VOLTE LO STESSO APPARTAMENTO
13/12/2016 13:51

MIRANO (VE)-I Carabinieri hanno tratto in arresto per rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale un topo d’appartamento un, 42enne rumeno, con precedenti di polizia. Nella serata di sabato, la pattuglia della Stazione dei Carabinieri di Spinea, in turno di pattugliamento, veniva inviata dalla Centrale Operativa con urgenza in via Vittoria a Mirano ove un cittadino aveva segnalato la presenza di un ladro nel proprio appartamento. In effetti la vittima aveva richiesto l’intervento dei Carabinieri per la seconda volta in due giorni, poiché l’appartamento della madre – non più abitato dopo la morte dell’anziana signora – era già stato oggetto di razzia venerdì notte. E’ proprio il recente furto che aveva spinto l’uomo a tornare in casa più spesso per vigliare meglio sui beni ancora presenti nell’abitazione disabitata. Sabato sera proprio durante un giro fatto a titolo precauzionale che l’uomo, avendo notato movimenti sospetti nell’abitazione, allertava il 112 segnalando la presenza di intrusi in casa e in attesa dell’arrivo dei CC entrava sorprendendo con le mani nel sacco il topo d’appartamento che faceva incetta di gioielli e monili vari nell’abitazione. Il rumeno a quel punto, vistosi scoperto, spintonava il proprietario tentando di fuggire col bottino dalla finestra. Proprio in quel frangente la pattuglia più vicina della Stazione di Spinea giungeva sul posto bloccando il ladro che nel tentativo strenuo di divincolarsi ingaggiava coi militari una violenta colluttazione prima di essere bloccato e ammanettato. Perquisito il malvivente nascondeva negli indumenti monili, collane e gli ori appartenuti alla povera defunta, oltre che tutto il necessaire del perfetto “topo d’appartamento”. L’uomo è stato quindi condotto in caserma, ed al termine delle formalità tradotto in carcere a Venezia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il maltolto, del valore di circa 5000 euro, veniva invece restituito al proprietario dell’appartamento che ringraziava i Carabinieri per essere intervenuti in tempo e anche salvato dalle possibili reazioni del ladro. Sono tuttora in corso ulteriori ricerche, su tutta l’area di interesse, e verifiche per risalire all’eventuale commissione in zona da parte del soggetto di ulteriori analoghi episodi criminosi. 

DEPREDA DUE VOLTE LO STESSO APPARTAMENTO

MIRANO (VE)-I Carabinieri hanno tratto in arresto per rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale un topo d’appartamento un, 42enne rumeno, con precedenti di polizia. Nella serata di sabato, la pattuglia della Stazione dei Carabinieri di Spinea, in turno di pattugliamento, veniva inviata dalla Centrale Operativa con urgenza in via Vittoria a Mirano ove un cittadino aveva segnalato la presenza di un ladro nel proprio appartamento. In effetti la vittima aveva richiesto l’intervento dei Carabinieri per la seconda volta in due giorni, poiché l’appartamento della madre – non più abitato dopo la morte dell’anziana signora – era già stato oggetto di razzia venerdì notte. E’ proprio il recente furto che aveva spinto l’uomo a tornare in casa più spesso per vigliare meglio sui beni ancora presenti nell’abitazione disabitata. Sabato sera proprio durante un giro fatto a titolo precauzionale che l’uomo, avendo notato movimenti sospetti nell’abitazione, allertava il 112 segnalando la presenza di intrusi in casa e in attesa dell’arrivo dei CC entrava sorprendendo con le mani nel sacco il topo d’appartamento che faceva incetta di gioielli e monili vari nell’abitazione. Il rumeno a quel punto, vistosi scoperto, spintonava il proprietario tentando di fuggire col bottino dalla finestra. Proprio in quel frangente la pattuglia più vicina della Stazione di Spinea giungeva sul posto bloccando il ladro che nel tentativo strenuo di divincolarsi ingaggiava coi militari una violenta colluttazione prima di essere bloccato e ammanettato. Perquisito il malvivente nascondeva negli indumenti monili, collane e gli ori appartenuti alla povera defunta, oltre che tutto il necessaire del perfetto “topo d’appartamento”. L’uomo è stato quindi condotto in caserma, ed al termine delle formalità tradotto in carcere a Venezia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il maltolto, del valore di circa 5000 euro, veniva invece restituito al proprietario dell’appartamento che ringraziava i Carabinieri per essere intervenuti in tempo e anche salvato dalle possibili reazioni del ladro. Sono tuttora in corso ulteriori ricerche, su tutta l’area di interesse, e verifiche per risalire all’eventuale commissione in zona da parte del soggetto di ulteriori analoghi episodi criminosi. 

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy