MINACCE E ESTORSIONE DI MIGLIAIA DI EURO ALLA VITTIMA GAY
07/02/2017 16:33

In manette Simone Fasolo, 28enne originario della provincia di Latina e residente a Padova, celibe, nullafacente, incensurato, per il reato di estorsione aggravata e continuata. L’attività investigativa, promossa dai militari della Stazione Carabinieri di Galzignano Terme, è scaturita dalla denuncia presentata nei mesi scorsi da un giovane 30enne, esasperato da una situazione divenuta non più tollerabile e dall’ennesima richiesta estorsiva di somme di denaro ricevuta da un suo conoscente.

Gli immediati approfondimenti compiuti dai militari dell’Arma consentivano di accertare che la vittima aveva conosciuto, nel gennaio del 2015, il Fasolo, il quale, dopo una serie di incontri sessuali a pagamento, aveva iniziato a rivolgerle ulteriori, continue richieste di denaro (ricevendo sino a 5.000 Euro dal malcapitato) con le più disparate motivazioni e con promessa di restituzione. Dopo qualche tempo, e precisamente dal momento in cui l’estorto manifestava espressamente di non voler più effettuare alcun pagamento, l’arrestato iniziava ad affrontare in maniera sempre più aggressiva e ossessiva il ragazzo, con minacce consistite principalmente nel rappresentargli che avrebbe rivelato a terzi i loro pregressi rapporti.

Scosso ed intimorito, il malcapitato effettuava, a più riprese, versamenti di importo variabile  all’estorsore, fino alla somma complessiva di 37.000 Euro. Le minacce di Fasolo non finivano qui, anzi l’aggressore iniziava a tempestare di telefonate il giovane, che si vedeva costretto addirittura ad accendere un mutuo di 10.000 Euro per fare fronte alle richieste sempre più insistenti dell’estorsore che arrivava ad inviargli oltre un centinaio di messaggi al giorno mediante Whatsapp. La vittima si accorgeva, inoltre, che era stato addirittura creato illegittimamente un suo profilo Facebook sul quale erano state “postate” pesanti frasi denigratorie con riferimenti al suo orientamento sessuale. Infine, nelle sue più recenti telefonate, Fasolo indirizzava ulteriori, persistenti minacce di morte alla vittima ed ai suoi più stretti congiunti.

Rilevata l’estrema gravità della situazione, l’Autorità Giudiziaria, in piena concordanza con le risultanze investigative che avevano consentito ai militari dell’Arma di acquisire gravi ed univoci elementi indiziari, ha emesso nei giorni scorsi il provvedimento restrittivo nei confronti del Fasolo. Nella giornata di ieri il reo, cui sono stati sequestrati un personal computer e due telefoni cellulari di interesse investigativo, è stato tratto in arresto ed associato in carcere.

MINACCE E ESTORSIONE DI MIGLIAIA DI EURO ALLA VITTIMA GAY

In manette Simone Fasolo, 28enne originario della provincia di Latina e residente a Padova, celibe, nullafacente, incensurato, per il reato di estorsione aggravata e continuata. L’attività investigativa, promossa dai militari della Stazione Carabinieri di Galzignano Terme, è scaturita dalla denuncia presentata nei mesi scorsi da un giovane 30enne, esasperato da una situazione divenuta non più tollerabile e dall’ennesima richiesta estorsiva di somme di denaro ricevuta da un suo conoscente.

Gli immediati approfondimenti compiuti dai militari dell’Arma consentivano di accertare che la vittima aveva conosciuto, nel gennaio del 2015, il Fasolo, il quale, dopo una serie di incontri sessuali a pagamento, aveva iniziato a rivolgerle ulteriori, continue richieste di denaro (ricevendo sino a 5.000 Euro dal malcapitato) con le più disparate motivazioni e con promessa di restituzione. Dopo qualche tempo, e precisamente dal momento in cui l’estorto manifestava espressamente di non voler più effettuare alcun pagamento, l’arrestato iniziava ad affrontare in maniera sempre più aggressiva e ossessiva il ragazzo, con minacce consistite principalmente nel rappresentargli che avrebbe rivelato a terzi i loro pregressi rapporti.

Scosso ed intimorito, il malcapitato effettuava, a più riprese, versamenti di importo variabile  all’estorsore, fino alla somma complessiva di 37.000 Euro. Le minacce di Fasolo non finivano qui, anzi l’aggressore iniziava a tempestare di telefonate il giovane, che si vedeva costretto addirittura ad accendere un mutuo di 10.000 Euro per fare fronte alle richieste sempre più insistenti dell’estorsore che arrivava ad inviargli oltre un centinaio di messaggi al giorno mediante Whatsapp. La vittima si accorgeva, inoltre, che era stato addirittura creato illegittimamente un suo profilo Facebook sul quale erano state “postate” pesanti frasi denigratorie con riferimenti al suo orientamento sessuale. Infine, nelle sue più recenti telefonate, Fasolo indirizzava ulteriori, persistenti minacce di morte alla vittima ed ai suoi più stretti congiunti.

Rilevata l’estrema gravità della situazione, l’Autorità Giudiziaria, in piena concordanza con le risultanze investigative che avevano consentito ai militari dell’Arma di acquisire gravi ed univoci elementi indiziari, ha emesso nei giorni scorsi il provvedimento restrittivo nei confronti del Fasolo. Nella giornata di ieri il reo, cui sono stati sequestrati un personal computer e due telefoni cellulari di interesse investigativo, è stato tratto in arresto ed associato in carcere.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
PADOVA- Ieri è stato raggiunto il limite di legge annuale del Pm10: 35 giorni di superamento del li...

FAMIGLIA INTOSSICATA DA MONOSSIDO A SAN BONIFACIO Una famiglia di sei persone è rimasta intossicata dalle esalazioni d...

Una donna è riuscita a salvarsi dall'incendio sprigionatosi dalla sua autovettu...

Un giovane diciannovenne di Stanghella, nel padovano, ha perso la vita in un incidente sul lavoro avvenuto  attorno al...

I carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia hanno sequestrato quasi una tonnellata di "caparozzoli" e denunciato pescatori 4 di Chioggia. Gl...

I prezzi riprendono a salire in tutta Italia. Nessuna delle grandi città è in deflazione e gli aumenti raggiungono il 2,2% a Trieste e il ...

Sei milioni di euro saranno messi a disposizione quest'anno dalla Regione Veneto per le aziende del settore vitivinicolo che investiranno nel miglioramento dei propri impianti e I...

Padre e figlio, di 79 e 49 anni, hanno perso la vita ieri sera poco dopo le 20 sull'autostrada A4 in un tragico incidente avvenuto in di...

In relazione alla problematica dell’inquinamento da sostanze perfluoro-alchiliche (Pfas), la giunta regionale ha appena adottato un provvedimento con cui dà incarico ad ARPAV di...

Erano stati arrestati il giorno prima dai Carabinieri di Selvazzano Dentro, nel padovano, dopo essere stati trovati a bordo di un’autovettura rubata, e avevano opposto una energica resistenza nei co...

Il carnevale a Venezia è da sempre un appuntamento in grado di attrarre centinaia di migliaia di visitatori e, nel contempo, è anche un mercato appetibile per chi voglia massimiz...

L'allerta attentati dopo i fatti di Nizza e Berlino ha fatto scattare il disposi...

È morto dopo due giorni di agonia Ludovico Michielon, uno studente 16enne di Conselve (Padova), travolto da un'auto mar...

Rinvenuto questa mattina intorno alle 10.45  in via Altura 51 a Ospedaletto Euganeo, il cadavere di un uomo. La morte è sopraggiunta dopo un volo di 9 m dal ...

Questa notte un uomo originario del Bangladesh è stato rapinato da un gruppetto di giovani. Dopo averlo percosso la bab...

Padova- Ha patteggiato otto mesi di reclusione, con la concessione della sospensione condizionale, una donna padovana di 59 anni che si era scagliata verbalmente contro i vicini di...

Un uomo di 57 anni di origine etiope, senza fissa dimora, è stato trovato morto nelle vicinanze del...

ROVIGO. Nella tarda serata di lunedì 13 febbraio un ragazzo di 23 anni è morto sotto un treno ad alta velocità, secondo gli investigatori...

È stata anche la collaborazione di un pentito calabrese della ’ndrangheta ad aver permesso di far scattare stamane l’operazione «Valpolicella» con un bi...

E' stata anche la collaborazione di un pentito calabrese della 'ndrangheta ad av...

Una donna è riuscita a salvarsi dall'incendio sprigionatosi dalla sua autovettura, dopo aver tampon...

Un giovane diciannovenne di Stanghella, nel padovano, ha perso la vita in un incidente sul lavoro avvenuto  attorno al...

I carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia hanno sequestrato quasi una tonnellata di "caparozzoli" e denunciato pescatori 4 di Chioggia. Gl...

Padre e figlio, di 79 e 49 anni, hanno perso la vita ieri sera poco dopo le 20 sull'autostrada A4...

Un cittadino serbo di 46 anni è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Verona che ha sequestrato cocaina, già confezionata in dosi, ...

Erano stati arrestati il giorno prima dai Carabinieri di Selvazzano Dentro, nel padovano, dopo essere stati trovati a bordo di un’autovettura rubata, e avevan...

Una vasta operazione della Squadra Mobile di Padova che ha arrestato quattro narcotrafficanti di eroina e uno di cocaina, che rifornivano la piazza padovana. I dettagli nel servizio

E' stato accusato di omicidio volontario e rischia l'ergastolo il maresciallo dei carabinieri Marco Pegoraro, 45enne vicentino al comando della stazione dei Carabinieri di Carmignano di Sant’Urban...

Un giovane romeno di 14 anni che si era allontanato da casa a Udine senza dar...

INCENDIO NEK DI MONSELICE, ARRESTATA COPPIA EX OPERAI  L'odio profondo è il m...