LIETO FINE PER DUE CUCCIOLI DI CANE MALTRATTATI
18/10/2017 16:26

Si chiude la vicenda del sessantenne pregiudicato veronese di Borgo Venezia che, da qualche mese, si procurava cuccioli di cane al solo scopo di trarre profitto dalla loro vendita.

I cuccioli, di pochi mesi, venivano detenuti in condizioni incompatibili con il loro benessere, privati di acqua, cibo e cure veterinarie necessarie per il loro corretto sviluppo anche affettivo, segregati sul balcone ed esposti alle alte temperature o alle intemperie senza alcun riparo. Il soggetto confidava nel sentimento di pietà provocato dalle visibili sofferenze dei cuccioli che, sottoposti ad un tale trattamento, impietosivano i numerosi passanti che finivano per offrirsi di acquistare i poveri animali.

Le indagini, condotte dal Gruppo Carabinieri Forestale di Verona, hanno preso avvio dalle numerose segnalazioni raccolte dalla L.A.V. di Verona tra i residenti, che segnalavano i continui lamenti dei cuccioli anche in piena notte. I numerosi appostamenti dei militari dell’Arma, hanno permesso di verificare quanto segnalato con contestazione al predetto del reato previsto e punito dall’art. 727 del Codice Penale che prevede l’arresto fino a un anno o l’ammenda da 1000 a 10.000 euro.

L’Autorità Giudiziaria ha disposto il sequestro dell’ultimo cucciolo ancora detenuto dall’indagato. Entrambi i cagnolini sono attualmente affidati alle amorevoli cure della LAV di Verona. 

LIETO FINE PER DUE CUCCIOLI DI CANE MALTRATTATI

Si chiude la vicenda del sessantenne pregiudicato veronese di Borgo Venezia che, da qualche mese, si procurava cuccioli di cane al solo scopo di trarre profitto dalla loro vendita.

I cuccioli, di pochi mesi, venivano detenuti in condizioni incompatibili con il loro benessere, privati di acqua, cibo e cure veterinarie necessarie per il loro corretto sviluppo anche affettivo, segregati sul balcone ed esposti alle alte temperature o alle intemperie senza alcun riparo. Il soggetto confidava nel sentimento di pietà provocato dalle visibili sofferenze dei cuccioli che, sottoposti ad un tale trattamento, impietosivano i numerosi passanti che finivano per offrirsi di acquistare i poveri animali.

Le indagini, condotte dal Gruppo Carabinieri Forestale di Verona, hanno preso avvio dalle numerose segnalazioni raccolte dalla L.A.V. di Verona tra i residenti, che segnalavano i continui lamenti dei cuccioli anche in piena notte. I numerosi appostamenti dei militari dell’Arma, hanno permesso di verificare quanto segnalato con contestazione al predetto del reato previsto e punito dall’art. 727 del Codice Penale che prevede l’arresto fino a un anno o l’ammenda da 1000 a 10.000 euro.

L’Autorità Giudiziaria ha disposto il sequestro dell’ultimo cucciolo ancora detenuto dall’indagato. Entrambi i cagnolini sono attualmente affidati alle amorevoli cure della LAV di Verona. 

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy