APPROVATO ABBATTIMENTO EX AVIS A PADOVA
25/10/2017 16:16

PADOVA--Approvata ieri in Giunta la delibera che approva e finanzia il progetto esecutivo di abbattimento del fabbricato ex Avis in Via Trieste. L’intervento avrà un costo complessivo di 45.000 euro. L’iter per affidamento dei lavori parte immediatamente e il cantiere sarà quindi aperto entro pochissimo tempo con l’obiettivo di completare la demolizione entro Natale, come annunciato nelle scorse settimane.

L’edificio è ovviamente di proprietà dell Amministrazione Comunale e lo scopo della demolizione è duplice: da un lato riportare ad una condizione di decoro la zona riqualificando anche il vicolo che lo separa dagli altri edifici di Via Trieste, dall’altro riordinare il parcheggio. In questa prima fase dell’intervento, una volta rimosso il materiale della demolizione, la superficie prima occupata dall’edificio sarà semplicemente spianata e resa calpestabile in sicurezza. L’anno prossimo, tutta l’area, parcheggio compreso, sarà oggetto di un piano di riordino e riqualificazione, che accanto ai posti auto prevede una zona a disposizione degli esercizi commerciali, per attività all’aperto, come plateatici per i tavoli dei ristoranti e dei bar o altre iniziative di intrattenimento.

L’abbattimento dell’edificio ex Avis e la riqualificazione dell’area sono il primo tassello di una serie di interventi che l’amministrazione intende realizzare nel quadrante che ha come fulcro Piazza De Gasperi.

“Come promesso ai residenti, ho stanziato le risorse per abbattere la palazzina fatiscente ex AVIS di via Trieste commenta l’assessore ai lavori Pubblici Andrea Micalizzi- Entro la fine dell'anno finalmente lo stabile verrà abbattuto, dando una nuova luce a quella piazza. E' un buon punto di partenza per realizzare il piano di riqualificazione, da costruire con i commercianti e i cittadini. Voglio impegnarmi ancora in interventi come questo, per dare un nuovo futuro a zone svantaggiate della città, riportandole al loro lustro". Nella stessa occasione è stata approvata anche la concessione della prima licenza in deroga per una nuova attività commerciale della zona che si impegni in un progetto di rivitalizzazione e riqualificazione dell’area. Una misura straordinaria, pensata dall’assessore alle attività produttive Antonio Bressa, per incentivare l’insediamento di attività commerciali in una zona oggi oggettivamente degradata. Ad ottenere la licenza è il locale Vegetariamoci, che opera nell’area già oggi ma come Circolo, e che si trasforma così in un locale pubblico a tutti gli effetti. Tra le misure che i gestori dell’attività si sono impegnati a realizzare, un servizio di vigilanza al di fuori del locale che potrà adesso avere anche tavoli all’esterno, il mantenimento del decoro dell’area, installazione di telecamere di sicurezza, e l’offerta del collegamento wifi. “Il progetto di recupero di questa parte della città passa anche attraverso la collaborazione e l’impegno di commercianti e ristoratori – commenta l’assessore alle attività produttive Antonio Bressa- per cui sono molto contento che parallelamente all’abbattimento della palazzina, possiamo già contare sul contributo di questo primo ristorante. Spero che resto altre attività economiche seguano lo stesso esempio e ci propongano interventi in sinergia con il nostro piano di rilancio della zona. Avevamo promesso di mettere mano subito a questo intervento, annunciato e promesso da troppo tempo, e lo stiamo facendo a dimostrazione che era una cosa assolutamente fattibile e in tempi brevi, solo ad averne la volontà.”

APPROVATO ABBATTIMENTO EX AVIS A PADOVA

PADOVA--Approvata ieri in Giunta la delibera che approva e finanzia il progetto esecutivo di abbattimento del fabbricato ex Avis in Via Trieste. L’intervento avrà un costo complessivo di 45.000 euro. L’iter per affidamento dei lavori parte immediatamente e il cantiere sarà quindi aperto entro pochissimo tempo con l’obiettivo di completare la demolizione entro Natale, come annunciato nelle scorse settimane.

L’edificio è ovviamente di proprietà dell Amministrazione Comunale e lo scopo della demolizione è duplice: da un lato riportare ad una condizione di decoro la zona riqualificando anche il vicolo che lo separa dagli altri edifici di Via Trieste, dall’altro riordinare il parcheggio. In questa prima fase dell’intervento, una volta rimosso il materiale della demolizione, la superficie prima occupata dall’edificio sarà semplicemente spianata e resa calpestabile in sicurezza. L’anno prossimo, tutta l’area, parcheggio compreso, sarà oggetto di un piano di riordino e riqualificazione, che accanto ai posti auto prevede una zona a disposizione degli esercizi commerciali, per attività all’aperto, come plateatici per i tavoli dei ristoranti e dei bar o altre iniziative di intrattenimento.

L’abbattimento dell’edificio ex Avis e la riqualificazione dell’area sono il primo tassello di una serie di interventi che l’amministrazione intende realizzare nel quadrante che ha come fulcro Piazza De Gasperi.

“Come promesso ai residenti, ho stanziato le risorse per abbattere la palazzina fatiscente ex AVIS di via Trieste commenta l’assessore ai lavori Pubblici Andrea Micalizzi- Entro la fine dell'anno finalmente lo stabile verrà abbattuto, dando una nuova luce a quella piazza. E' un buon punto di partenza per realizzare il piano di riqualificazione, da costruire con i commercianti e i cittadini. Voglio impegnarmi ancora in interventi come questo, per dare un nuovo futuro a zone svantaggiate della città, riportandole al loro lustro". Nella stessa occasione è stata approvata anche la concessione della prima licenza in deroga per una nuova attività commerciale della zona che si impegni in un progetto di rivitalizzazione e riqualificazione dell’area. Una misura straordinaria, pensata dall’assessore alle attività produttive Antonio Bressa, per incentivare l’insediamento di attività commerciali in una zona oggi oggettivamente degradata. Ad ottenere la licenza è il locale Vegetariamoci, che opera nell’area già oggi ma come Circolo, e che si trasforma così in un locale pubblico a tutti gli effetti. Tra le misure che i gestori dell’attività si sono impegnati a realizzare, un servizio di vigilanza al di fuori del locale che potrà adesso avere anche tavoli all’esterno, il mantenimento del decoro dell’area, installazione di telecamere di sicurezza, e l’offerta del collegamento wifi. “Il progetto di recupero di questa parte della città passa anche attraverso la collaborazione e l’impegno di commercianti e ristoratori – commenta l’assessore alle attività produttive Antonio Bressa- per cui sono molto contento che parallelamente all’abbattimento della palazzina, possiamo già contare sul contributo di questo primo ristorante. Spero che resto altre attività economiche seguano lo stesso esempio e ci propongano interventi in sinergia con il nostro piano di rilancio della zona. Avevamo promesso di mettere mano subito a questo intervento, annunciato e promesso da troppo tempo, e lo stiamo facendo a dimostrazione che era una cosa assolutamente fattibile e in tempi brevi, solo ad averne la volontà.”

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy