LEGGE REGIONALE CASE ERP: IL COMMENTO DI NALIN
27/10/2017 19:45

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO INTEGRALMENTE. Giovedì 26 ottobre il Consiglio Regionale ha approvato, a maggioranza, la nuova legge sulle “Norme in materia di edilizia residenziale pubblica”. Una legge che però contiene alcune criticità secondo l’assessora ai Servizi Sociali Marta Nalin: «La questione centrale in verità riguarda i controlli sulle assegnazioni e la migliore collaborazione possibile tra Ater e amministrazioni locali – spiega Nalin – La definizione dei requisiti dovrebbe spettare all'ente più vicino alle donne e agli uomini che abitano sul territorio comunale. Per un Comune è poi preoccupante la questione della doppia assegnazione, da parte di Ater e dello stesso Comune. Rischia infatti di creare un aggravio del lavoro dell’amministrazione e grande confusione tra gli assegnatari».
La legge, che in Consiglio Regionale ha ricevuto il voto contrario della minoranza, contiene prescrizioni, oltre che sui criteri di assegnazione degli alloggi Erp, anche sui canoni e sulla durata delle locazioni: «Inserire nel calcolo del canone anche la sostenibilità economica – conclude l’assessora Nalin – è una decisione grave. Si pone l’attenzione sugli aspetti economici, che non possono prevalere su quelli sociali altrimenti viene meno la difesa di un diritto fondamentale come quello all’abitare».

Nel comune di Padova sono circa 5.300 gli alloggi Erp, 3.650 di proprietà Ater e 1.660 di proprietà pubblica. Nel 2016 le assegnazioni sono state 106. 

LEGGE REGIONALE CASE ERP: IL COMMENTO DI NALIN

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO INTEGRALMENTE. Giovedì 26 ottobre il Consiglio Regionale ha approvato, a maggioranza, la nuova legge sulle “Norme in materia di edilizia residenziale pubblica”. Una legge che però contiene alcune criticità secondo l’assessora ai Servizi Sociali Marta Nalin: «La questione centrale in verità riguarda i controlli sulle assegnazioni e la migliore collaborazione possibile tra Ater e amministrazioni locali – spiega Nalin – La definizione dei requisiti dovrebbe spettare all'ente più vicino alle donne e agli uomini che abitano sul territorio comunale. Per un Comune è poi preoccupante la questione della doppia assegnazione, da parte di Ater e dello stesso Comune. Rischia infatti di creare un aggravio del lavoro dell’amministrazione e grande confusione tra gli assegnatari».
La legge, che in Consiglio Regionale ha ricevuto il voto contrario della minoranza, contiene prescrizioni, oltre che sui criteri di assegnazione degli alloggi Erp, anche sui canoni e sulla durata delle locazioni: «Inserire nel calcolo del canone anche la sostenibilità economica – conclude l’assessora Nalin – è una decisione grave. Si pone l’attenzione sugli aspetti economici, che non possono prevalere su quelli sociali altrimenti viene meno la difesa di un diritto fondamentale come quello all’abitare».

Nel comune di Padova sono circa 5.300 gli alloggi Erp, 3.650 di proprietà Ater e 1.660 di proprietà pubblica. Nel 2016 le assegnazioni sono state 106. 

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy