PROSTITUZIONE E SCHIAVITU': LA DENUNCIA A VENEZIA
09/11/2017 17:01

Cinque arresti per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, favoreggiamento della prostituzione e riduzione in schiavitù da parte della Squadra Mobile di Venezia. E' stata la denuncia di una ragazza nigeriana, fuggita ai suoi sequestratori che la costringevano a prostituirsi, dopo aver subito violenze e minacce nel viaggio dalla Nigeria all'Italia passando per la Libia, a portare i poliziotti lagunari ad arrestare quattro sue connazionali e un italiano, ex marito di una di queste. La giovane è stata vista lo scorso marzo girare malconcia per Marghera dagli operatori dei servizi Sociali del Comune di Venezia. Una volta soccorsa la donna è stata convinta a denunciare i suoi sfruttatori.

La giovane ha così riferito di essere stata avvicinata nel suo villaggio, in Nigeria, da una conoscente che le ha prospettato un lavoro come commessa nel negozio di una parente. Ma una volta giunta in Libia la donna ha abbandonato la 19enne dicendole che aveva solo il denaro del viaggio per sé, consegnandola di fatto a dei trafficanti di uomini che hanno abusato sessualmente di lei per 15 giorni. La vittima ha poi rincontrato la connazionale in un altro luogo della Libia che l'ha portata a Lampedusa. Trasferita al Cie di Bologna la ragazza è stata fatta fuggire da un'altra nigeriana e condotta in un appartamento a Ferrara dove è stata sottoposta ad un rito wudu e obbligata a prostituirsi con altre tre ragazze. Il denaro incassato sulla 'strada' doveva essere consegnato alla sfruttatrice alla quale ognuna delle donne doveva dare mensilmente 700 euro per vitto e alloggio, oltre a dover rimborsare 25 mila euro sostenute, a suo dire, per le spese del viaggio in Italia. Nei mesi di segregazione le giovani sono state trasferite più volte in case di varie località, l'ultima a Mira da dove la 19enne riuscita a fuggire.

PROSTITUZIONE E SCHIAVITU': LA DENUNCIA A VENEZIA

Cinque arresti per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, favoreggiamento della prostituzione e riduzione in schiavitù da parte della Squadra Mobile di Venezia. E' stata la denuncia di una ragazza nigeriana, fuggita ai suoi sequestratori che la costringevano a prostituirsi, dopo aver subito violenze e minacce nel viaggio dalla Nigeria all'Italia passando per la Libia, a portare i poliziotti lagunari ad arrestare quattro sue connazionali e un italiano, ex marito di una di queste. La giovane è stata vista lo scorso marzo girare malconcia per Marghera dagli operatori dei servizi Sociali del Comune di Venezia. Una volta soccorsa la donna è stata convinta a denunciare i suoi sfruttatori.

La giovane ha così riferito di essere stata avvicinata nel suo villaggio, in Nigeria, da una conoscente che le ha prospettato un lavoro come commessa nel negozio di una parente. Ma una volta giunta in Libia la donna ha abbandonato la 19enne dicendole che aveva solo il denaro del viaggio per sé, consegnandola di fatto a dei trafficanti di uomini che hanno abusato sessualmente di lei per 15 giorni. La vittima ha poi rincontrato la connazionale in un altro luogo della Libia che l'ha portata a Lampedusa. Trasferita al Cie di Bologna la ragazza è stata fatta fuggire da un'altra nigeriana e condotta in un appartamento a Ferrara dove è stata sottoposta ad un rito wudu e obbligata a prostituirsi con altre tre ragazze. Il denaro incassato sulla 'strada' doveva essere consegnato alla sfruttatrice alla quale ognuna delle donne doveva dare mensilmente 700 euro per vitto e alloggio, oltre a dover rimborsare 25 mila euro sostenute, a suo dire, per le spese del viaggio in Italia. Nei mesi di segregazione le giovani sono state trasferite più volte in case di varie località, l'ultima a Mira da dove la 19enne riuscita a fuggire.


Notice: Undefined variable: now in /media/STORAGE3T/gruppotv7/ads_module.php on line 66
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
CALA IL PM10, DA DOMANI TORNA IL LIVELLO VERDE - Da domani, martedì 21 gennaio, rientra l'allerta arancio e con esso le limitazioni alla ci...

TRAVOLTO DA TIR IN ZIP: MUORE OPERAIO 56ENNE - Dopo tre giorni di agonia in ospe...

MOSE: RIPRENDONO LE PROVE DI SOLLEVAMENTO AL LIDO - Sono ripartite questa mattina alla Bocca di Port...

Lotta tra la vita e la morte l'operaio rimasto vittima, nella mattinata di oggi, di un grave infortunio sul lavoro in zona industriale. Verso le 11.35, in Via ...

MORDE IL LADRO E SVENTA IL FURTO, HA 83 ANNI - Un'anziana 83enne ha sventato u...

SANT'ANTONIO PASSA A AZIENDA OSPEDALIERA IN 48 ORE - In 48 ore, il primo gennaio, è avvennuto il passaggio definitivo...

SI E' SPENTA LA MAMMA DI ISABELLA NOVENTA ---- Si è spenta in questi giorni Ofelia Rampazzo all'et...

OLTRE 100 MILA VISITATORI A PALAZZO ZABARELLA - A due mesi dalla sua apertura, la mostra che presenta i capolavori della...

FURGONE IN IN FIAMME, AUTISTA RIESCE A SALVARSI - Nel primo pomeriggio di luned...

ANNATA AGRARIA 2019: BENE IL VINO, MALE LA FRUTTA - Ancora una volta è la vitivinicoltura a traina...

ANZIANO MUORE SCHIACCIATO DAL TRATTORE - Tragedia oggi pomeriggio a San Giorgio in Bosco: secondo le prime ricostruzioni un anziano sarebbe ...

Un pensionato di Montagnana è deceduto all'Ospedale di Padova dove si trovava da questa mattina, ricoverato in gravi condizioni dopo essere...

CHOC A MONTEGROTTO, MUORE GETTANDOSI DALL'ALBERGO - Tragedia a Montegrotto Terme, all'alba di venerdì 27 dicembre. Un o...

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Padova hanno sequestrato un'a...

Tragedia sfiorata, nel pomeriggio di Santo Stefano in un albergo di Abano Terme, l'Hotel Helvetia. Una bimba di soli tre anni, in vacanza per qualche giorno con i genitori, è scivolata dal bordo vasc...

ESPULSO JIHADISTA CHE PROGRAMMAVA ATTACCO A VENEZIA - E' stato espulso uno dei g...

TRENI: NUOVI ORARI DA DOMENICA 15 DICEMBRE - Da domenica prossima 15 dicembre entrano in vigore i nuovi orari ferroviari che, rispetto agli attuali, presentano poche variazioni che migliorano ulterio...

ALLERTA SMOG: DOMANI TORNA IL SEMAFORO VERDE - Dopo l’allerta arancione scattata il 10 dicembre, si torna al semaforo verde. Le previsioni della concentrazion...

GESTIVANO GIRO DI SPACCIO: UOMO E DONNA ARRESTATI - I carabinieri di Padova hanno eseguito oggi un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal gip su richiesta della procura di Padova a carico ...

TRAFFICO RIFIUTI ROVIGO: CONDANNA AI VERTICI COIMPO - Gli ex vertici della Coimpo di Adria, Mauro Luise e Gianni Pagnin, sono stati condannati oggi dal tribunale di Rovigo a 3 anni di reclusione per t...

SCACCIAVA CIMICI, GIOVANE PRECIPITA DAL TERZO PIANO Tragedia sabato pomeriggio a Campodarsego: un trentenne è precipit...

Il Centro Operativo della Dia di Padova e la Sezione Operativa della Dia di Lecce hanno dato esecuzione a un decreto di ...

Un albanese di 51 anni, dipendente di un'azienda di autotrasporti padovana, è morto in un incidente...

Sarebbe stato acquistato in un'azienda del Padovano il tallio che Mattia Del Zotto, il giovane di Nova Milanese arrestat...

Sono riusciti nell'intento di rapinare 18 mila euro alla banca Antonveneta di Torreglia e a seminare...

Sarà il tribunale di sorveglianza di Padova a decidere sulla richiesta della procura di una restrizione della libertà vigilata o il trasferimento in una 'casa di lavoro' per Gius...

E' un ivoriano di 35 anni, richiedente asilo in Italia, il migrante travolto e ucciso da un'auto mentre era in biciclett...

La Polizia di Padova ha sequestrato 59 chili di eroina in un appartamento nel cuore della città e ha arrestato due cit...

Una studentessa di un istituto superiore veneziano si è presentata in classe st...

Si è conclusa nella tarda serata di ieri una importante operazione antidroga dei Carabinieri che ha consentito di arrestare due italiani per coltivazione e pos...