CANCRO ALLA PROSTATA, DAL VENETO NUOVA TECNOLOGIA
16/01/2018 13:31

Il cancro alla prostata sta sempre più prendendo piede in Italia nel maschio adulto poichè sta aumentando l'età media della popolazione. La nuova tecnologia è in grado di sostenere e offrire trattamenti terapeutici a chi ne soffre. Nasce così un dispositivo all'avanguardia, il Focal One, dedicato ai trattamenti per i pazienti che presentano problematiche legate al cancro della prostata.

Tra i vari trattamenti disponibili, il paziente maschio affetto da neoplasia alla prostata può scegliere se effettuare trattamenti chirurgici o sperimentare la nuova tecnologia all'avanguardia. La scelta dedicata al paziente viene effettuata in base ad alcuni fattori altamente soggettivi. Il fenomeno della neoplasia è da anni all'attenzione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Una delle finalità riguardante il trattamento non chirurgico imposta dall'organizzazione comprende terapie meno invasive e rispettose dell'integrità biologica degli assistiti. La ricerca clinica ha portato all'utilizzo di trattamenti focali: ovvero trattamenti limitati alla zona di tessuto compromessa, salvaguardando le altre aree della prostata. Oggi, la tecnologia che utilizza trattamenti focale non chirurgici del cancro è rappresentata dalla tecnologia di termoblazione robotica HIFU (High Intensity Focused Ultrasound). Dalla sua brillante performance, testata in precedenza all'ospedale di Monselice nel reparto di Urologia, questa tecnologia ha dimostrato la propria validità in termini di sicurezza, efficacia e durata dei risultati; inoltre è presente, anche, una riduzione significativa degli effetti collaterali rispetto al trattamento chirurghico. La più moderna tecnologia nel campo della termoblazione robotica HIFU è chiamata Focal One. Oggi, 16 gennaio 2018, verrano eseguiti i primi trattamenti terapeutici a tre pazienti all'interno dell'ospedale di Monselice. "Siamo favorevoli a questo tipo di novità che, oltre a diminuire le complicanze, riducono il disagio per il paziente e ne velocizzano i tempi di ripresa" commenta il Direttore generale dell'Ulss 6 Euganea Domenico Scibetta e, come spiega il dr. Antonino Calabrò, la nuova tecnologia sta offrendo ai pazienti una migliore qualità di vita.

CANCRO ALLA PROSTATA, DAL VENETO NUOVA TECNOLOGIA

Il cancro alla prostata sta sempre più prendendo piede in Italia nel maschio adulto poichè sta aumentando l'età media della popolazione. La nuova tecnologia è in grado di sostenere e offrire trattamenti terapeutici a chi ne soffre. Nasce così un dispositivo all'avanguardia, il Focal One, dedicato ai trattamenti per i pazienti che presentano problematiche legate al cancro della prostata.

Tra i vari trattamenti disponibili, il paziente maschio affetto da neoplasia alla prostata può scegliere se effettuare trattamenti chirurgici o sperimentare la nuova tecnologia all'avanguardia. La scelta dedicata al paziente viene effettuata in base ad alcuni fattori altamente soggettivi. Il fenomeno della neoplasia è da anni all'attenzione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Una delle finalità riguardante il trattamento non chirurgico imposta dall'organizzazione comprende terapie meno invasive e rispettose dell'integrità biologica degli assistiti. La ricerca clinica ha portato all'utilizzo di trattamenti focali: ovvero trattamenti limitati alla zona di tessuto compromessa, salvaguardando le altre aree della prostata. Oggi, la tecnologia che utilizza trattamenti focale non chirurgici del cancro è rappresentata dalla tecnologia di termoblazione robotica HIFU (High Intensity Focused Ultrasound). Dalla sua brillante performance, testata in precedenza all'ospedale di Monselice nel reparto di Urologia, questa tecnologia ha dimostrato la propria validità in termini di sicurezza, efficacia e durata dei risultati; inoltre è presente, anche, una riduzione significativa degli effetti collaterali rispetto al trattamento chirurghico. La più moderna tecnologia nel campo della termoblazione robotica HIFU è chiamata Focal One. Oggi, 16 gennaio 2018, verrano eseguiti i primi trattamenti terapeutici a tre pazienti all'interno dell'ospedale di Monselice. "Siamo favorevoli a questo tipo di novità che, oltre a diminuire le complicanze, riducono il disagio per il paziente e ne velocizzano i tempi di ripresa" commenta il Direttore generale dell'Ulss 6 Euganea Domenico Scibetta e, come spiega il dr. Antonino Calabrò, la nuova tecnologia sta offrendo ai pazienti una migliore qualità di vita.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
437 sono i positivi della città di Padova. Monselice è invece il comune della provincia con più c...

SPECIALIZZANDI IN CORSIA, ECCO COSA CAMBIA - Le nuove assunzioni di specializzandi negli ospedali veneti non inficieranno la qualità dell'assistenza, grazie a una programmazione dei ruoli di responsa...

BISNONNA ELENA DONA RENI E FEGATO A 93 ANNI - Un gesto di estremo altruismo quello compiuto da una bisnonna novantatreenne padovana, venuta...

ULSS 6 SMENTISCE INCIDENZA C&C SULLA SALUTE - L'Ulss 6 con una nota ufficiale smentisce che la presenza della C&C a Pernumia abbia avuto una incidenza sulla mortalità e sui tumori dei comuni di Pernu...

Primus Inter Pares del 20/11/2019 - Dott.Domenico Scibetta Ospite: - Dott.Domenico Scibetta, Dirett...

NUOVO GESTIONALE ULSS6, PICCOLI DISAGI IN ALTA  --- Al fine di migliorare il sistema gestionale per...

AUTISMO IN ALTA PADOVANA, PARLARNE PER CRESCERE --- Difficile digerire la completa assenza di un registro locale ma soprattuto nazionale legato all'Autismo ma questa è la realtà ...

WEST NILE A PIAZZOLA, EVITARE CONTAGI COLLABORANDO  --- L'Ulss6 Euganea ha comunicato che dallo scorso 24 agosto un anziano è stato ricoverato presso l'Ospeda...

CAMPOSAMPIERO ATTENDE IL PRIMARIO DI PEDIATRIA --- E' grande l'attesa per la no...

IN VENETO CI SONO FONDI MA MANCANO MEDICI --- Eravamo abituati ai maxi concorsi, in migliaia per un ...