PADOVA PAGA PIU’ TASSE DI UN INTERA REGIONE

padova-paga-piu-tasse-di-un-intera-regione
17 Gennaio 2018 17:11

Secondo l'Agenzia per la Coesione Territoriale, i cittadini veneti hanno sborsato una somma di denaro pari a 71,843 miliardi di euro riguardante qualsiasi tipo di tassa. I dati, raccolti durante tutto l'anno 2015, dichiarano che solamente le tasse pagate nella città di Padova possono mantenere economicamente intere regioni, dal momento che i padovani sono costretti a pagare la bellezza di 14,225 miliardi di euro all'anno. Di questa somma, l'84% rientra nelle casse statali e i restanti 2,276 vengono dedicati alle amministrazioni locali e regionali. Una parte dei 14,225 miliardi viene, inoltre, coperta dall'ammontare di tasse che colpiscono le imprese, risultando essere quasi due miliardi circa ovvero quasi il 19% del totale. Il dato, spaventosamente grande considerato in una sola città, si presta ad essere quasi cinque volte più grande rispetto alla regione Molise e quasi sei volte rispetto alla Valle d'Aosta, tenendo testa a regioni quali l'Umbria, l'Abruzzo e la Sardegna.

Con l'avvicinamento delle elezioni politiche, il direttore di Confapi Padova Davide D'Onofrio ha voluto rammentarle ai candidati le promesse elettorali fatte per diminuire il numero di tasse a cui i cittadini veneti sono sottoposti; inoltre, sempre D'Onofrio, ha voluto ricordare l'importanza dell'economia della regione Veneto mettendo al primo posto il cittadino e le priorità dell'impresa. "Solo con una diminuzione del carico fiscale su una parte considerevole delle famiglie e delle imprese i consumi potranno ripartire, tornando dare a respiro anche alle attività commerciali e artigianali che vivono basandosi in gran parte sulla domanda interna" commenta, infine, D'Onofrio.

I risultati di appena tre mesi fa, riguardanti il Referendum consultivo relativo all'autonomia fiscale della Regione Veneto, ha portato il presidente Luca Zaia a proporre una richiesta al fine di staccare la Regione, fiscalmente, dallo Stato. La proposta, però, si è scontrata con la mancanza di una modifica costituzionale che possa aggiungere il Veneto alla lista delle regioni a statuto speciale. Lo stesso Zaia, inoltre, ha chiarito la sua posizione considerando uno scandalo i 33 miliardi di euro sperperati che vengono presentati all'interno del bilancio statale.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply