L'INFERNO IN ACCIAIERIA PER COLPA DI UN PERNO
15/05/2018 15:49

Sono trascorse ormai più di 48 ore dal tragico incidente alle Acciaierie Venete di Padova. Resta altissima l'apprensione per i 3 dei 4 operai coinvolti nella tragedia ancora ricoverati nei Centri Grandi Ustioni di; Padova, Verona e Cesena. Mentre si prega per la loro salvezza, come in ogni brutta faccenda, trapelano le prime indiscrezioni. Sembra che le Acciaierie Venete per aumentare la capacità di portata della siviera da 150 a 180 tonnellate, abbia commissionato ad una nota azienda specializzata friulana, un pezzo di raccordo per la movimentazione di carichi sospesi. La siviera, enorme cilindro sospeso al cui interno si movimentano materiali ad altissima temperatura che possono raggiungere anche i 1.750°, è però caduta improvvisamente, pare per il cedimento di un perno, investendo con il suo rovente carico, 90 tonnellate di acciaio liquido e immenso calore, 4 operai. Eppure il pezzo era nuovo, acquistato lo scorso agosto e revisionato nei tempi imposti della legge a Pasqua, cosa non ha funzionato? Alla Procura padovana ora il compito di scoprire se esistono colpe e se sono state rispettate tutte le norme di sicurezza durante la movimentazione delle siviere verso gli stampi.

L'INFERNO IN ACCIAIERIA PER COLPA DI UN PERNO

Sono trascorse ormai più di 48 ore dal tragico incidente alle Acciaierie Venete di Padova. Resta altissima l'apprensione per i 3 dei 4 operai coinvolti nella tragedia ancora ricoverati nei Centri Grandi Ustioni di; Padova, Verona e Cesena. Mentre si prega per la loro salvezza, come in ogni brutta faccenda, trapelano le prime indiscrezioni. Sembra che le Acciaierie Venete per aumentare la capacità di portata della siviera da 150 a 180 tonnellate, abbia commissionato ad una nota azienda specializzata friulana, un pezzo di raccordo per la movimentazione di carichi sospesi. La siviera, enorme cilindro sospeso al cui interno si movimentano materiali ad altissima temperatura che possono raggiungere anche i 1.750°, è però caduta improvvisamente, pare per il cedimento di un perno, investendo con il suo rovente carico, 90 tonnellate di acciaio liquido e immenso calore, 4 operai. Eppure il pezzo era nuovo, acquistato lo scorso agosto e revisionato nei tempi imposti della legge a Pasqua, cosa non ha funzionato? Alla Procura padovana ora il compito di scoprire se esistono colpe e se sono state rispettate tutte le norme di sicurezza durante la movimentazione delle siviere verso gli stampi.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
Listeria monocytogenes è un batterio presente nelle acque reflue, nelle feci, negli animali. Gli alimenti più a rischio sono: il latte non pastorizzato, i formaggi freschi, gli insaccati le verdure....

Appresa la notizia del ritiro preventivo di alcuni prodotti surgelati , Findus e Lidl, abbiamo voluto capire il grado di...

L'INARRESTABILE TONFO DELLA SINISTRA ITALIANA  Inarrestabile il tonfo della sinistra che perde le storiche roccaforti in Toscane e in Emilia. Unico punto in Ve...

FRANCO BIROLO ASSOLTO, VITTORIA AMARA Esistono vittorie per cui risulta difficile esultare. E' questo il caso della vicenda del tabaccaio di Civè di Correzzola piccolo comune a 3...

RELAX ALL'ARIA APERTA, LA BELLA STAGIONE NEI PARCHI. Con la bella stagione e la voglia di stare all'aria aperta, tornano ad affollarsi i parchi pubblici padovani, quasi 600 mila me...

Arriva il nuovo servizio porta a porta per la gestione dei rifiuti, che andrà a chiudere l'anello progressivamente costruito intorno alla città di Padova arrivando a servire oltre 95mila cittadini. ...

ARRIVA IL DISSEQUESTRO PER LE ACCIAIERIE VENETE. Non sono più sotto sequestro l...

ACCIAIERIE VENETE, PRIMA VITTIMA DELL'INCIDENTE. Uno dei quattro operai rimasti feriti nell'incidente delle Acciaierie Venete dello scorso 13 maggio non ce l'ha fatta: Sergiu Todita è morto questa no...

TODITA, LA COMMOZIONE DEI COLLEGHI IN ACCIAIERIA. Nel quartiere in cui abitava l'operaio rimasto ucciso, tanta commozione e un grande silenzio. Colleghi e amici...

GRAN FESTA AICB, IN 400 PER CELEBRARE IL PADOVA. Mercoledì sera oltre 400 persone hanno festeggiato...