CONTROLLI NELLE AREE COMMERCIALI: 15 DENUNCE
12/06/2018 15:52

Ancora controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Mestre nel territorio di competenza, finalizzati al contrasto ai fenomeni di criminalità diffusa con specifica attenzione ai reati di natura predatoria presso le macro aree commerciali, ma anche susseguenti alla rafforzata vigilanza presso le zone residenziali. I servizi coordinati effettuati in particolare nelle aree più sensibili di Mestre Marghera e Marcon con l’effettuazione di diversi controlli di numerose pattuglie anche con il supporto delle unità della Compagnia di Intervento Operativo del 4° Battaglione CC “Veneto”, hanno portato a numerose denunce di cittadini italiani e stranieri resisi responsabili di furto perpetrati ai danni di negozi d’abbigliamento o alimentari all’interno dei Centri/Zone Commerciali presenti nelle suddette località: - Denuncia a piede libero di un trio di rumeni, bloccato dai militari dell’Arma immediatamente dopo aver rubato da un garage di Favaro Veneto costose attrezzature, manomettendo le porte basculanti, incorrendo nel reato di ricettazione. - Denuncia per furto anche a carico di un uomo originario del Togo, che pensava di poter appropriarsi senza colpo ferire di una bicicletta dalla rastrelliera a Mirano, ma venendo scoperto e denunciato dai Carabinieri prontamente intervenuti. - Stessa sorte per un ragazzo tunisino senza fissa dimora, che anch’egli rubava una bicicletta a Marghera, venendo scoperto e denunciato; - Denunciato per furto anche un giovane romeno, che aveva pensato di rifarsi il guardaroba gratis, rubando vestiti da OVS all’Auchan e manomettendo le placche antitaccheggio, scoperto e denunciato; - Denunciati per furto anche due giovani moldavi, che in due distinte occasioni avevano fatto la spesa alimentare al Carrefour di Marcon e quella di accessori elettronici al Mediaworld a Mestre, scoperti e denunciati; - Coppia di italiane Rom denunciata per furto, poiché le due avevano pensato di rifarsi il guardaroba gratis, rubando vestiti da OVS al Valecenter e manomettendo le placche antitaccheggio, scoperte e denunciate; - Stessa sorte anche una coppia Kosovara-albanese, che aveva rubato vestiti sempre da OVS all’Auchan scoperti e denunciati; - Denunciata per furto e possesso di arnesi anche una giovane leccese, che tentava di oltrepassare le barriere antitaccheggio non solo con vestiti rubati, ma trovata anche con il taglierino utilizzato per manomettere le placche antitaccheggio; - Denunciato per furto e possesso di arnesi anche un giovane albanese, colto sul fatto a rubare biciclette presso la Stazione FS di Maerne di Martellago, l’uomo aveva appena rotto i lucchetti con un grosso tronchese, pure sequestrato; - Denunciato infine per falsità ideologica e materiale un cittadino del Bangladesh, che all’atto del controllo aveva fornito ai militari documenti e generalità false.

CONTROLLI NELLE AREE COMMERCIALI: 15 DENUNCE

Ancora controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Mestre nel territorio di competenza, finalizzati al contrasto ai fenomeni di criminalità diffusa con specifica attenzione ai reati di natura predatoria presso le macro aree commerciali, ma anche susseguenti alla rafforzata vigilanza presso le zone residenziali. I servizi coordinati effettuati in particolare nelle aree più sensibili di Mestre Marghera e Marcon con l’effettuazione di diversi controlli di numerose pattuglie anche con il supporto delle unità della Compagnia di Intervento Operativo del 4° Battaglione CC “Veneto”, hanno portato a numerose denunce di cittadini italiani e stranieri resisi responsabili di furto perpetrati ai danni di negozi d’abbigliamento o alimentari all’interno dei Centri/Zone Commerciali presenti nelle suddette località: - Denuncia a piede libero di un trio di rumeni, bloccato dai militari dell’Arma immediatamente dopo aver rubato da un garage di Favaro Veneto costose attrezzature, manomettendo le porte basculanti, incorrendo nel reato di ricettazione. - Denuncia per furto anche a carico di un uomo originario del Togo, che pensava di poter appropriarsi senza colpo ferire di una bicicletta dalla rastrelliera a Mirano, ma venendo scoperto e denunciato dai Carabinieri prontamente intervenuti. - Stessa sorte per un ragazzo tunisino senza fissa dimora, che anch’egli rubava una bicicletta a Marghera, venendo scoperto e denunciato; - Denunciato per furto anche un giovane romeno, che aveva pensato di rifarsi il guardaroba gratis, rubando vestiti da OVS all’Auchan e manomettendo le placche antitaccheggio, scoperto e denunciato; - Denunciati per furto anche due giovani moldavi, che in due distinte occasioni avevano fatto la spesa alimentare al Carrefour di Marcon e quella di accessori elettronici al Mediaworld a Mestre, scoperti e denunciati; - Coppia di italiane Rom denunciata per furto, poiché le due avevano pensato di rifarsi il guardaroba gratis, rubando vestiti da OVS al Valecenter e manomettendo le placche antitaccheggio, scoperte e denunciate; - Stessa sorte anche una coppia Kosovara-albanese, che aveva rubato vestiti sempre da OVS all’Auchan scoperti e denunciati; - Denunciata per furto e possesso di arnesi anche una giovane leccese, che tentava di oltrepassare le barriere antitaccheggio non solo con vestiti rubati, ma trovata anche con il taglierino utilizzato per manomettere le placche antitaccheggio; - Denunciato per furto e possesso di arnesi anche un giovane albanese, colto sul fatto a rubare biciclette presso la Stazione FS di Maerne di Martellago, l’uomo aveva appena rotto i lucchetti con un grosso tronchese, pure sequestrato; - Denunciato infine per falsità ideologica e materiale un cittadino del Bangladesh, che all’atto del controllo aveva fornito ai militari documenti e generalità false.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie