FLASH MOB FNSI: CONTRO LE INGERENZE AI GIORNALISTI
14/06/2018 12:16

ROMA:"A Bolzano tre giornalisti genovesi sono stati identificati dalla Guardia di finanza, convocati e trattenuti in caserma per ore per rispondere, su richiesta della procura genovese, di alcuni articoli sui flussi finanziari della Lega. A Padova i finanzieri perquisiscono prima la casa e poi, alla presenza del pm, la postazione di lavoro di una cronista del Mattino, indagata con il direttore e il condirettore per rivelazione di segreto d'ufficio aggravata dal favoreggiamento mafioso. A Olbia la redazione della Nuova Sardegna, l'abitazione, l'automobile e gli effetti personali di una collega sono stati perquisiti dai carabinieri in seguito alla pubblicazione di un articolo di cronaca giudiziaria riguardante due magistrati del tribunale di Tempio Pausania". Sono "solo gli ultimi casi - ricorda la Federazione nazionale della stampa in una nota - di una escalation di ingerenze nel lavoro dei giornalisti che mettono a repentaglio la libertà di informazione e tradiscono un clima sempre più ostile nei confronti dell'articolo 21 della Costituzione. Una situazione che allontana sempre più l'Italia dall'Europa e ci avvicina pericolosamente a Paesi come la Turchia. Per questo oggi, alle 13, il Consiglio nazionale della Fnsi, riunito nella sede di corso Vittorio Emanuele II, 349 a Roma darà vita a un flash mob silenzioso per protestare contro questa deriva. Il sindacato invita tutti i colleghi ad aderire seguendo gli hashtag #NoBavaglio #CoseTurche e a partecipare di persona".

FLASH MOB FNSI: CONTRO LE INGERENZE AI GIORNALISTI

ROMA:"A Bolzano tre giornalisti genovesi sono stati identificati dalla Guardia di finanza, convocati e trattenuti in caserma per ore per rispondere, su richiesta della procura genovese, di alcuni articoli sui flussi finanziari della Lega. A Padova i finanzieri perquisiscono prima la casa e poi, alla presenza del pm, la postazione di lavoro di una cronista del Mattino, indagata con il direttore e il condirettore per rivelazione di segreto d'ufficio aggravata dal favoreggiamento mafioso. A Olbia la redazione della Nuova Sardegna, l'abitazione, l'automobile e gli effetti personali di una collega sono stati perquisiti dai carabinieri in seguito alla pubblicazione di un articolo di cronaca giudiziaria riguardante due magistrati del tribunale di Tempio Pausania". Sono "solo gli ultimi casi - ricorda la Federazione nazionale della stampa in una nota - di una escalation di ingerenze nel lavoro dei giornalisti che mettono a repentaglio la libertà di informazione e tradiscono un clima sempre più ostile nei confronti dell'articolo 21 della Costituzione. Una situazione che allontana sempre più l'Italia dall'Europa e ci avvicina pericolosamente a Paesi come la Turchia. Per questo oggi, alle 13, il Consiglio nazionale della Fnsi, riunito nella sede di corso Vittorio Emanuele II, 349 a Roma darà vita a un flash mob silenzioso per protestare contro questa deriva. Il sindacato invita tutti i colleghi ad aderire seguendo gli hashtag #NoBavaglio #CoseTurche e a partecipare di persona".

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie