VENEZIA, RICERCA E CULTURA RIVITALIZZANO LA CITTA’

venezia-ricerca-e-cultura-rivitalizzano-la-citta
14 Giugno 2018 16:21

"La scommessa è quella di rendere Venezia un polo universitario sul modello di Boston". Queste le parole del sindaco Luigi Brugnaro di Venezia che, insieme a Michele Bugliesi e Alberto Ferlenga, rettori rispettivamente delle università Ca' Foscari Venezia e Iuav di Venezia, ha firmato l'accordo per la costituzione di un nuovo centro di ricerca per la conservazione e il restauro. Il Centro, per il quale sono stati stanziati 3 milioni di euro, opererà in diversi ambiti: da interventi di restauro e conservazione attraverso tecnologie legate al settore chimico e ICT, fino a quelli inerenti il campo strutturale architettonico. L'obiettivo è quello di valorizzare e rilanciare la città, conferendole lo status di centro universitario in grado di richiamare e accogliere giovani studenti da ogni parte del mondo. Un progetto che, così come quello dello scorso anno "Study in Venice", intende rafforzare un sistema delicato quale quello universitario, rendendolo un trampolino di lancio per un rinvigorimento dell'eccellenza veneziana. Concretamente, il progetto vedrà la costituzione di un Comitato esecutivo composto dai referenti di ciascuna parte e presieduto da un responsabile del Comune di Venezia. Quest'ultimo avrà il compito di sorvegliare le attività del Centro, assicurare l'esecuzione del progetto scientifico e dettare il programma delle attività di disseminazione. Inoltre, entro 6 mesi dalla sottoscrizione dell'accordo, verrà istituito un ulteriore Comitato, con funzione consultiva, che si occuperà di svolgere attività di monitoraggio, consulenza e valutazione di tale operato, sotto la supervisione delle varie Soprintendenze.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply