RINFORZATO IL PERSONALE DEGLI UFFICI GIUDIZIARI
19/06/2018 15:36
L'accordo tra Regione Veneto e Ministero di Grazia e Giustizia è stato finalmente reso operativo grazie alle quattro convenzioni firmate dal Presidente della Regione insieme al Procuratore della Repubblica di Venezia Bruno Cherchi e alla presidente della Corte di appello della città lagunare Ines Maria Luisa Marini. Con tale accordo la Regione si impegna a migliorare il funzionamento degli uffici giudiziari del Veneto fornendo oltre 200 aiutanti, tra giovani laureati in giurisprudenza, lavoratori in mobilità e persone prive di occupazione e quindi impiegabili in lavori di pubblica utilità. Il personale sarà affiancato ai magistrati e reso disponibile al fine di alleggerire il lavoro degli uffici dei Tribunali. Diverse, però, le modalità di inserimento: i laureati in giurisprudenza saranno selezionati direttamente dagli uffici giudiziari e potranno svolgere lo stage della durata di 18 mesi di formazione teorico-pratica grazie alle indennità messe a disposizione dalla Regione: 300 euro per la Corte di Appello e 500 euro per la Procura. Per i lavoratori in mobilità la Regione ha invece previsto la destinazione presso gli uffici giudiziari, insieme al pagamento della copertura assicurativa Inail di 10mila euro totali. Infine, per coloro che si trovano in una condizione svantaggiata, di mancanza di reddito o di rischio povertà, la stessa Regione ha previsto lo stanziamento di un milione di euro tra i comuni capoluogo: toccherà poi alle amministrazioni comunali individuare i beneficiari e finanziare sia il progetto formativo che i relativi contratti semestrali a tempo determinato e parziale. Il contributo della Regione Veneto è stato definito dalla Presidente della Corte d'Appello di Venezia un "supporto importante per affrontare la drammatica e cronica carenza di personale amministrativo". "In questo modo, continua la Presidente, sarà possibile risolvere gli innumerevoli problemi legati alla giustizia e l'alto tasso di cause che finiscono in prescrizione".
RINFORZATO IL PERSONALE DEGLI UFFICI GIUDIZIARI L'accordo tra Regione Veneto e Ministero di Grazia e Giustizia è stato finalmente reso operativo grazie alle quattro convenzioni firmate dal Presidente della Regione insieme al Procuratore della Repubblica di Venezia Bruno Cherchi e alla presidente della Corte di appello della città lagunare Ines Maria Luisa Marini. Con tale accordo la Regione si impegna a migliorare il funzionamento degli uffici giudiziari del Veneto fornendo oltre 200 aiutanti, tra giovani laureati in giurisprudenza, lavoratori in mobilità e persone prive di occupazione e quindi impiegabili in lavori di pubblica utilità. Il personale sarà affiancato ai magistrati e reso disponibile al fine di alleggerire il lavoro degli uffici dei Tribunali. Diverse, però, le modalità di inserimento: i laureati in giurisprudenza saranno selezionati direttamente dagli uffici giudiziari e potranno svolgere lo stage della durata di 18 mesi di formazione teorico-pratica grazie alle indennità messe a disposizione dalla Regione: 300 euro per la Corte di Appello e 500 euro per la Procura. Per i lavoratori in mobilità la Regione ha invece previsto la destinazione presso gli uffici giudiziari, insieme al pagamento della copertura assicurativa Inail di 10mila euro totali. Infine, per coloro che si trovano in una condizione svantaggiata, di mancanza di reddito o di rischio povertà, la stessa Regione ha previsto lo stanziamento di un milione di euro tra i comuni capoluogo: toccherà poi alle amministrazioni comunali individuare i beneficiari e finanziare sia il progetto formativo che i relativi contratti semestrali a tempo determinato e parziale. Il contributo della Regione Veneto è stato definito dalla Presidente della Corte d'Appello di Venezia un "supporto importante per affrontare la drammatica e cronica carenza di personale amministrativo". "In questo modo, continua la Presidente, sarà possibile risolvere gli innumerevoli problemi legati alla giustizia e l'alto tasso di cause che finiscono in prescrizione".
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
Venerdì 28 giugno sarà bloccata l’attivita di Tribunali e Procure per lo sciopero di tutto il personale amministrativo proclamato da Cgi...

IL TEMPO INDETERMINATO CRESCE DI NUOVO IN VENETO - Buone notizie per il mercato ...

PRIMO MAGGIO, PER COSA LOTTARE ANCORA - Da 150 anni lavoratrici e lavoratori lottano per migliorare le proprie condizion...

SALE L'OCCUPAZIONE VENETA, 36 MILA NUOVI CONTRATTI - Per il quarto anno consecutivo il Veneto registra un aumento di occ...

AGENZIE INTERINALI, LA FATICOSA RICERCA DEL LAVORO - Nel Veneto post crisi trovare lavoro è una sfida, anche per chi è iscritto ad una agenzia interinale, come Simone Cristofani. Ecco la sua testimonianza. 

AZIENDE FEMMINILI, NEL PADOVANO SONO CIRCA 20 MILA - La provincia di Padova possiede un modo imprenditoriale femminile molto attivo ma molte...

LAVORO PERICOLOSO, TROPPI INFORTUNI IN VENETO - I dati riguardo gli infortuni lavorativi nei primi dieci mesi del 2018 s...

"GIOVANI" PER LEGGE FORNERO,"VECCHI" PER LA NESTLE'    San Giorgio in Bosco, comune dell'Alta pad...

VENETO TERRA DI LAVORO MA NON TUTTO È DI QUALITÀ - I dati dell'occupazione Veneta sono molto buoni ma altrettanto non si può dire della s...

MORTI BIANCHE IN CRESCITA RISPETTO AL 2017 - Secondo l'Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega, dal gennaio 2018 le morti sul lavoro sono aumentate del 8,5%. Gli incrementi più si...