INGROSSO CINA, MAXI-SEQUESTRO DI OGGETTI NON SICURI
27/09/2018 11:43

La Guardia di Finanza di Padova, nel corso delle attività di contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, ha portato all’individuazione di una società, sita nel Centro Ingrosso Cina, che commercializzava accessori di bigiotteria “non sicuri” in quanto privi delle indicazioni utili alla valutazione e alla prevenzione dei rischi derivanti dall’utilizzo normale o ragionevolmente prevedibile del prodotto.
I Baschi Verdi hanno quindi provveduto al sequestro amministrativo, per la successiva distruzione, di 2.484.000 prodotti, pronti per essere immessi in commercio a prezzi decisamente competitivi, tanto da risultare più appetibili rispetto agli stessi articoli rispettosi della normativa vigente.
Il valore stimato della merce complessivamente ritirata dal mercato è di circa un milione di euro. Il socio accomandatario della società è stato segnalato alla locale Camera di Commercio ai fini dell’irrogazione della prevista sanzione amministrativa che va da un minimo di € 1.500 a un massimo di € 30.000.

INGROSSO CINA, MAXI-SEQUESTRO DI OGGETTI NON SICURI

La Guardia di Finanza di Padova, nel corso delle attività di contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, ha portato all’individuazione di una società, sita nel Centro Ingrosso Cina, che commercializzava accessori di bigiotteria “non sicuri” in quanto privi delle indicazioni utili alla valutazione e alla prevenzione dei rischi derivanti dall’utilizzo normale o ragionevolmente prevedibile del prodotto.
I Baschi Verdi hanno quindi provveduto al sequestro amministrativo, per la successiva distruzione, di 2.484.000 prodotti, pronti per essere immessi in commercio a prezzi decisamente competitivi, tanto da risultare più appetibili rispetto agli stessi articoli rispettosi della normativa vigente.
Il valore stimato della merce complessivamente ritirata dal mercato è di circa un milione di euro. Il socio accomandatario della società è stato segnalato alla locale Camera di Commercio ai fini dell’irrogazione della prevista sanzione amministrativa che va da un minimo di € 1.500 a un massimo di € 30.000.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy