BLOCCO AUTO: IL CODACONS CHIEDE RISARCIMENTI
22/10/2018 17:06

Il Codacons lancia oggi un'azione risarcitoria per i cittadini del Veneto daneggiati dal blocco delle auto diesel. Infatti le nuove misure previste nel "Nuovo accordo di programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel bacino padano", pongono una limitazione della circolazione: dal 1 ottobre al 31 marzo di ogni anno, dalle ore 8.30 alle 18.30, tranne il fine settimana, per i veicoli di categoria N1, N2, N3 ad alimentazione diesel, di categoria inferiore o uguale a Euro 3. Almeno fino al 2025, data entro la quale dovrà avvvenire la totale abolizione del diesel in Italia.

Il Codacons, seppur attento alla difesa dell'ambiente e alla qualità dell'aria a tutela della salute dei cittadini, ritiene che il provvedimento presenti diverse criticità che rischiano di renderlo illegittimo, in particolare il fatto che non risultano previsti adeguati contributi per la sostituzione dell'automobile, nè sono state fornite indicazioni chiare ai cittadini in merito.

Questo ha spinto il Codacons a intervenire, pubblicando sul proprio sito il modulo di diffida attraverso il quale i proprietari di automobili Diesel Euro 3 o inferiori, residenti in Veneto, possono chiedere la corresponsione dei contributi per la sostituzione della propria automobile, l’immediata revoca dell’accordo, e l’adozione di tutti gli atti idonei a riconoscere un indennizzo economico per il danno subito. A questo si aggiunge la possibilità per gli automobilisti coinvolti di fornire la pre-adesione alla class action allo studio dell'associazione volta a tutelare i loro i diritti.

 

BLOCCO AUTO: IL CODACONS CHIEDE RISARCIMENTI

Il Codacons lancia oggi un'azione risarcitoria per i cittadini del Veneto daneggiati dal blocco delle auto diesel. Infatti le nuove misure previste nel "Nuovo accordo di programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel bacino padano", pongono una limitazione della circolazione: dal 1 ottobre al 31 marzo di ogni anno, dalle ore 8.30 alle 18.30, tranne il fine settimana, per i veicoli di categoria N1, N2, N3 ad alimentazione diesel, di categoria inferiore o uguale a Euro 3. Almeno fino al 2025, data entro la quale dovrà avvvenire la totale abolizione del diesel in Italia.

Il Codacons, seppur attento alla difesa dell'ambiente e alla qualità dell'aria a tutela della salute dei cittadini, ritiene che il provvedimento presenti diverse criticità che rischiano di renderlo illegittimo, in particolare il fatto che non risultano previsti adeguati contributi per la sostituzione dell'automobile, nè sono state fornite indicazioni chiare ai cittadini in merito.

Questo ha spinto il Codacons a intervenire, pubblicando sul proprio sito il modulo di diffida attraverso il quale i proprietari di automobili Diesel Euro 3 o inferiori, residenti in Veneto, possono chiedere la corresponsione dei contributi per la sostituzione della propria automobile, l’immediata revoca dell’accordo, e l’adozione di tutti gli atti idonei a riconoscere un indennizzo economico per il danno subito. A questo si aggiunge la possibilità per gli automobilisti coinvolti di fornire la pre-adesione alla class action allo studio dell'associazione volta a tutelare i loro i diritti.

 

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
FRANCO BIROLO, IN APERTURA LA CAUSA CIVILE - La famiglia del ladro ucciso durante un furto nella tabaccheria di Birolo vuole aprire la causa civile contro l'ex ...

Verona | L'impresa, il cui project financing era stato approvato dalla giunta Tosi, chiede un risarcimento "per turbativ...

La Corte di Cassazione ha condannato Trenitalia al risarcimento di sette residenti in zona Campo Marte a Padova, che nel 2003 avevano sporto denuncia per il troppo rumore nei pressi della stazione.

Due anni e otto mesi di reclusione e il risarcimento di 325 mila € alla famigl...

Domenica 29 aprile 1945 un gruppo di tedeschi in ritirata preleva dalle proprie abitazioni 39 residenti di Sant'Anna Morosina, frazione del Comune di San Gior...

Una condanna a 6 anni per associazione a delinquere, prostituzione minorile, vio...

Crisi Italiana ....Ma per noi continuano gli affanni - Tv7 con Voi  Speciale Sera del 19/11/2013   Ospiti: Antonio Cagnin - Responsabile Tutela Ambiente Energia CODACONS Ildebrando Lava ...

VENEZIA, 24 SET - Un suicidio legato a una patologia derivante anche allo stress maturato nell'ambiente di lavoro: questo quanto riconosciuto dal giudice del lavoro di Venezia, Anna Menegazzo, in un...


27/01/2012