LA "SIGNORA" LINA MERLIN ARRIVA AL BO'
22/10/2018 13:02

Si chiama "Lina Merlin, antifascista socialista senatrice della Repubblica (1920-1960)" il convegno organizzato dal Centro di Storia dell’Università di Padova con il contributo del Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali dell’Università e si terrà nel Palazzo Bo, mercoledì 24 ottobre. La giornata sarà interamente dedicata alla "Signora", come lei amava definirsi: socialista, antifascista, dal '46 entra, come unica donna veneta, nell’Assemblea Costituente, cui seguono una doppia nomina al Senato e alla Camera. Prima senatrice a prendere parola nell’Aula di Palazzo Madama, è stata anche la promotrice nella “Commissione dei 75” della specificazione “senza distinzione di sesso” – che si aggiungeva a quelle di razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali - nell’Art 3 della nostra Costituzione. La senatrice padovana, nata proprio a Pozzonovo, è conosciuta inoltre per la legge'58 che chiuse le case di tolleranza, ma non difese sole le "signorine": famose sono infatti le sue lotte per il riconoscimento dei nomen nescio, i figli di n.n., per il miglioramento della condizione dei braccianti del Polesine e per il riconoscimento della donna nella società italiana.

La giornata del mercoledì pertanto servirà a conoscere meglio questa figura. L'evento verrà articolato in due sessioni: dalle 9.30, in Aula Magna, dopo l'intervento del Rettore, ci sarà la proiezione di alcuni estratti del documentario diretto da Roberto Lippi "Lina Merlin, la Senatrice. Una madre della Repubblica". Nella seconda invece, che si svolgerà dalle 15.00, in Archivio Antico, fra le diverse relazioni, spicca la testimonianza di Vielmo Duò, sindaco di Badia Polesine dal 1957 al 1961, che parlerà della Merlin nel ruolo di consigliera comunale del paese in provincia di Rovigo.

LA "SIGNORA" LINA MERLIN ARRIVA AL BO'

Si chiama "Lina Merlin, antifascista socialista senatrice della Repubblica (1920-1960)" il convegno organizzato dal Centro di Storia dell’Università di Padova con il contributo del Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali dell’Università e si terrà nel Palazzo Bo, mercoledì 24 ottobre. La giornata sarà interamente dedicata alla "Signora", come lei amava definirsi: socialista, antifascista, dal '46 entra, come unica donna veneta, nell’Assemblea Costituente, cui seguono una doppia nomina al Senato e alla Camera. Prima senatrice a prendere parola nell’Aula di Palazzo Madama, è stata anche la promotrice nella “Commissione dei 75” della specificazione “senza distinzione di sesso” – che si aggiungeva a quelle di razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali - nell’Art 3 della nostra Costituzione. La senatrice padovana, nata proprio a Pozzonovo, è conosciuta inoltre per la legge'58 che chiuse le case di tolleranza, ma non difese sole le "signorine": famose sono infatti le sue lotte per il riconoscimento dei nomen nescio, i figli di n.n., per il miglioramento della condizione dei braccianti del Polesine e per il riconoscimento della donna nella società italiana.

La giornata del mercoledì pertanto servirà a conoscere meglio questa figura. L'evento verrà articolato in due sessioni: dalle 9.30, in Aula Magna, dopo l'intervento del Rettore, ci sarà la proiezione di alcuni estratti del documentario diretto da Roberto Lippi "Lina Merlin, la Senatrice. Una madre della Repubblica". Nella seconda invece, che si svolgerà dalle 15.00, in Archivio Antico, fra le diverse relazioni, spicca la testimonianza di Vielmo Duò, sindaco di Badia Polesine dal 1957 al 1961, che parlerà della Merlin nel ruolo di consigliera comunale del paese in provincia di Rovigo.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
Un grande passo avanti per il Dipartimento di Medicina Molecolare (DMM), che ha appena reclutato il microbiologo Andrea Crisanti, precedente...

L'Ateneo svolge una ricerca per ricostruire il volto di San Teobaldo e per accertarne la provenienza geografica e la causa di morte tramite ...

Tv7 con Voi sera del 11/12/2018 - ottant'anni dalle leggi razziali Ospiti: -Prof. Bernardo Cortese,Dipartimento Diritto Pubblico UniPd -Prof. Andrea Gattini,Dipartimento Diritto P...

UN FLASH MOB PER I DIRITTI UMANI Qusta mattina davanti a Palazzo Moroni  si è realizzato un flash mob in occasione ...

Cosa sono le pensioni? Perché i sistemi previdenziali sono prevalentemente pubblici? E come realizzano un contratto tra generazioni? Questi gli interrogativi a cui l'ex ministro Fornero cerca di dare...

NUOVA INCHIESTA AL BO, DIRETTORE GENERALE INDAGATO Il Direttore Generale dell'U...

UNIPD E POLIZIA POSTALE UNITI CONTRO GLI HACKER. Questa mattina è stato firmato, al Bo, un nuovo protocollo d'intesa tra università, Questura e Polizia Postale per contrastare te...

ALL'UNIVERSITÀ IL CONVEGNO SUI TRAPIANTI DI FEGATO. Le università di Padova e di Pittsburgh collaborano per elevare il livello della medicina italiana per ci...

Primus Inter Pares del 16/5/2018 - Rosario Rizzuto Ospite: Rosario Rizzuto, Magnifico Rettore Università di Padova - Iscriviti al canale YouTube del Gruppo Tv7, e non perderti nemmeno un nostro vid...

L'UNIVERSITÀ APRE UNA PORTA ALL'ETIOPIA: LA FIRMA. Questa mattina, al Palazzo del Bo, sede dell'università di Padova, ...