L'ADOZIONE VA A SCUOLA DI SABATO
22/10/2018 15:57

Sabato 27 ottobre, dalle 9.00 alle 13.00, la Sala Fornace Carotta in via Siracusa a Padova ospita il convegno gratuito "L'adozione va a scuola", rivolto in particolare a insegnanti e operatori. Il convegno si concentra sulle difficoltà di inserimento e sulla frequenza scolastica dei bambini adottati, che spesso hanno vissuto esperienze dolorose, motivo per cui possono presentare difficoltà relazionali e di apprendimento.

Per questo CIAI - Centro Italiano Aiuti all'infanzia - ha organizzato l'evento per dibattere e riflettere su questo tema, ponendo l'accento sul ruolo della scuola, che può dare un significativo contributo nel facilitare l'integrazione e una crescita armonica. È a scuola infatti che i bambini si possono confrontare e questo richiede diverse capacità cognitive, emotive e relazionali per assicurare una buona socializzazione con i coetanei e gli adulti.

Nell'ultimo decennio è stato fatto molto per migliorare la socializzazione dei bambini adottati, sia da parte della Regione Veneto, che per prima nel 2011 ha firmato un Protocollo con l'Ufficio Scolastico Regionale sull'inserimento scolastico del bambino adottato, sia da parte del MIUR che a dicembre 2014 ha emanato le “Linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati”.

 

L'ADOZIONE VA A SCUOLA DI SABATO

Sabato 27 ottobre, dalle 9.00 alle 13.00, la Sala Fornace Carotta in via Siracusa a Padova ospita il convegno gratuito "L'adozione va a scuola", rivolto in particolare a insegnanti e operatori. Il convegno si concentra sulle difficoltà di inserimento e sulla frequenza scolastica dei bambini adottati, che spesso hanno vissuto esperienze dolorose, motivo per cui possono presentare difficoltà relazionali e di apprendimento.

Per questo CIAI - Centro Italiano Aiuti all'infanzia - ha organizzato l'evento per dibattere e riflettere su questo tema, ponendo l'accento sul ruolo della scuola, che può dare un significativo contributo nel facilitare l'integrazione e una crescita armonica. È a scuola infatti che i bambini si possono confrontare e questo richiede diverse capacità cognitive, emotive e relazionali per assicurare una buona socializzazione con i coetanei e gli adulti.

Nell'ultimo decennio è stato fatto molto per migliorare la socializzazione dei bambini adottati, sia da parte della Regione Veneto, che per prima nel 2011 ha firmato un Protocollo con l'Ufficio Scolastico Regionale sull'inserimento scolastico del bambino adottato, sia da parte del MIUR che a dicembre 2014 ha emanato le “Linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati”.

 

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
Verona | Quello al retto è uno dei tumori più diffusi nei Paesi Occidentali. Si tratta di una neo...

Le malattie rare colpiscono l'8% della popolazione mondiale, un numero elevato che si attesta tra i 27 milioni di persone di tutte le fasce d'età. Sono malattie che vengono definite anche malattie or...

Si è svolto a Camposampiero in provincia di Padova, in occasione della giornata mondiale dell'Unesco, il primo convegno...

L' ipertensione  se non controllata comporta gravi pericoli che vanno dall'infarto all'ictus allo scompenso cardiaco e all'insufficenza renale.  L'ipertensione arteriosa è  infatti, uno dei princi...

Anche dal tumore al colon in fase avanzata, si può guarire. E' questo il messaggio positivo che esce dal convegno organizzato a Padova dalla Rete Oncologica Ve...

Un coordinamento a livello regionale: è il futuro cui si intende giungere in Veneto per quanto riguarda la polizia loca...

La seconda parte del convegno di Villa Pisani del 12 marzo 2016 ha visto interventi di vari amministratori locali, che h...

La seconda parte del convegno di Villa Pisani del 12 marzo 2016 ha visto interve...

La seconda parte del convegno di Villa Pisani del 12 marzo 2016 ha visto interventi di vari amministratori locali, che hanno detto la loro sul progetto MacroRegione Triveneta.  

"Un solo Triveneto per lo sviluppo di tutti" è il titolo del convegno che si è tenuto sabato 12 marzo a Villa Pisani. Molti gli amministratori presenti, per una rappresentanza di circa 200 comuni.