ESTORSIONE, SCHIAFFI E PUGNI: ARRESTATO MAROCCHINO
26/11/2019 16:07

ESTORSIONE, SCHIAFFI E PUGNI: ARRESTATO MAROCCHINO - I Carabinieri della Stazione di Abano Terme hanno arrestato un 23enne di origini marocchine, regolare sul territorio nazionale, in flagranza del reato di estorsione ai danni di un 33enne italiano che risiede alle terme. L’attività di polizia giudiziaria è scaturita dalla denuncia della vittima ai Carabinieri di Viale delle Terme: il giovane aponense, disperato, ha raccontato ai militari dell’Arma che nei giorni scorsi aveva conosciuto il marocchino presso un bar del centro termale e che, dopo uno scambio di battute, lo straniero gli aveva chiesto la somma di 100 euro. Alla risposta negativa dell’italiano, che gli riferiva di non avere al momento denaro con sé, l'uomo lo aveva aggredito con schiaffi e pugni, intimandogli di trovare i soldi chiesti. Lunedì pomeriggio, poi, lo aveva nuovamente contattato, ancora con intimidazioni per estorcergli denaro, con numerose telefonate sempre più minacciose. Ed è a quel punto, dopo che l'uomo aveva fissato ora e luogo dell’appuntamento per la consegna dei soldi, la centralissima Piazza del Sole e della Pace di Abano, che i militari dell’Arma sono intervenuti, appostandosi in borghese nelle vicinanze del luogo dell’incontro e bloccandolo proprio nel momento della consegna del denaro. Su disposizione della Procura, l'uomo è stato condotto al carcere “Due Palazzi” di Padova. 

 

ESTORSIONE, SCHIAFFI E PUGNI: ARRESTATO MAROCCHINO

ESTORSIONE, SCHIAFFI E PUGNI: ARRESTATO MAROCCHINO - I Carabinieri della Stazione di Abano Terme hanno arrestato un 23enne di origini marocchine, regolare sul territorio nazionale, in flagranza del reato di estorsione ai danni di un 33enne italiano che risiede alle terme. L’attività di polizia giudiziaria è scaturita dalla denuncia della vittima ai Carabinieri di Viale delle Terme: il giovane aponense, disperato, ha raccontato ai militari dell’Arma che nei giorni scorsi aveva conosciuto il marocchino presso un bar del centro termale e che, dopo uno scambio di battute, lo straniero gli aveva chiesto la somma di 100 euro. Alla risposta negativa dell’italiano, che gli riferiva di non avere al momento denaro con sé, l'uomo lo aveva aggredito con schiaffi e pugni, intimandogli di trovare i soldi chiesti. Lunedì pomeriggio, poi, lo aveva nuovamente contattato, ancora con intimidazioni per estorcergli denaro, con numerose telefonate sempre più minacciose. Ed è a quel punto, dopo che l'uomo aveva fissato ora e luogo dell’appuntamento per la consegna dei soldi, la centralissima Piazza del Sole e della Pace di Abano, che i militari dell’Arma sono intervenuti, appostandosi in borghese nelle vicinanze del luogo dell’incontro e bloccandolo proprio nel momento della consegna del denaro. Su disposizione della Procura, l'uomo è stato condotto al carcere “Due Palazzi” di Padova. 

 

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy