UCCISE IL PADRE, SCOPERTO CON PISTOLA AL LAVORO
10/12/2019 11:24

UCCISE IL PADRE, SCOPERTO CON PISTOLA AL LAVORO  ---- Uccise il padre 19 anni fa e ne bruciò il corpo. L'allora 22enne residente a Padova fu scoperto dal padre, docente universitario, a falsificare degli esami. La lite si concluse con il macabro decesso del padre finito a calci e pugni e bruciato in una carriola con del solvente. Tornato in libertà nel 2009 dopo aver scontato 9 anni di carcere , affidato ai Servizi Sociali si era rifatto una vita lavorando presso una ditta padovana. Proprio sul posto di lavoro dell'ormai 41enne, i Carabinieri l'11 novembre scorso hanno rinvenuto una valigetta custodita nel cassetto della scrivania utilizzata dall'uomo, contenente una pistola Beretta calibro 9x21 , con matricola abrasa, 37 proiettili e altri due caricatori con altre 15 munizioni. Eseguita la perquisizione presso il domicilio , i Militari hanno ritorvato sostanze dopanti, tra cui del nadrolone la cui vendita è vietata in Italia. I Carabinieri attualmente indagano sulla provenienza di quanto sequestrato, l'uomo e stato accompagnato nuovamente in carcere.

UCCISE IL PADRE, SCOPERTO CON PISTOLA AL LAVORO

UCCISE IL PADRE, SCOPERTO CON PISTOLA AL LAVORO  ---- Uccise il padre 19 anni fa e ne bruciò il corpo. L'allora 22enne residente a Padova fu scoperto dal padre, docente universitario, a falsificare degli esami. La lite si concluse con il macabro decesso del padre finito a calci e pugni e bruciato in una carriola con del solvente. Tornato in libertà nel 2009 dopo aver scontato 9 anni di carcere , affidato ai Servizi Sociali si era rifatto una vita lavorando presso una ditta padovana. Proprio sul posto di lavoro dell'ormai 41enne, i Carabinieri l'11 novembre scorso hanno rinvenuto una valigetta custodita nel cassetto della scrivania utilizzata dall'uomo, contenente una pistola Beretta calibro 9x21 , con matricola abrasa, 37 proiettili e altri due caricatori con altre 15 munizioni. Eseguita la perquisizione presso il domicilio , i Militari hanno ritorvato sostanze dopanti, tra cui del nadrolone la cui vendita è vietata in Italia. I Carabinieri attualmente indagano sulla provenienza di quanto sequestrato, l'uomo e stato accompagnato nuovamente in carcere.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy