GIORDANI ANNUNCIA NUOVE MISURE PER LA SICUREZZA
16/03/2020 17:40

GIORDANI ANNUNCIA NUOVE MISURE PER LA SICUREZZA IN CITTA' - Da stanotte anche due squadre della Protezione Civile faranno un’attività di osservazione dinamica della città con due mezzi, pronte a segnalare a chi di competenza ogni situazione critica o di rischio per la cittadinanza. Lo annuncia il Sindaco di Padova Sergio Giordani, che ne approfitta per rinnovare ai padovani l'invito a rimanere quanto più possibile in casa. La Polizia Locale intanto ha comunicato il report a consuntivo della prima settimana di predisposizione dei controlli finalizzati all'accertamento del rispetto delle misure di prevenzione "anti coronavirus", stabilite dal decreto del presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo e successive modifiche, sia nei confronti di coloro che effettuano spostamenti in città, a piedi o con veicoli, sia nei confronti delle attività di ristorazione e degli esercizi commerciali. In particolare sono stati 814 i controlli svolti nei confronti dei locali,  in orario diurno e serale sia nel centro storico che nei quartieri periferici della città orientati a verificare la chiusura degli esercizi di ristorazione  e l'attuazione delle misure idonee a garantire il metro di distanza tra le persone all'interno degli esercizi commerciali, prevenendo il verificarsi di assembramenti. I controlli sono stati tutti negativi ad eccezione di un episodio. Verso l'una di notte una pattuglia della Polizia Locale è stata inviata in via dell'Artigianato per un controllo in seguito ad una telefonata pervenuta alla centrale operativa che segnalava rumori eccessivi. All'atto del controllo la pattuglia ha udito distintamente provenire musica ad alto volume da un edificio nei pressi del quale stazionavano  una decina di persone, africane, intente a parlare e a bere tra loro. All'interno dello stabile si esibiva un dj con consolle attrezzata e luci stroboscopiche attive che intratteneva una quarantina di persone, alcune intente a ballare altre sedute su divani, tutte di origine africana.  E’ stato quindi identificato ai fini della denuncia penale ex art. 650 c.p. il Presidente del circolo privato, anch'egli originario del Camerun, che è stato intimato a chiudere il locale facendo sgombrare immediatamente i soci presenti. Nel corso della settimana, la Polizia Locale ha provveduto a fermare 425 veicoli controllando ed identificando 511 persone;  contestualmente sono state ritirate le 330 autocertificazioni esibite, che saranno oggetto di un successivo riscontro a campione. Anche in questo caso si è riscontrata una sola violazione per la quale si è proceduto alla denuncia penale. Infatti nei pressi di via Vigonovese intorno alle ore 15 di ieri una pattuglia ha fermato un veicolo condotto da un cittadino rumeno residente a San Giorgio delle Pertiche intento a parlare con il cellulare senza sistemi a viva voce. Alla richiesta di esibizione del modulo dell'autodichiarazione comprovante i motivi dello spostamento, il conducente ha dichiarato di non essere a conoscenza della disposizione di legge e che stava circolando per ritirare un televisore da un connazionale. Gli agenti, spiegando gli stretti motivi che consentono la circolazione, provvedevano sia alla denuncia penale per l'inosservanza delle disposizioni date dall'autorità ai sensi dell'art. 650 c.p. sia alla contestazione della violazione amministrativa per aver circolato facendo uso di cellulare senza dispositivo a viva voce. Nel corso di tale servizi non sono emerse altre irregolarità o episodi di violazione delle prescrizioni fissate dal Governo. Particolarmente intensa e costante è stata anche l'attività della centrale operativa che riceve quotidianamente oltre 1700 telefonate e provvede a rispondere informando sulle disposizioni e i limiti stabiliti dai decreti governativi. L'attività delle pattuglie esterne si è inoltre concentrata sulla presenza, prevenzione e dissuasione degli assembramenti all'aperto, favoriti dalle belle giornate di sole,  he si verificano nelle aree verdi e parchi non soggetti a possibilità di chiusura in quanto privi di recinzione e lungo principali lungargini urbani, ricordando ai cittadini ed ai più giovani l'importanza di rimanere presso la propria abitazione e di uscire lo stretto necessario nel rispetto delle prescrizioni. I controlli della Polizia Locale saranno continui e costanti anche nei prossimi giorni, fino al termine dell'emergenza.

GIORDANI ANNUNCIA NUOVE MISURE PER LA SICUREZZA

GIORDANI ANNUNCIA NUOVE MISURE PER LA SICUREZZA IN CITTA' - Da stanotte anche due squadre della Protezione Civile faranno un’attività di osservazione dinamica della città con due mezzi, pronte a segnalare a chi di competenza ogni situazione critica o di rischio per la cittadinanza. Lo annuncia il Sindaco di Padova Sergio Giordani, che ne approfitta per rinnovare ai padovani l'invito a rimanere quanto più possibile in casa. La Polizia Locale intanto ha comunicato il report a consuntivo della prima settimana di predisposizione dei controlli finalizzati all'accertamento del rispetto delle misure di prevenzione "anti coronavirus", stabilite dal decreto del presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo e successive modifiche, sia nei confronti di coloro che effettuano spostamenti in città, a piedi o con veicoli, sia nei confronti delle attività di ristorazione e degli esercizi commerciali. In particolare sono stati 814 i controlli svolti nei confronti dei locali,  in orario diurno e serale sia nel centro storico che nei quartieri periferici della città orientati a verificare la chiusura degli esercizi di ristorazione  e l'attuazione delle misure idonee a garantire il metro di distanza tra le persone all'interno degli esercizi commerciali, prevenendo il verificarsi di assembramenti. I controlli sono stati tutti negativi ad eccezione di un episodio. Verso l'una di notte una pattuglia della Polizia Locale è stata inviata in via dell'Artigianato per un controllo in seguito ad una telefonata pervenuta alla centrale operativa che segnalava rumori eccessivi. All'atto del controllo la pattuglia ha udito distintamente provenire musica ad alto volume da un edificio nei pressi del quale stazionavano  una decina di persone, africane, intente a parlare e a bere tra loro. All'interno dello stabile si esibiva un dj con consolle attrezzata e luci stroboscopiche attive che intratteneva una quarantina di persone, alcune intente a ballare altre sedute su divani, tutte di origine africana.  E’ stato quindi identificato ai fini della denuncia penale ex art. 650 c.p. il Presidente del circolo privato, anch'egli originario del Camerun, che è stato intimato a chiudere il locale facendo sgombrare immediatamente i soci presenti. Nel corso della settimana, la Polizia Locale ha provveduto a fermare 425 veicoli controllando ed identificando 511 persone;  contestualmente sono state ritirate le 330 autocertificazioni esibite, che saranno oggetto di un successivo riscontro a campione. Anche in questo caso si è riscontrata una sola violazione per la quale si è proceduto alla denuncia penale. Infatti nei pressi di via Vigonovese intorno alle ore 15 di ieri una pattuglia ha fermato un veicolo condotto da un cittadino rumeno residente a San Giorgio delle Pertiche intento a parlare con il cellulare senza sistemi a viva voce. Alla richiesta di esibizione del modulo dell'autodichiarazione comprovante i motivi dello spostamento, il conducente ha dichiarato di non essere a conoscenza della disposizione di legge e che stava circolando per ritirare un televisore da un connazionale. Gli agenti, spiegando gli stretti motivi che consentono la circolazione, provvedevano sia alla denuncia penale per l'inosservanza delle disposizioni date dall'autorità ai sensi dell'art. 650 c.p. sia alla contestazione della violazione amministrativa per aver circolato facendo uso di cellulare senza dispositivo a viva voce. Nel corso di tale servizi non sono emerse altre irregolarità o episodi di violazione delle prescrizioni fissate dal Governo. Particolarmente intensa e costante è stata anche l'attività della centrale operativa che riceve quotidianamente oltre 1700 telefonate e provvede a rispondere informando sulle disposizioni e i limiti stabiliti dai decreti governativi. L'attività delle pattuglie esterne si è inoltre concentrata sulla presenza, prevenzione e dissuasione degli assembramenti all'aperto, favoriti dalle belle giornate di sole,  he si verificano nelle aree verdi e parchi non soggetti a possibilità di chiusura in quanto privi di recinzione e lungo principali lungargini urbani, ricordando ai cittadini ed ai più giovani l'importanza di rimanere presso la propria abitazione e di uscire lo stretto necessario nel rispetto delle prescrizioni. I controlli della Polizia Locale saranno continui e costanti anche nei prossimi giorni, fino al termine dell'emergenza.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy