VACCINI COVID COLLI-TERME: PROTESTANO I SINDACI

01 Febbraio 2021 11:17

“Sarà predisposto un Centro di Vaccinazione di Popolazione ogni 20.000-100.000 abitanti. Saranno individuate idonee strutture all’interno delle quali sarà possibile vaccinare in maniera rapida e sicura un elevato numero di persone (es. palazzetti dello sport, palestre, auditorium,etc.)”. E’ quanto riportato all’interno del Piano Regionale per la Campagna Vaccinale anti SarsCov2 ma sembra sia sorto qualche intoppo. Quando si dice; sulla carta è tutto facile. Sono 6 attualmente le strutture in corso di predisposizione nel padovano. Il Distretto 2 che comprende il bacino termale e dei Colli, composto da 11 Comuni è scoperto. I residenti di questa area, per vaccinarsi, dovranno recarsi presso i padiglioni fieristici di Padova o a al Palajunior di Piove di Sacco. I Sindaci del Distretto 2 si dicono preoccupati per le possibili difficoltà legate a queste scomode trasferte sanitarie. A breve un nuovo incontro per chiedere l’attivazione centri-vaccino nei propri territori offrendo disponibilità in strutture con ampie metrature.#puntovaccini #centrovaccini #Distretto #AreaOvest #Padova #pianoregionale #RegioneVeneto #Campagnavaccinale #FedericoBarbierato #sindacicomunidistretto2 #abitanti

Servizio di EMILIANO SCHINCAGLIA

FacebookTwitterLinkedIn