DPCM IN CANTIERE, VERSO LA CONFERMA DELLE CHIUSURE

25 Febbraio 2021 14:20

Di certo ci sono soltanto due date: il 5 marzo, scadenza fissata per l’ultimo DPCM del Governo Conte e il 6 aprile, limite di validità per il primo DPCM dell’esecutivo a guida Mario Draghi.
In mezzo sta tutta l’incertezza e la discussione politico-scientifica di queste ore. La stesura del nuovo testo sta occupando le agende di presidenti di regione e ministri.
Al momento, le indiscrezioni parlano di una sostanziale conferma delle misure fin ora adottate, voci confermate anche dal recente intervento di Speranza al Senato.
Si andrebbe verso la chiusura dei ristoranti la sera, il divieto di spostamento fra regioni e la serrata di cinema e teatri, questo almeno fino a fine marzo.
Sarebbe anche confermato il sistema a fasce di rischio, introducendo un livello intermedio particolare, una sorta di arancione rafforzato, per identificare le zone a forte prevalenza di varianti e bloccarne la diffusione.
Domani le regioni riceveranno la bozza del nuovo testo. Da parte sua il presidente Zaia ha chiarito i punti che sosterrà, in primis la necessità di creare misure restrittive indicate dal CTS, validate da Speranza e poi sottoposte alle regioni per chiedere l’intesa. Ma non solo.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply